Nemesis Star Theory: The Sun’s “Death Star” Companion

Nemesis è una stella nana teorica pensata per essere una compagna del nostro sole. La teoria è stata postulata per spiegare un ciclo percepito di estinzioni di massa nella storia della Terra. Gli scienziati hanno ipotizzato che una stella del genere potrebbe influenzare l'orbita di oggetti nel lontano sistema solare esterno, mandandoli in rotta di collisione con la Terra.

Mentre recenti sondaggi astronomici non sono riusciti a trovare alcuna prova dell'esistenza di una stella del genere, uno studio del 2017 suggerisce che potrebbe esserci stata una "Nemesi" in un passato molto antico.

L'argomento per Nemesis

All'inizio degli anni '80, gli scienziati hanno notato che le estinzioni sulla Terra sembravano seguire uno schema ciclico. Le estinzioni di massa sembrano verificarsi più frequentemente ogni 27 milioni di anni. Il lungo lasso di tempo li ha portati a rivolgersi agli eventi astronomici per una spiegazione.

Nel 1984, Richard Muller dell'Università della California Berkley suggerì che una stella nana rossa a 1,5 anni luce di distanza potesse essere la causa delle estinzioni di massa. Teorie successive hanno suggerito che Nemesis potrebbe essere una nana bruna o bianca, o una stella di piccola massa solo poche volte più massiccia di Giove. Tutti proietterebbero una luce fioca, rendendoli difficili da individuare.

Gli scienziati hanno ipotizzato che Nemesis possa influenzare la nuvola di Oort, che è costituita da rocce ghiacciate che circondano il sole oltre la gamma di Plutone. Molti di questi pezzi viaggiano intorno al sole in un'orbita ellittica a lungo termine. Mentre si avvicinano alla stella, il loro ghiaccio inizia a sciogliersi e a fluire dietro di loro, rendendole riconoscibili come comete.

Se Nemesis viaggiasse attraverso la nuvola di Oort ogni 27 milioni di anni, alcuni sostengono, potrebbe espellere comete extra dalla sfera e farle scagliare verso il sistema solare interno e la Terra. I tassi di impatto aumenterebbero e le estinzioni di massa sarebbero più comuni.

La cintura di Kuiper, un disco di detriti che si trova all'interno del sistema solare, ha anche un bordo esterno ben definito che potrebbe essere tranciato da una stella compagna. I ricercatori hanno trovato altri sistemi in cui una stella compagna sembra aver influenzato la forma dei dischi di detriti.

Il pianeta nano Sedna dà ulteriore credito agli occhi di alcuni all'esistenza di una stella compagna per il sole. Con un'orbita fino a 12.000 anni, il pianeta presenta un enigma a molti. Gli scienziati hanno suggerito che un oggetto enorme come una stella fioca potrebbe essere responsabile di tenere Sedna così lontano dal sole.

Un'altra teoria è che esiste un enorme gigante di ghiaccio, soprannominato "Pianeta Nove", che si trova ai margini del nostro sistema solare. I ricercatori Konstantin Batygin e Mike Brown (entrambi del California Institute of Technology) hanno suggerito nel 2016 che un tale corpo potrebbe sollevare corpi ghiacciati più piccoli nella fascia di Kuiper. È in corso la ricerca del Pianeta Nove. In particolare, Brown faceva parte del gruppo di ricerca che ha trovato Sedna e molti altri corpi ghiacciati nella fascia di Kuiper, ed è stato uno dei principali sostenitori della riclassificazione di Plutone (un tempo considerato un pianeta) in un pianeta nano nel 2006.

Una teoria sotto tiro

Sebbene alcuni scienziati trovino plausibile la teoria di Nemesis, altri no. La natura ciclica iniziale delle estinzioni di massa è ancora in discussione. Gli studi sui crateri sembrano indicare che un tale schema non esiste. Altri studi sui reperti fossili suggeriscono che è più probabile che si verifichino estinzioni di massa intorno a quei picchi, sebbene eventi di estinzione si verifichino durante altre epoche.

Per evitare di influenzare in modo significativo l'orbita dei pianeti, nonché per evitare l'osservazione, Nemesis deve rimanere a distanza dal sole. Ma gli astronomi sostengono che un'orbita del genere sarebbe intrinsecamente instabile. Viaggiando così lontano, Nemesis sarebbe influenzata da altre stelle che si muovono attraverso la galassia. L'orbita risultante non fornirebbe un calcio costante alla nuvola di Oort, ma cambierebbe costantemente.

Nel 2017, un nuovo studio ha suggerito che quasi tutte le stelle come il sole sono nate con compagni. Gli astronomi hanno condotto studi dettagliati su giovani stelle nella nube molecolare di Perseo e hanno supportato il loro lavoro con la modellazione. Ma "Nemesis", se davvero esisteva in quel momento, si è liberata dal sole all'inizio della sua storia e si è trasferita nel resto della popolazione della Via Lattea, hanno detto gli astronomi.

Individuare l'invisibile

Un compagno solare potrebbe essere difficile da trovare, ma sarebbe comunque visibile da telescopi sensibili. Gli astronomi hanno perlustrato il cielo utilizzando il Two Micron All Sky Survey (2MASS), che ha studiato il cielo per quattro anni in tre lunghezze d'onda dell'infrarosso. Lo strumento ha scoperto 173 nane brune più lontane del nostro sistema solare, ma nessuna abbastanza vicina da essere la famigerata Nemesi.

Il Wide-field Infrared Survey Explorer della NASA ha completato la sua missione di 1,25 anni nel febbraio 2011, dopo aver scoperto un certo numero di nane brune entro 20 anni luce. Ancora una volta, nessuno di questi si trovava vicino al sistema solare.

La mancanza di scoperta di un valido candidato da parte di questi due strumenti sensibili ha portato molti scienziati a concludere che il sole è una singola stella e non ha una compagna.

Secondo la pagina "Ask an Astrobiologist" della NASA,

(Il) Sole non fa parte di un sistema stellare binario. Non ci sono mai state prove per suggerire un compagno. L'idea è stata smentita da diverse rilevazioni del cielo a infrarossi, la più recente dalla missione WISE. Se ci fosse stata una nana bruna compagna, questi sensibili telescopi a infrarossi l'avrebbero rilevata. David Morrison, scienziato senior di astrobiologia, 17 ottobre 2012

Segnalazione aggiuntiva di Elizabeth Howell, collaboratore di questo Web.com

Ir arriba