Mars Base 101: come gli astronauti potrebbero sfruttare al massimo un soggiorno del pianeta rosso di 30 giorni

Gli obiettivi zoom ultra-grandangolari per i corpi dei sensori di ritaglio APS-C sono comuni, ma trovarne uno che scatti un'apertura rapida e costante è un po' più raro. Al suo lancio, Tokina ha riferito che il Tokina atx-i 11-20mm f/2.8 CF è stato il primo del suo genere a combinare una gamma di zoom così ampia e mantenere un'apertura f/2.8 costante. Sebbene da allora i concorrenti abbiano recuperato terreno, questo Tokina è ancora uno dei, se non il miglior zoom ultra-grandangolare per fotocamere APS-C sul mercato. Qui stavamo esaminando la versione con innesto F DX per fotocamere Nikon, ma è disponibile anche con innesto EF Canon.

Incredibilmente nitido, progettato con gusto e abbastanza robusto da resistere a un uso frequente, il Tokina atx-i 11-20mm f/2.8 CF ha un incredibile rapporto qualità-prezzo. Si adatta comodamente alla mano, nonostante abbia un grande filetto del filtro da 82 mm e rimuove anche il problema degli interruttori autofocus/messa a fuoco manuale complicati che si trovano su altri obiettivi azionando un meccanismo a frizione sull'anello dello zoom dove tirandolo verso il basso il corpo attiva la messa a fuoco manuale. È anche leggero, pesa solo 550 g.

Basandosi sulla passata serie di obiettivi ultra-wide di Tokinas, questo obiettivo è utile per chiunque richieda un ampio campo visivo e aperture rapide. Si adatta particolarmente alla fotografia in condizioni di scarsa illuminazione come immobili, architettura, ritrattistica ambientale e astrofotografia. Ci sono un paio di aree in cui potrebbe essere migliorato, motivo per cui l'abbiamo abbattuto di mezza stella, ma per il resto è quasi perfetto sia per i principianti che per gli appassionati.

Vuoi valutare le tue opzioni per altri obiettivi della fotocamera per la tua borsa del kit? Dai un'occhiata alla nostra carrellata dei migliori obiettivi zoom (si apre in una nuova scheda) e dei migliori obiettivi per l'astrofotografia (si apre in una nuova scheda).

Disegno

Gli anelli di messa a fuoco e zoom testurizzati offrono una presa essenziale, rendendolo facile da usare anche quando si indossano i guanti quando fa freddo, o quando piove o nevica (Credito immagine: Jason Parnell-Brookes)

  • Gli interni in metallo garantiscono durata
  • Elegante barilotto dell'obiettivo con messa a fuoco strutturata e anelli dello zoom
  • Meccanismo di messa a fuoco one-touch per la commutazione AF/MF

Tokina ha costruito questo patrimonio di design ultra-ampio e ne ha perfezionato le caratteristiche dentro e fuori. Ora, il Tokina atx-i 11-20mm f/2.8 CF beneficia di un barilotto ridotto che si adatta ai corpi dei sensori di ritaglio APS-C senza risultare eccessivamente ingombrante, nonostante l'ampia filettatura del filtro anteriore da 82 mm. Anche gli anelli di messa a fuoco e zoom si avvicinano alla canna, rendendo l'unità snella nel complesso, ma senza compromettere la funzionalità. I motivi strutturati sugli anelli facilitano il controllo manuale della messa a fuoco e lo zoom avanti e indietro sia con i guanti che con l'utilizzo dell'obiettivo in caso di pioggia o neve. L'anello dello zoom si abbassa anche per passare dalla messa a fuoco automatica alla messa a fuoco manuale, eliminando la necessità di un interruttore sul lato dell'obiettivo, snellendo ulteriormente il design.

Una semplice finitura nera opaca lucida l'estetica dell'obiettivo e ne impedisce la visualizzazione nelle foto di superfici riflettenti. Ci sono solo due punti molto minori che pensiamo possano essere migliorati nel design di questo obiettivo. Vale a dire, le viti a vista sul lato del barilotto dell'obiettivo che magari potrebbero essere nascoste per una finitura più professionale e il logo del nome, ora in argento, che preferiremmo in oro come nelle versioni precedenti, ma anche qui sono molto minori e soggettivi punti su una lente altrimenti bella.

Prestazione

  • Gamma di zoom nitida
  • Distorsione ottica minima
  • Alcuni problemi con l'aberrazione cromatica

Il Tokina atx-i 11-20mm f/2.8 CF è straordinariamente nitido da bordo a bordo e fornisce immagini nitide, anche di notte, tuttavia soffre di un leggero bagliore quando viene presentato a fonti di luce vicine (Credito immagine: Jason Parnell- Brookes)

Il Tokina atx-i 11-20mm f/2.8 CF era l'obiettivo zoom ultragrandangolare più veloce per i corpi macchina APS-C al primo lancio e nonostante altri produttori lo abbinassero occasionalmente poiché, è ancora l'opzione migliore per i proprietari di fotocamere con sensore di ritaglio.

Tutto è nitido su tutta la gamma di zoom e c'è una distorsione ottica minima con linee rette che rimangono dritte anche a 11 mm. L'ampio ampio campo visivo lo rende perfetto per l'astrofotografia, in grado di adattarsi a una parte maggiore del cielo notturno senza dover impilare panorami. Si presta bene anche alla fotografia architettonica e immobiliare in cui ampie vedute e linee rette sono importanti per la precisione e la composizione.

L'obiettivo è purtroppo deluso in alcuni punti dall'aberrazione cromatica che appare attorno ai bordi contrastati, più evidente quando si riprendono soggetti più scuri contro un cielo più luminoso. Questo può diventare un problema quando si acquisiscono immagini delle stelle in cui la resa cromatica è fondamentale. Ma nell'interesse di tenerlo nel contesto, è un obiettivo APS-C a un prezzo accessibile, quindi è improbabile che gli astrofotografi professionisti che richiedono immagini più pulite utilizzino questo obiettivo nel loro lavoro.

Scatto a tutta apertura e con l'impostazione dello zoom più ampia si nota una vignettatura evidente, ma questo può essere superato con un software di post-produzione (Credito immagine: Jason Parnell Brookes)

Quando si scatta a tutta apertura a f/2.8 c'è una discreta quantità di vignettatura che scurisce il bordo dell'inquadratura, specialmente quando si scatta a 11 mm. Ma questo può essere facilmente risolto utilizzando le correzioni dell'obiettivo nel software di editing delle immagini e questo sembra più che accettabile al suo prezzo. In caso contrario, le immagini sono sufficientemente chiare e nitide da bordo a bordo a nostro avviso da competere anche con gli ultra-wide full frame di livello professionale.

La messa a fuoco manuale tramite l'anello dell'obiettivo è rapida e precisa, con l'indicatore dell'infinito che corrisponde quasi perfettamente ai risultati della messa a fuoco manuale all'infinito. È importante notare che molti obiettivi che hanno indicatori di distanza all'infinito sono ancora leggermente spenti, il che significa che le immagini rimangono morbide non raggiungendo la piena messa a fuoco quando si utilizza l'indicatore da solo. L'autofocus funziona bene ma può avere difficoltà in condizioni di scarsa illuminazione ed è lento rispetto a obiettivi più costosi.

Dovresti comprare il Tokina atx-i 11-20mm f/2.8 CF?

Ci piacerebbe vedere il badge con il logo reso in oro come nei modelli precedenti, ma questa è una piccola critica soggettiva (Image credit: Jason Parnell Brookes)

Per chiunque cerchi un obiettivo zoom ultra-grandangolare veloce per fotocamere APS-C (con attacco Nikon F o Canon con attacco EF), il Tokina atx-i 11-20mm f/2.8 CF è la nostra migliore raccomandazione. È elegante, sottile, leggero e brillantemente nitido. Certo, ci sono alcune cose che potrebbe fare di meglio, ma otticamente e dal punto di vista costruttivo è un'unità assoluta. È perfetto per il lavoro astronomico ad ampio campo e le riprese diurne contemporaneamente grazie alla rapida apertura massima e costante di f/2.8. Lo zoom è migliorato rispetto alla vecchia versione passando da 16 mm a 20 mm in quest'ultima iterazione, rendendolo molto più versatile.

Alternative

I proprietari di fotocamere Nikon APS-C che cercano di risparmiare denaro potrebbero voler optare per il Nikkor AF-P DX 10-20mm f/4.5-5.6G IF VR che è più piccolo e costa meno. Tuttavia, i fotografi DSLR Nikon full frame che richiedono uno zoom ultra grandangolare con l'innesto F dovrebbero guardare al Nikon AF-S Nikkor 14-24mm f/2.8G ED, ma è comprensibilmente più costoso e richiede uno speciale attacco per filtro da prendere filtri per lenti.

Tuttavia, i fotografi Nikon che sono passati alle mirrorless full frame (come Nikon Z5, Z6 o Z7) richiederanno un obiettivo con innesto Z e il Nikkor Z 14-30mm f/4 S è il miglior investimento iniziale per questo . Mentre l'apertura costante di f/4 non è così ampia come sperato, Nikon nella stabilizzazione dell'immagine del corpo contrasta la sfocatura del movimento della fotocamera portatile per compensare la perdita di luce.

Ir arriba