Osservatorio di Yerkes: sede del più grande telescopio rifratta

La Luna di Mais sarà piena nel pomeriggio di mercoledì 2 settembre alle 13:22 EDT (1722 GMT), quattro giorni prima che la luna occulti Marte, secondo il sito SkyCal della NASA.

A New York City, la luna sarà situata nella costellazione dell'Acquario, sorgendo la sera del 2 settembre alle 20:06 ora locale. La luna tramonta la mattina successiva alle 7:32 Mentre gli osservatori in Nord America perderanno il momento in cui la luna diventa ufficialmente piena, la differenza non sarà evidente più tardi quella sera.

Una luna piena si verifica quando la luna si trova sul lato opposto della Terra rispetto al sole. Tecnicamente, la sua longitudine celeste è di 180 gradi dal sole nel cielo. L'orbita della luna è inclinata di circa cinque gradi dal piano dell'orbita terrestre, quindi anche se la luna è "dietro" la Terra, non è nell'ombra della Terra ogni volta che fa un circuito del nostro pianeta. Nelle occasioni in cui passa attraverso l'ombra della Terra vediamo un'eclissi lunare, ma questa volta non accadrà (la prossima eclissi lunare è prevista nella notte tra il 29 e il 30 novembre).

Vedi Marte, Giove e Saturno nella notte della Luna Piena del Mais. Questa mappa del cielo mostra dove si troveranno questi pianeti ad occhio nudo (e Urano) alle 23:00 ora locale, come si vede da New York City. (Credito immagine: app SkySafari)

Pochi giorni dopo la luna piena nelle prime ore di domenica 6 settembre, la luna si occulterà o passerà davanti a Marte per gli osservatori in Sud America e Africa occidentale. Altre parti del mondo vedranno la luna fare un passaggio molto vicino a Marte così vicino in alcuni casi che i due si adatteranno allo stesso campo visivo di un binocolo.

Per gli osservatori del cielo a Rio de Janeiro, l'occultazione inizia alle 3:15 ora locale. Marte e la luna saranno entrambi a circa 44 gradi sopra l'orizzonte nord-orientale. L'occultazione termina circa 20 minuti dopo, alle 00:35. Nel frattempo, a La Paz, in Bolivia, l'occultazione inizia alle 22:39 ora locale del 5 settembre e termina alle 23:40

La differenza di durata è in parte dovuta alla propria latitudine sulla Terra; è anche il motivo per cui l'occultazione diventa un passaggio ravvicinato quando ci si sposta più a nord oa sud di una certa regione, la posizione della luna rispetto alle stelle di fondo e Marte cambia leggermente con la propria latitudine. Il fenomeno si chiama parallasse, e lo si può dimostrare con il vecchio trucco di tenere un braccio teso e alzare il pollice, poi vedendo come sembra "saltare" se si osserva prima con l'occhio sinistro aperto e quello destro chiuso, e poi chiudendo l'occhio sinistro e aprendo il destro. Un elenco completo dei tempi di occultazione è disponibile presso l'International Occultation Timing Organization , che elenca le posizioni per paese e gli orari nell'ora universale.

Per gli osservatori a New York City, la luna e Marte effettuano un passaggio ravvicinato, i due saranno entro 1 minuto d'arco, o un trentesimo di diametro lunare. Gli osservatori di New York lo vedranno alle 00:44 ora locale, secondo il sito di skywatching In-The-Sky.org. La luna sarà ancora quasi piena e Marte sarà a 38 gradi sopra l'orizzonte est-sud-est, ma la luna sarà abbastanza vicina ad essa che sarà facile trovare i due.

Le costellazioni visibili all'inizio di settembre sono ancora in gran parte quelle dell'estate; in prima serata è ancora visibile il Triangolo d'Estate in prossimità dello zenit. Scorpione e Sagittario saranno nel sud, e Giove e Saturno sono entrambi nell'ultima costellazione. Con il progredire della notte del 2 settembre si vedranno tramontare le stelle estive e sorgere le stelle autunnali; entro mezzanotte Pegaso e Andromeda saranno entrambi sopra l'orizzonte orientale.

La luna di mais

Il nome della luna piena più vicina all'equinozio d'autunno, "Luna del raccolto", ovviamente riflette che settembre è stato l'inizio della stagione del raccolto nell'emisfero settentrionale, specialmente in Europa. La luna piena di settembre di quest'anno sarà la Luna del Mais, perché la successiva luna piena del 1 ottobre (che normalmente porterebbe il soprannome di "Luna del cacciatore") è più vicina all'equinozio.

I nativi del Nord America avevano una serie di associazioni e nomi diversi per la lunazione di settembre e la luna piena. Secondo il progetto Ontario Native Literacy, i popoli Ojibwe (Anishinaabe) chiamavano anche la nona luna piena dell'anno Luna di Mais, riflettendo la stagione del raccolto. I popoli Cree la chiamavano Luna in calore, perché gli alci a settembre iniziano a strofinare via il velluto dalle loro corna prima della stagione degli amori. Nel Pacifico nord-occidentale i Tlingit chiamavano la lunazione di settembre la Luna dei Giovani Animali, mentre gli Haida chiamavano il mese "Corteccia di cedro per cappelli e cesti".

Nell'emisfero australe settembre è in primavera, con le giornate che diventano più calde, non sorprende che i Mori della Nuova Zelanda descrivano i mesi lunari da agosto a settembre (misurati dalla luna nuova alla luna nuova) come Mahuru: "La Terra ora ha acquisito calore, così come vegetazione e alberi", secondo l'Enciclopedia della Nuova Zelanda. La luna piena di settembre cadrà proprio nel mezzo).

Per le tradizioni abramitiche la luna piena di settembre è importante, in quanto per gli ebrei è quella che porta ai grandi giorni santi di Rosh Hashanah, che segna la fine dell'anno solare lunare ebraico (la festa vera e propria è la luna nuova del 18 settembre).

Puoi seguire This Web.com su Twitter @Spacedotcom e su Facebook.

Ir arriba