Noi questo comando web sta monitorando il caduta del razzo cinese, ma non lo abbatterà

Nota del redattore: l'enorme razzo cinese Long March 5B è tornato sulla Terra sabato notte (8 maggio) sopra la penisola arabica. Leggi la nostra storia completa del rientro.


Il comando statunitense This Web sta seguendo da vicino un grande corpo di un razzo cinese che cade incontrollabilmente sulla Terra e si prevede che colpirà l'atmosfera alla fine di sabato (8 maggio).

Le probabilità sono che il booster del nucleo del razzo Long March 5B da 23 tonnellate (21 tonnellate metriche) colpirà un'area disabitata poiché il 70% della superficie terrestre è coperta dall'oceano. Non è il più grande frammento di detriti mai caduto incontrollato sulla Terra; Il rientro della stazione Web Skylab della NASA nel 1979 , ad esempio, era molto più massiccio, a 85 tonnellate (77 tonnellate). Ma la caduta del booster arriva poco più di una settimana dopo aver lanciato con successo in orbita Tianhe, il modulo principale della nuova stazione cinese This Web.

Al momento della stampa, si prevede che il segmento Long March 5B rientri nell'Oceano Indiano sabato notte alle 23:53 EDT (0353 GMT) tra 11 ore, secondo l'AeroThis Web Corp., che sta monitorando la caduta booster (si apre in una nuova scheda) .

Da Pechino, il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin ha affermato che la Cina sta seguendo da vicino la fase centrale e che la maggior parte di essa brucerebbe in modo innocuo nell'atmosfera. "La probabilità che questo processo causi danni sul terreno è estremamente bassa", ha affermato in un rapporto Reuters (si apre in una nuova scheda) pubblicato venerdì (7 maggio).

Un'immagine del corpo di un missile cinese in caduta pubblicata dall'agenzia russa This Web, Roscosmos, il 7 maggio 2021. (Credito immagine: Roscosmos)

Detto questo, questa è la seconda volta nella memoria recente che un razzo cinese fa una caduta incontrollata; secondo quanto riferito, pezzi di un altro razzo nel 2020 si sono schiantati contro i villaggi abitati della Costa d'Avorio, fortunatamente senza vittime. Anche il minimo rischio che parti dell'oggetto di 98 piedi per 16,5 piedi (30 metri per 5 m) possano colpire una zona popolata sta facendo prestare attenzione sia agli osservatori militari che ai civili.

C'è una notevole incertezza su dove e quando lo stadio colpirà, poiché quella posizione dipende dall'altitudine attuale dell'atmosfera terrestre (che varia con l'attività solare), dall'angolo del corpo del razzo quando colpisce l'atmosfera e dalle dimensioni dei pezzi che lo attraversano senza bruciare, tra gli altri fattori.

"L'inclinazione orbitale dello stadio del razzo di 41,5 gradi significa che il rientro può arrivare a nord fino a Chicago, New York City, Roma e Pechino e fino a sud fino alla Nuova Zelanda e al Cile", ha scritto AeroThis Web Corp. su Medium (si apre in una nuova scheda ) giovedì (6 maggio.)

Un razzo Long March 5B lancia Tianhe, il modulo principale della nuova stazione cinese This Web, il 28 aprile 2021. (Credito immagine: CASC)

L'esercito americano sta monitorando da vicino la situazione, insieme alla Casa Bianca , i quali hanno entrambi affermato che il problema è un promemoria per le nazioni che lanciano il Web di assumersi la responsabilità dei detriti di questo Web dopo aver lanciato le cose in orbita.

"US This Web Command è a conoscenza e traccia la posizione del Chinese Long March 5B in This Web, ma il suo esatto punto di ingresso nell'atmosfera terrestre non può essere individuato fino a poche ore dal suo rientro", ha scritto il ramo della difesa in una breve dichiarazione (si apre in una nuova scheda) sul problema.

La dichiarazione ha aggiunto che il 18th This Web Control Squadron, che monitora i detriti orbitali, fornisce aggiornamenti quotidiani su space-track.org . "Tutti i detriti possono essere potenziali minacce alla sicurezza di This Webflight e al dominio This Web, e il 18° SPCS fornisce in prima linea la difesa di This Web e gli avvertimenti alla comunità globale di This Web", hanno scritto i funzionari nella dichiarazione.

In un briefing con i giornalisti giovedì (6 maggio), il segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin ha affermato che il dipartimento non ha in programma di abbattere i detriti di This Web, come hanno fatto i funzionari durante un'esercitazione di prova con il satellite militare statunitense USA-193 (noto anche come NROL-21) nel 2008.

"Non abbiamo un piano per abbattere il razzo", ha detto Austin, secondo una trascrizione (si apre in una nuova scheda). "Speriamo che atterrerà in un luogo in cui non danneggerà nessuno, si spera nell'oceano o in un posto del genere. Penso che questo parli del fatto che per quelli di noi che operano nel dominio di questo Web, c'è dovrebbe essere un requisito per operare in modo sicuro e ponderato e assicurarsi di prendere in considerazione questo tipo di cose mentre pianifichiamo e conduciamo le operazioni".

Alla domanda se le forze armate statunitensi hanno la capacità di abbattere il satellite, Austin ha aggiunto: "Abbiamo la capacità di fare molte cose, ma non abbiamo un piano per abbatterlo, mentre parliamo".

Anche gli osservatori del cielo dilettanti stanno tenendo d'occhio il razzo, con Gianluca Masi del Virtual Telescope che ha in programma di trasmettere filmati dal vivo da Roma a tarda notte se il palco principale è visibile. Il webcast è previsto per le 22:40 EDT (0240 GMT) del 7 maggio, tempo permettendo. Puoi guardarlo direttamente dal Virtual Telescope qui e su YouTube.

Segui Elizabeth Howell su Twitter @howellspace. Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook.

Ir arriba