Oort Cloud: il guscio ghiacciato del sistema solare esterno

Si pensa che un gigantesco guscio di corpi ghiacciati noto come Nube di Oort circondi il sistema solare. Potrebbero esserci miliardi, anche trilioni di corpi al suo interno, e alcuni sono così grandi da essere considerati pianeti nani. Quando gli abitanti interagiscono con le stelle di passaggio, le nubi molecolari e la gravità della galassia, possono trovarsi a spirale verso l'interno verso il sole, o essere proiettati completamente fuori dal sistema solare in regioni lontane di Questa Rete. Sebbene questo guscio sia stato proposto per la prima volta nel 1950, la sua estrema distanza rende difficile per gli scienziati identificare gli oggetti al suo interno.

Identificazione della nuvola di Oort

Nel 1950, l'astronomo olandese Jan Oort suggerì che alcune delle comete che entrano nel sistema solare provenissero da una nuvola di corpi ghiacciati che potrebbe trovarsi fino a 100.000 volte la distanza della Terra dal sole, una distanza fino a 9,3 trilioni di miglia (15 trilioni di chilometri ).

Due tipi di comete viaggiano attraverso il sistema solare. Quelli con periodi brevi, dell'ordine di poche centinaia di anni, provengono dalla cintura di Kuiper, una frittella di particelle ghiacciate vicino all'orbita di Plutone. Le comete di periodo più lungo, con orbite di migliaia di anni, provengono dalla più lontana Nube di Oort.

Le due regioni variano principalmente in termini di distanza e posizione. La cintura di Kuiper orbita approssimativamente sullo stesso piano dei pianeti, da 30 a 50 volte più lontano dal sole della Terra. Ma la Nube di Oort è un guscio che circonda l'intero sistema solare ed è cento volte più distante.

Le comete della Nube di Oort possono viaggiare fino a tre anni luce dal sole. Più si allontanano, più debole diventa la presa gravitazionale del sole. Il passaggio di stelle e nubi di gas molecolare può facilmente cambiare l'orbita di queste comete, strappandole al nostro sole o rigettandole verso di esso. Il percorso delle comete è in continuo mutamento, a seconda dei fattori che lo influenzano.

Rappresentazione artistica della cintura di Kuiper e della nuvola di Oort. (Credito immagine: NASA)

Abitanti della Nube di Oort

I 2 trilioni di oggetti stimati nella Nube di Oort sono composti principalmente da ghiacci di ammoniaca, metano e acqua. Formatisi all'inizio del sistema solare, gli oggetti sono frammenti incontaminati della prima vita della nuvola, il che significa che queste comete forniscono informazioni sull'ambiente in cui si è evoluta la Terra primordiale. Mentre la gravità ha riunito altri frammenti di polvere e ghiaccio in corpi celesti più grandi, i residenti della Nube di Oort hanno sperimentato un risultato diverso. La gravità degli altri pianeti, principalmente giganti gassosi come Giove, li ha spinti nel sistema solare esterno, dove rimangono. [FOTO: viste spettacolari della cometa dalla Terra e da questo Web]

La popolazione della Nube di Oort è in un continuo stato di flusso. Non solo alcuni dei suoi residenti vengono permanentemente espulsi dal sistema attraverso le interazioni con i vicini di passaggio, ma il sole potrebbe anche catturare gli abitanti dai gusci rotanti che circondano altre stelle.

La cometa Hale-Bopp ha catturato l'attenzione di milioni di persone quando è arrivata dalla Nube di Oort per passare vicino alla Terra prima di tornare alla sua lontana casa. (Credito immagine: JC Casado)

Quando la cometa Hyakutake è passata entro 9 milioni di miglia (15 milioni di chilometri) dalla Terra nel 1996, stava completando un viaggio di circa 17.000 anni dai lontani confini della Nube di Oort. Hale-Bopp è stata un'altra cometa di lungo periodo che ha viaggiato dalla Nube di Oort. Visibile per quasi un anno e mezzo, è passato entro 122 milioni di miglia (197 milioni di km) dalla Terra. Entrambi questi oggetti della Nube di Oort hanno cambiato drasticamente le loro orbite a seguito del loro passaggio attraverso il sistema solare. Si ritiene che anche la cometa di Halley provenga originariamente dalla nuvola di Oort, sebbene ora sia un oggetto della cintura di Kuiper.

Gli scienziati hanno anche identificato diversi pianeti nani che credono facciano parte di questo gruppo distante. Il più grande è Sedna, che si pensa sia grande tre quarti di Plutone. Sedna si trova a 8 miliardi di miglia (13 miliardi di km) dalla Terra e orbita attorno al sole circa ogni 10.500 anni. Altri oggetti includono 2006 SQ372, 2008 KV42, 2000 CR105 e 2012 VP113, comete di dimensioni comprese tra 30 e 155 miglia (da 50 a 250 km). L'ultima aggiunta a questa folla è il TG387 del 2015, soprannominato The Goblin, descritto per la prima volta in una ricerca pubblicata nel 2018.

Altre risorse:

  • La pagina della NASA sulla nuvola di Oort e la cintura di Kuiper
  • Comete: formazione, scoperta ed esplorazione
  • Oggetti della cintura di Kuiper

Questo articolo è stato aggiornato il 4 ottobre 2018 da Meghan Bartels, scrittrice senior di This Web.com. Seguici su @Spacedotcom, Facebook e Google+. Articolo originale su questo Web.com.

Ir arriba