Migliori robot cinematografici in fantascienza

Da utili compagni ad automi assassini, questi sono i migliori robot cinematografici della fantascienza.

I robot sono ovunque in questi giorni. La maggior parte delle persone li troverà nei video YouTube di Boston Dynamics, in viaggio come auto a guida autonoma o persino nelle case come piccoli aspirapolvere autonomi. E, naturalmente, puoi trovare molti robot anche sul grande schermo.

Anche prima che lo scrittore Karel Capek introducesse il termine "robot" nella sua opera di fantascienza del 1920 RUR , androidi e automi apparivano nei film già nel 1907. La popolarità dei robot è aumentata solo nel corso degli anni e hanno avuto molte iterazioni di progettazione nel corso dei decenni. Siamo passati dal vedere robot grandi e goffi nei film di serie B del 1950 a robot umanoidi più eleganti che si trovano principalmente nei film di oggi.

A parte l'aspetto, tuttavia, i robot si comportano in modo diverso anche nei diversi film. La maggior parte delle volte vengono presentati come macchine malvagie in missione per sradicare gli umani, ma ce ne sono alcuni che contribuiscono in modo utile all'umanità. Dal momento che questi automi sono stati progettati da noi, i robot offrono un riflesso della condizione umana: la nostra ricerca di creare qualcosa di meglio e offuscare il confine tra scienziato e dio.

Un classico robot cinematografico resiste alla prova del tempo grazie al suo design, scopo ed effetto sui personaggi umani. Con questi in mente, abbiamo assemblato la classifica definitiva dei migliori robot cinematografici. Se stai cercando altri compagni robot, sarai sicuro di trovarne alcuni nella nostra guida ai migliori set Lego di Star Wars e potresti persino trovare alcuni automi riconoscibili da questo elenco nella nostra migliore funzione di film su questo Web .


10: TARS – Interstellare

(Credito immagine: Paramount Pictures)

La nostra impostazione dell'umorismo è scesa allo 0% quando diciamo che TARS è il personaggio di spicco di Interstellar. L'epopea di This Web di Christopher Nolan ha prodotto azione, emozione e un robot dal design brillante.

A differenza della maggior parte degli automi sullo schermo, TARS rinuncia al design umanoide a favore della funzione rispetto allo stile. In vero stile Nolan, questo robot è incentrato sul realismo, dal suo design semplicistico al suo ruolo di membro dell'equipaggio. TARS salva la situazione in più di un'occasione, non per secondi fini ma semplicemente perché è compito di TARS farlo. Per aiutare l'equipaggio umano, TARS ha diversi livelli di umorismo che gli conferiscono alcune battute esilaranti. TARS respinge il tropo del robot malvagio con la sua praticità e il suo cuore (CPU?) d'oro.


9: Robby il Robot – Il pianeta proibito

(Credito immagine: Metro Goldwyn Mayer)

Il giorno in cui la Terra si fermò, Robot Monster, Target Earth. Gli anni '50 erano pieni di classici film sui robot, ma nessuno sarebbe stato senza tempo come il pianeta proibito. Questo film di serie B era uno strano adattamento de La tempesta di Shakespeare, interpretato da una giovane Leslie Nelson, ma la vera star era Robby il robot.

Il busto a forma di botte e gli arti cilindrici di Robby gli conferiscono un certo fascino color rosa, e sebbene il poster del film suggerisca il contrario, Robby è una macchina intelligente con arguzia. Il potere da star di Robby è innegabile, avendo recitato nel suo film e in seguito ha avuto cameo in Gremlins, Looney Tunes: Back in Action e altro ancora.


8: Maria/Maschinenmensch – Metropoli

(Credito immagine: UFA)

Potrebbe essere discutibile se il Maschinenmensch di Metropolis di Fritz Lang sia davvero un robot, ma una cosa su cui siamo tutti d'accordo è l'impatto culturale del suo design. Il classico del 1927 vede la giovane rivoluzionaria Maria rapita da un inventore e trasformata nella Maschinenmensch, che letteralmente si traduce come "macchina umana" in tedesco.

Non è stato solo un primo esempio di robot con un design umanoide, ma uno dei primi istigatori di avere robot senza genere in forma femminile. Questa non era necessariamente una buona cosa – ci sono ancora stereotipi di genere dannosi che sessualizzano i robot che sembrano femminili – ma ha comunque creato un tropo. Ancora oggi molti robot e assistenti di intelligenza artificiale nella vita reale hanno attributi femminili e la povera Maria ha sicuramente avuto un effetto su quella tendenza.

  • Guarda Metropolis gratuitamente su Plutone TV. (si apre in una nuova scheda)

7: Roy Batty – Blade Runner

(Credito immagine: Warner Bros.)

Il replicante killer del classico di culto Blade Runner, Roy Batty è famoso soprattutto per il suo monologo finale agrodolce, ma il personaggio merita più lodi. Interpretato eccezionalmente da Rutger Hauer, questo essere umano artificiale è molto più complesso di un semplice robot che pronuncia un grande discorso.

Roy inizialmente sembra un antagonista superficiale – un androide impazzito che uccide gli umani – ma il suo tragico retroscena lo eleva a un personaggio classico. Roy è stato essenzialmente creato come schiavo per combattere in conflitti fuori dal mondo. Sebbene abbia ucciso alcune persone nel suo viaggio per incontrare il suo creatore, Roy sembra riflettere in modo significativo sulla sua breve vita mentre si spegne. La sua eredità non andrà perduta nel tempo, come le lacrime nella pioggia.


6: Ava – Ex Machina

(Credito immagine: Universal Pictures)

Il thriller fantascientifico intelligente di Alex Garland Ex Machina ci ha presentato un giroide altrettanto intelligente. Creata da un inventore narcisista, Ava viene sottoposta al test di Turing da un programmatore e la supera a pieni voti, lasciando anche un'impressione duratura.

Sono i misteriosi motivi di Ava che la rendono così avvincente. È semplicemente un robot omicida con intenzioni sinistre o un prigioniero maltrattato che fa il possibile per sopravvivere? Non importa i personaggi, noi il pubblico non possiamo mai dire se è sincera su qualcosa o se è emotivamente manipolatrice. Una cosa che sappiamo è che Ava si è consolidata come un'icona moderna.


5: Vescovo – Alieni

(Credito immagine: 20th Century Fox)

Il franchise di Alien ha portato alla creazione di alcuni fantastici androidi. Sia Ash che David sono robot malvagiamente ingannevoli resi famosi grazie alle brillanti esibizioni di Ian Holm e Michael Fassbender. Bishop, tuttavia, fa il taglio nella nostra lista per aver sovvertito il tropo del robot malvagio e avere una personalità sincera.

A differenza degli altri androidi della serie, Bishop è programmato per proteggere la vita umana anche quando ha il compito di studiare gli xenomorfi. In superficie Bishop è una macchina senza fronzoli con una super intelligenza, ma piccoli accenni di emozione suggeriscono che ha più umanità di quanto pensiamo. Dalle battute sottili al giocare brutti scherzi con i coltelli e alla creazione di fiducia con Ripley, Bishop ha più calore nel suo personaggio rispetto all'intero equipaggio.


4: Il gigante di ferro – Il gigante di ferro

(Credito immagine: Warner Bros.)

C'è da meravigliarsi se il protagonista del titolo fa piangere incontrollabilmente tutti verso la fine del film? In 90 brevi minuti, apprendiamo che il Gigante è un robot infantile che è più nobile di quanto qualsiasi essere umano possa mai essere.

Sebbene la sua statura e il design anni '50 rendano il Gigante una presenza imponente, l'amicizia che stringe con il giovane Hogarth è a dir poco commovente. Come Hogarth insegna al Gigante sulla scelta e sul fare la cosa giusta, il Gigante a sua volta ci insegna che sei chi scegli di essere attraverso le sue azioni. Creato come arma di distruzione di massa, il Gigante sceglie di essere un'anima gentile, un'anima che fa il sacrificio estremo per il suo caro amico.


3: WALL-E – WALL-E

(Credito immagine: Disney/Pixar)

Questo piccolo collezionista di spazzatura ha catturato i nostri cuori con la sua personalità sciocca e adorabile. WALL-E viene spesso coinvolto in situazioni esilaranti mentre ripulisce una Terra abbandonata, esce con il suo amico scarafaggio e ammira i piccoli ninnoli che colleziona.

Per un robot che parla a malapena due parole, WALL-E trasuda così tanta emozione. I suoi grandi occhi, pieni di meraviglia, e piccoli ronzii e strilli ci hanno fatto innamorare di lui ancor prima che EVE facesse il suo ingresso. Non sorprende che il severo EVE alla fine si innamori di WALL-E, soprattutto dopo aver mostrato il suo lato romantico ballando con lei in This Web.


2: T-800 – Il terminatore

(Credito immagine: Orion Pictures)

Ci sono Terminator più avanzati e pericolosi là fuori, ma nessuno è più iconico dell'originale. Rispetto al resto dei robot in questo elenco, è davvero la performance dell'attore che eleva il T-800 (si apre in una nuova scheda) nella hall of fame robotica.

Schwarzenegger è terrificante come l'inarrestabile macchina per uccidere che non si fermerà finché il suo obiettivo non sarà stato completato. Potrebbe avere i muscoli, ma è la sua prestazione fisica che rende il T-800 così formidabile: raramente sbatte le palpebre, non reagisce mai, insegue solo il suo obiettivo. Mantenendo la sua parola, il T-800 torna davvero per mostrare quanto sia scoraggiante e potente.


1: R2-D2 e C-3PO – Guerre stellari

(Credito immagine: Disney / Lucasfilm)

È impossibile scegliere tra i due robot più iconici della storia, quindi stiamo leggermente barando e includendoli entrambi in cima a questa lista. R2-D2 e C-3PO sono persone adorabili di per sé, ma la loro relazione è fondamentale per una galassia lontana, lontana così come per se stessi.

La maggior parte delle persone generalmente preferisce R2-D2 ed è facile capire perché. È un adorabile piccolo droide astromeccanico con un atteggiamento impertinente, ma anche un amico leale che viene fornito con una serie di strumenti utili. Non c'è da stupirsi che R2-D2 sia stato immortalato come un set Lego altamente dettagliato (si apre in una nuova scheda). C-3PO è sicuramente il più sottovalutato dei due ma merita assolutamente più lodi.

Le sue esplosioni di panico sono esilaranti, può vedere attraverso l'atteggiamento di R2-D2 e C-3PO salva anche la situazione più di una volta. Ma la cosa più sorprendente è la performance di Anthony Daniels che conferisce al droide una personalità accattivante. Insieme o individualmente, questi sono i migliori robot cinematografici di tutti i tempi.

Ir arriba