Paesaggi alieni: 15 posti sulla terra che sembrano esopitari

Per anni, gli umani hanno fantasticato di viaggiare in mondi lontani. Presto torneremo al vicino più vicino alla Terra con la prossima missione Artemis 2 con equipaggio intorno alla luna e la NASA mira a utilizzare il programma Artemis come trampolino di lancio verso Marte, dove l'agenzia vuole inviare astronauti alla fine degli anni '30 o all'inizio degli anni '40.

Fortunatamente per la maggior parte di noi, la Terra offre alcuni luoghi davvero maestosi da visitare che ti faranno sentire come se avessi appena messo piede su un altro pianeta. Non hai bisogno di This Webcraft e di milioni di dollari per vivere un'esperienza ultraterrena, solo il tuo passaporto e un biglietto aereo.

Dai ghiacciai ai deserti, dai vulcani alle grotte, scopri alcuni dei luoghi più surreali che la Terra ha da offrire.

1. Grande Primavera Prismatica, Parco Nazionale di Yellowstone

La Grand Prismatic Spring situata nel Parco Nazionale di Yellowstone è la caratteristica termale più fotografata di Yellowstone. (Credito immagine: Peter Adams tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

La Grand Prismatic Spring è la caratteristica termale più fotografata nel Parco Nazionale di Yellowstone, secondo l'editore di avventure Outside (si apre in una nuova scheda).

Secondo il National Park Service degli Stati Uniti (si apre in una nuova scheda), l'anello dai colori vivaci misura da 200 a 300 piedi (da 60 a 90 metri) di diametro e 121 piedi (36 m) di profondità, non c'è da stupirsi che questa sorprendente primavera sia così popolare tra fotografi e turisti allo stesso modo.

La sorgente surriscaldata è anche un luogo ricercato per organismi microscopici noti come termofili, che prosperano in ambienti caldi. ("Thermo" significa calore e "phile" significa amante.) I termofili più resistenti che vivono nell'acqua più calda sono incolori o gialli, mentre i termofili arancioni, marroni e verdi vivono nelle acque non troppo calde intorno al bordo della primavera.

2. Wadi Rum, Giordania

Wadi Rum è un drammatico deserto situato nel sud della Giordania. (Credito immagine: foto di Jamie Friedland tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Il Wadi Rum è un deserto che copre 277 miglia quadrate (717 chilometri quadrati) situato nel sud della Giordania, secondo il sito web di viaggi WadiRum.jo (si apre in una nuova scheda). Mentre esplori la drammatica natura selvaggia, saresti perdonato per aver pensato di aver appena messo piede su Marte. Con ampie vallate sabbiose alte più di un miglio (1700 metri), dune rosse lisce e affascinanti formazioni rocciose, Wadi Rum è un luogo meraviglioso.

L'ufficiale di collegamento britannico Thomas Edward Lawrence prestò servizio con le forze ribelli durante la rivolta araba contro i turchi ottomani all'inizio del XX secolo. Ha descritto il Wadi Rum come "vasto, echeggiante e simile a Dio", secondo il sito web di viaggi Wadi Rum Nomads (si apre in una nuova scheda).

Lawrence ha scritto un libro sul periodo chiamato "I sette pilastri della saggezza", che è stato poi trasformato nel famoso film del 1962 "Lawrence d'Arabia". Diverse scene del film sono state girate a Wadi Rum, secondo IMDB (si apre in una nuova scheda).

3. Ghiacciaio Vatnajokull, Islanda

Il ghiacciaio Vatnajokull è il secondo ghiacciaio più grande d'Europa e ospita imponenti grotte di ghiaccio sotto la superficie. (Credito immagine: Andrea Comi tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Il ghiacciaio Vatnajokull è il secondo ghiacciaio più grande d'Europa. Copre 3.130 miglia quadrate (8.100 chilometri quadrati) l'8% della massa continentale islandese secondo il sito web di viaggi Guide to Iceland (si apre in una nuova scheda).

Il ghiacciaio monumentale è profondo oltre 3.000 piedi (900 m) in alcuni punti e nasconde diversi vulcani attivi sotto la sua superficie, i più famosi sono Grmsvtn, rfajkull e Brarbunga. I geologi ritengono che le eruzioni vulcaniche da questa regione siano in ritardo e che potremmo quindi vedere un'attività significativa entro i prossimi 50 anni.

Vatnajkull ospita anche incantevoli grotte di ghiaccio come quella nella foto sopra, con tour dei ghiacciai e delle grotte di ghiaccio (si apre in una nuova scheda) disponibili durante i mesi invernali.

Il ghiacciaio si sta restringendo anno dopo anno a causa del riscaldamento delle temperature globali; il suo spessore è diminuito in media di circa 3 piedi (0,9 m) all'anno negli ultimi 15 anni.

4. Grotte di lucciole di Waitomo, Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda ospita grotte surreali illuminate da lucciole. (Credito immagine: MarcelStrelow tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Se hai voglia di scambiare una notte sotto le stelle con un diverso tipo di spettacolo di luci, le famose grotte di lucciole della Nuova Zelanda potrebbero essere il biglietto giusto.

Secondo NewZealand.com (si apre in una nuova scheda), le Waitomo Caves offrono alcuni dei migliori panorami di lucciole del paese. Fai un viaggio attraverso le Waitomo Caves in barca, in kayak oa piedi e osserva le migliaia di lucciole che chiamano queste grotte la loro casa. L'ambiente unico sembra uscito da un film di fantascienza, con strane creature che illuminano il percorso come un cielo costellato di stelle.

Le lucciole producono luce attraverso una reazione chimica, in un processo noto come bioluminescenza, secondo il Museo di storia naturale (si apre in una nuova scheda) a Londra.

5. Saline di Salar de Uyuni, Bolivia

Il Salar de Uyuni in Bolivia è la più grande distesa di sale del mondo. (Credito immagine: StreetFlash tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Il Salar de Uyuni in Bolivia è la più grande distesa salata del mondo, con un'estensione di oltre 3.800 miglia quadrate (10.000 km quadrati), secondo l'Agenzia europea di questa Web (si apre in una nuova scheda). La colossale distesa di sale è così grande che può essere vista da This Web.

La salina può raggiungere una profondità di 32 piedi (10 m) al centro. Secondo il sito di viaggi Salardeuyuni.com (si apre in una nuova scheda), Salar de Uyuni contiene oltre 10 miliardi di tonnellate di sale. È interessante notare che il 70% delle riserve mondiali di litio si trovano anche sotto la monumentale distesa di sale.

Queste seducenti saline nel surreale Altiplano della Bolivia sono una visita imperdibile per chi è desideroso di vivere qualcosa di straordinario.

6. Sossusvlei, deserto del Namib

Le dune rosso marziano di Sossusvlei sono tra le più alte del mondo. (Credito immagine: James Strachan tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Le imponenti dune rosse di Sossusvlei sono tra le più alte del mondo, raggiungendo quasi 1.300 piedi (400 m), secondo il sito web di viaggi Sossusvlei (si apre in una nuova scheda). Non sorprende che siano una delle attrazioni più visitate della Namibia.

L'ambiente simile a quello marziano si trova nella più grande area protetta dell'Africa, il Parco Nazionale Namib-Naukluft. La parola Sossusvlei si traduce in "vicolo cieco" e si riferisce alle dune che impediscono al fiume Tsauchab di scorrere ulteriormente.

Ci sono voluti milioni di anni prima che il vento scolpisse queste famose dune rosse. La polvere che forma le dune proviene dal fiume Orange, il fiume più lungo (si apre in una nuova scheda) del Sud Africa. La polvere scorre nell'Oceano Atlantico, dove la corrente di Benguela la porta verso nord. Quindi si lava a riva, viene trasportato dal vento e depositato nell'entroterra.

7. Lago Hillier, Australia

Sembra che il lago Hillier appartenga a un pianeta alieno. (Credito immagine: lindsay_imagery tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Il lago Hillier, situato a Middle Island, nell'Australia occidentale, sembra decisamente appartenere a un altro pianeta. Il netto contrasto tra il lago rosa, le acque blu scuro dell'Oceano Indiano e la lussureggiante foresta verde sono notevoli.

Secondo il sito web di viaggi Hiller Lake (si apre in una nuova scheda), gli scienziati non sono sicuri al 100% di come il lago ottenga la sua tonalità rosa rosata. Il sospetto più probabile sono le microalghe Dunaliella salina trovate nel lago, che producono carotenoidi un pigmento rosso. Ma anche i batteri alofili "amanti del sale" nelle croste di sale possono svolgere un ruolo. È stato anche suggerito che una reazione tra il sale e il bicarbonato di sodio potrebbe alterare il colore del lago.

Il misterioso lago rosa salmone è lungo circa 2000 piedi (600 m) e largo 820 piedi (250 m) ed è meglio visto dall'aria.

8. Parco nazionale Lenins Maranhenses, Brasile

Il Parco Nazionale Lenois Maranhenses contiene vaste distese di dune bianche separate da incantevoli lagune blu. (Credito immagine: Ignacio Palacios tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Il Lenois Maranhenses National Park contiene vaste distese di dune bianche che attraversano il paesaggio ultraterreno. Secondo il sito web di viaggi Lonely Planet (si apre in una nuova scheda), da maggio a settembre l'acqua piovana riempie le piscine cristalline, che sono compensate da suggestive dune bianche.

L'incantevole paesaggio dunare si estende per oltre 70 km lungo la costa e per oltre 50 km nell'entroterra. Lenois si traduce come "lenzuola" in portoghese e si riferisce alle dune bianche ondulate che dominano il paesaggio.

Il parco nazionale si visita meglio a giugno, luglio e agosto, quando le lagune sono al meglio, secondo Lonely Planet.

9. Depressione della Dancalia, Etiopia

La depressione della Dancalia è uno dei luoghi più inospitali e alieni della Terra. (Credito immagine: KrasnovaE tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

La depressione della Dancalia, in Etiopia, è uno dei luoghi più inospitali e alieni della Terra. Conosciuta come la "porta dell'inferno" secondo la BBC (si apre in una nuova scheda), la depressione della Dancalia è probabilmente la più vicina alla quale potrai mai arrivare sulla superficie di Venere (senza l'atmosfera schiacciante, ovviamente) . Soffocando acido solforico e gas di cloro riempiono l'aria, mentre stagni acidi e geyser punteggiano il paesaggio.

Secondo la BBC, le temperature in questa regione raggiungono regolarmente i 45 gradi Celsius, rendendola uno dei luoghi più caldi della Terra.

La depressione della Dancalia si trova a oltre 100 m sotto il livello del mare in una Rift Valley. Le rift valley si formano quando le placche tettoniche si allontanano in un "confine di placca divergente", secondo The Geological Society (si apre in una nuova scheda). L'attività vulcanica sottostante scolpisce il paesaggio mentre la Terra viene lacerata dalle cuciture. Alcune delle caratteristiche di Danakil Depression possono essere viste anche da This Web, secondo l'Osservatorio della Terra della NASA (si apre in una nuova scheda).

10. Vulcano Kilauea, Hawaii

Sulla costa meridionale della Big Island delle Hawaii, la lava del vulcano Kilauea incontra l'Oceano Pacifico. (Credito immagine: Eachat tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Sulla costa meridionale della Big Island delle Hawaii, la lava del vulcano Kilauea si riversa nell'Oceano Pacifico, creando scenari suggestivi lungo la costa frastagliata.

Il Kilauea è uno dei vulcani più attivi al mondo, secondo il sito web di viaggi Go Hawaii (si apre in una nuova scheda). Si trova nel Parco Nazionale dei Vulcani delle Hawaii, a circa 72 km a sud-ovest della vivace cittadina di Hilo.

Secondo il sito web sul turismo del vulcano Volcano Discovery (si apre in una nuova scheda), Kilauea è in continua eruzione dal 1983. Durante quel periodo, i flussi di lava del vulcano hanno coperto più di 38 miglia quadrate (100 km quadrati) e distrutto quasi 200 case.

Per gli ultimi aggiornamenti sulle eruzioni, consulta il sito web di viaggi Hawaii Guide (si apre in una nuova scheda) e tieniti informato sulle ultime notizie sulla lava.

11. Pamukkale, Turchia

Pamukkale, in Turchia, attrae visitatori da ogni parte del mondo. Il "Cotton Castle" è creato da bicarbonato di calcio. (Credito immagine: grinvalds tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Pamukkale, noto come il "Castello di cotone" della Turchia, è un paesaggio sereno costellato di pozze minerali circondate da scaffali e creste bianche "simili al cotone".

Il paesaggio unico è stato creato quando una sorgente con un'alta concentrazione di bicarbonato di calcio si è rovesciata oltre il bordo di una scogliera e si è riversata lungo il lato. L'acqua lascia dietro di sé i depositi di calcio bianchi che vediamo oggi, secondo il Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica di Turchia (si apre in una nuova scheda).

I turisti provenienti da ogni parte del mondo si riversano a Pamukkale per rilassarsi nelle calme acque e nelle miriadi di terme sorte in tutta la regione.

12. Montagna Arcobaleno, Perù

Rainbow Mountain, noto anche come Vinicunca, si trova in Perù. (Credito immagine: ViewApart tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Rainbow Mountain si trova nelle Ande del Perù, a circa 17.000 piedi (5.200 m) sul livello del mare, secondo il sito web del turismo di Rainbow Mountain (si apre in una nuova scheda). La montagna striata è famosa per il suo aspetto technicolor, creato da diversi sedimenti minerali (si apre in una nuova scheda).

Fino a poco tempo, questo gioiello arcobaleno delle Ande era sconosciuto, nascosto sotto una coltre di neve. Quando la neve si è sciolta, la gemma nascosta è stata rivelata e l'area ora attira centinaia di visitatori ogni giorno.

Rainbow Mountain è anche conosciuta come Vinicunca, secondo il sito web ufficiale del turismo Rainbow Mountain Perù (si apre in una nuova scheda). La parola Vinicunca deriva dal quechua una lingua indigena del Perù e si traduce in "montagna colorata".

13. Vulcano Kawah Ijen, Giava orientale, Indonesia

Il vulcano Kawah Ijen situato a East Java, in Indonesia, ha un chiaro bagliore blu, ma solo con la copertura dell'oscurità. (Credito immagine: mazzzur tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

I fiumi blu elettrico espulsi dal vulcano Kawah Ijen a Java orientale sembrano qualcosa di un altro mondo.

Contrariamente a quanto comunemente riportato, la lava stessa non è blu. Il colore sorprendente è il risultato delle emissioni di zolfo vulcanico. Secondo Geology.com (si apre in una nuova scheda), il vulcano emette gas solforosi che si accendono quando incontrano l'atmosfera ricca di ossigeno della Terra e bruciano con una ricca fiamma blu. Quando il gas sulfureo condensa, produce i famigerati fiumi blu che illuminano il paesaggio vulcanico di notte.

Secondo Smithsonian Magazine (si apre in una nuova scheda), il misterioso bagliore blu è visibile solo di notte perché sono le fiamme ad essere blu piuttosto che la lava stessa. Assomiglia a qualsiasi altro vulcano durante il giorno.

14. Han Son Doong, Vietnam

Han Son Doong è la grotta più grande del mondo. (Credito immagine: Geng Xu tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Nel cuore del Parco Nazionale di Phong Nha-Ke Bang in Vietnam si trova Han Son Doong, la grotta più grande del mondo. Secondo il sito web del turismo della grotta di Son Doong (si apre in una nuova scheda), la dimensione media del passaggio per Han Son Doong è di 220 piedi (67 m). La grotta è, in media, alta 656 piedi (200 m) e larga quasi 500 piedi (150 m).

Nel 2019, le dimensioni conosciute di Han Son Doong sono aumentate notevolmente quando è stato scoperto un tunnel sottomarino che collega la grotta a un'altra grotta, secondo un articolo pubblicato (si apre in una nuova scheda) su Lonely Planet.

La grotta ultraterrena è abbastanza grande da ospitare un isolato di New York City contenente grattacieli di 40 piani ed è sede delle stalagmiti più grandi del mondo, che misurano fino a 260 piedi (80 m), secondo il sito web del turismo di Doong Cave.

15. Fly Geyser, Nevada, Stati Uniti

Fly Geyser si trova su Fly Ranch nel mezzo del deserto del Nevada. (Credito immagine: Steve Tietze tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Cosa ottieni se incroci l'errore umano e la pressione geotermica? Una struttura dall'aspetto alieno alta 3,5 metri.

Fly Geyser è un geyser technicolor situato nel Fly Ranch nel mezzo del deserto del Nevada. La struttura emette acqua calda, creando piscine poco profonde che ospitano alghe termofile resistenti che prosperano in ambienti umidi e caldi, secondo il sito web del turismo Reno Tahoe (si apre in una nuova scheda).

Il geyser è stato creato per caso nel 1964 quando una società di energia geotermica ha perforato il sito nel tentativo di attingere all'acqua calda sottostante. Ma l'acqua non era abbastanza calda per essere utile alla compagnia energetica, quindi il sito è stato sigillato. Secondo Reno Tahoe, il pozzo è stato tappato in modo improprio e l'acqua bollente ha perforato la superficie, creando il bizzarro geyser a tre tumuli che vediamo oggi.

Risorse addizionali

Esplora Han Son Doong con questo tour virtuale (si apre in una nuova scheda) del National Geographic. Scopri di più sulla depressione della Dancalia e guarda quali viaggi sono disponibili con il sito web del turismo Brilliant Ethiopia (si apre in una nuova scheda). Scopri perché i gas solforici possono produrre le famigerate fiamme blu sul vulcano Kawah Ijen con questo articolo di Interesting Engineering. (si apre in una nuova scheda)

Bibliografia

Servizio del Parco Nazionale. Grande Primavera Prismatica (si apre in una nuova scheda)

Area Protetta Wadi Rum (si apre in una nuova scheda)

Guida all'Islanda, (si apre in una nuova scheda) Vatnajkull Travel Guide

Sito turistico della Nuova Zelanda (si apre in una nuova scheda), grotte di lucciole

ESA, Salina di Uyuni, Bolivia (si apre in una nuova scheda)

Sossusvlei, Benvenuti nella terra dimenticata dal tempo (si apre in una nuova scheda)

Hiller Lake, il lago rosa d'Australia (si apre in una nuova scheda)

Lonely Planet Parque Nacional dos Lenis Maranhenses (si apre in una nuova scheda)

The Geological Society, Plate Tectonic Stories, East African Rift Valley, East Africa (si apre in una nuova scheda)

Osservatorio della Terra della NASA, Curiosità sulla depressione della Dancalia (si apre in una nuova scheda)

Le Isole Hawaii (si apre in una nuova scheda), Parco Nazionale dei Vulcani delle Hawaii

Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica di Turchia, Pamukkale (si apre in una nuova scheda)

Rainbow Mountain Perù, sito ufficiale di informazioni (si apre in una nuova scheda) .

Geology.com, vulcano Kawah Ijen. Fiamme blu e il più grande lago altamente acido del mondo (si apre in una nuova scheda) .

Ir arriba