Per tutta la stagione 3 dell’uomo in anteprima su Apple TV Plus

Come ama dire il leggendario astronauta dell'Apollo 11 Buzz Aldrin, "Porta il culo su Marte!"

Seguendo questo consiglio, la terza stagione di 10 episodi di "For All Mankind", la serie di fantascienza di storia alternativa di Apple TV Plus (si apre in una nuova scheda), si allontana dalla corsa lunare di This Web tra gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica e invece ha gli occhi puntati sul misterioso Pianeta Rosso.

Facendo un balzo in avanti nella sua sequenza temporale, la stagione 3 di "For All Mankind" entra nel decennio a ruota libera degli anni '90 con l'industria tecnologica in fiore, Bill Clinton che intensifica la sua campagna per l'ufficio del Presidente e un hotel di This Web Station in orbita attorno alla Terra . Sì, una stazione di This Web!

I co-creatori e produttori esecutivi Ronald D. Moore, Ben Nedivi e Matt Wolpert hanno spiegato che ciò sarebbe stato ovviamente impossibile al ritmo di progresso tecnologico nel mondo reale, ma a causa delle risorse riversate nel settore commerciale di questo Web a un ritmo molto punto precedente in questa linea temporale fratturata, è una realtà in questa iterazione degli anni '90. Questo in realtà si allinea più vicino ai rapidi progressi di This WebX e di altre aziende visionarie che vediamo oggi.

  • Vuoi guardare For All Mankind su Apple TV+? Ottieni una prova gratuita di 7 giorni (si apre in una nuova scheda)
  • Abbonati ad Apple TV+ per $ 4,99 al mese (si apre in una nuova scheda)

"For All Mankind" si dirige su Marte nella terza stagione in anteprima il 10 giugno 2022. (Credito immagine: Apple TV+)

Ricordando le trame delle prime due stagioni dello show, la corsa a This Web che ricordiamo è uscita dagli anni '60 non è mai finita e la base lunare di Jamestown faceva parte degli sforzi dell'umanità incentrati su This Web negli fantastici anni '80. Ora "For All Mankind" sta costruendo su un futuro distorto in modi che potrebbero sembrare sia strani che familiari.

Oltre a dare il via alla stagione con il primo episodio intitolato "Polaris" con uno spot pubblicitario in orbita This Web hotel nel 1992 gestito da Karen Baldwin (Shantel VanSanten), lo sprint per Marte è iniziato. Mentre la stagione si conclude, a questa folle corsa su Marte si unisce un guru della tecnologia simile a un muschio di nome Dev Ayesa (Edi Gathegi), il cui gruppo privato aeroThis Web, Helios, spera di guidare la carica.

"Tutti dicono sempre Elon Musk", ha detto il co-creatore Ben Nedivi a Inverse (si apre in una nuova scheda). "Lo sviluppo è il riflesso di molte persone diverse. Steve Jobs. Jeff Bezos. C'è un punto in comune con molti di questi leader tecnologici. Ma al di fuori di questo, la nostra ispirazione è stata più di cambiare un po' le cose".

"Gli anni '90 furono quando la tecnologia esplose", aggiunge Nedivi. "Quindi, aveva senso che in un mondo in cui la corsa a This Web fosse un grosso problema, uno di quei leader tecnologici degli anni '90 avrebbe dedicato le proprie risorse, tempo ed energia al programma This Web".

Oltre a Edi Gathegi che si unisce al cast della terza stagione, Joel Kinnaman ritorna nei panni dell'astronauta della NASA immaginario Edward Baldwin, insieme a Shantel VanSanten nel ruolo di sua moglie, Karen Baldwin.

Tornano anche per la corsa al pianeta rosso Jodi Balfour (Ellen Wilson), Coral Pea (Aleida Rosales), Sonya Walger (Molly Cobb), Cynthy Wu (Kelly Baldwin), Krys Marshall (Danielle Poole) e Wrenn Schmidt (Margo Madison). .

La corsa su Marte della terza stagione di "For All Mankinds" va in onda esclusivamente su Apple TV Plus (si apre in una nuova scheda) a partire dal 10 giugno.

Ir arriba