Planet Nettuno: fatti sulla sua orbita, lune e anelli

Nettuno è l'ottavo pianeta dal sole nel nostro sistema solare (si apre in una nuova scheda). Questo gigante gassoso blu è molto più grande della Terra (si apre in una nuova scheda), con più di 17 volte la massa terrestre e quasi 58 volte il volume della Terra, secondo la NASA (si apre in una nuova scheda). Il nucleo roccioso di Nettuno è circondato da una miscela fluida e fangosa di acqua, ammoniaca e ghiaccio di metano.

L'astronomo Galileo Galilei (si apre in una nuova scheda) è stata una delle prime persone a identificare Nettuno come un oggetto di questo Web, tuttavia ha ipotizzato che fosse una stella in base al suo lento movimento. Circa duecento anni dopo, nel 1846, l'astronomo francese Urbain Jean Joseph Le Verrier calcolò la posizione approssimativa di Nettuno studiando i disturbi indotti dalla gravità nei movimenti di Urano (si apre in una nuova scheda), secondo una sinossi scritta dai ricercatori dell'Università di St. Andrews in Scozia (si apre in una nuova scheda) .

Allo stesso tempo, Le Verrier stava calcolando l'esistenza di Nettuno, così come l'astronomo inglese John Couch Adams. I due studiosi indipendentemente hanno escogitato predizioni matematiche quasi identiche sull'esistenza di Nettuno. Le Verrier informò quindi il suo collega, l'astronomo tedesco Johann Gottfried Galle, dei suoi calcoli, e Galle e il suo assistente Heinrich d'Arrest, confermarono le previsioni di Le Verrier osservando e identificando Nettuno attraverso il telescopio nel suo osservatorio di Berlino.

In accordo con tutti gli altri pianeti visti nel cielo, e come suggerito da Le Verrier, questo nuovo mondo ricevette un nome dalla mitologia greca e romana Nettuno, il dio romano del mare.

Solo una missione è stata condotta da Neptune Voyager 2 (si apre in una nuova scheda) nel 1989. Oggi, ci sono ancora molti misteri sul fantastico pianeta blu, come il motivo per cui i suoi venti sono così veloci e perché il suo campo magnetico è compensato. Mentre Nettuno è interessante perché si trova nel nostro sistema solare, gli astronomi sono anche interessati a saperne di più sul pianeta per aiutare con gli studi sugli esopianeti. In particolare, gli astronomi sono interessati a conoscere l'abitabilità di mondi più grandi della Terra.

Come la Terra, Nettuno ha un nucleo roccioso, ma ha un'atmosfera molto più densa che vieta l'esistenza della vita come la conosciamo. Gli astronomi stanno ancora cercando di capire in quale punto un pianeta sia così grande da poter raccogliere molto gas nell'area, rendendo difficile o impossibile l'esistenza della vita.

Che aspetto ha Nettuno?

composto non ancora identificato e il risultato dell'assorbimento della luce rossa da parte del metano nell'atmosfera per lo più di idrogeno-elio del pianeta.

Nonostante la distanza di Nettuno dal sole (si apre in una nuova scheda), il che significa che riceve poca luce solare per riscaldare e guidare la sua atmosfera, i venti di Nettuno (si apre in una nuova scheda) possono raggiungere fino a 1.500 mph (2.400 km/h), il più veloce finora rilevato nel sistema solare. Questi venti erano collegati a una grande tempesta oscura che la Voyager 2 ha tracciato nell'emisfero meridionale di Nettuno nel 1989. Questa "Grande Macchia Oscura" di forma ovale, che ruota in senso antiorario, era abbastanza grande da contenere l'intera Terra e si spostava verso ovest a quasi 750 mph ( 1.200 km/h). La tempesta sembrava essere svanita quando l' Hubble This Web Telescope (si apre in una nuova scheda) lo ha cercato in un secondo momento, e da allora Hubble ha assistito all'apparizione e poi allo sbiadimento di altri Great Dark Spots su Neptune (si apre in una nuova scheda ) nell'ultimo decennio.

A causa delle alte temperature e pressioni che esistono su Nettuno e Urano, gli scienziati ritengono che il carbonio compresso sotto forma di diamanti provochi un fenomeno di "pioggia di diamanti" su questi giganti ghiacciati. Nel 2017, i ricercatori sono stati in grado di simulare le condizioni che causerebbero la formazione di diamanti in laboratorio, supportando l'ipotesi che la pioggia di diamanti si verifichi su Nettuno (si apre in una nuova scheda) e su Urano.

Nettuno è circondato da anelli insoliti, che non sono uniformi, ma possiedono spessi ciuffi di polvere luminosi chiamati archi. Si pensa che gli anelli siano relativamente giovani e di breve durata. Le osservazioni terrestri annunciate nel 2005 hanno scoperto che gli anelli di Nettuno sono apparentemente molto più instabili di quanto si pensasse in precedenza, con alcuni che si riducono rapidamente, secondo un articolo sulla rivista Icarus (si apre in una nuova scheda).

I poli magnetici di Nettuno sono inclinati di lato di circa 47 gradi rispetto ai poli lungo i quali ruota. In quanto tale, il campo magnetico del pianeta, che è circa 27 volte più potente di quello terrestre, subisce oscillazioni selvagge durante ogni rotazione.

Studiando le formazioni nuvolose sul gigante gassoso, gli scienziati sono stati in grado di calcolare che un giorno su Nettuno dura poco meno di 16 ore (si apre in una nuova scheda). L'orbita ellittica di forma ovale di Nettuno mantiene il pianeta a una distanza media dal sole di quasi 2,8 miliardi di miglia (4,5 miliardi di chilometri), o circa 30 volte più lontano della Terra, rendendolo invisibile ad occhio nudo. Nettuno gira intorno al sole una volta all'incirca ogni 165 anni terrestri e ha completato la sua prima orbita da quando è stato scoperto nel 2011.

Ogni 248 anni, Plutone si muove all'interno dell'orbita di Nettuno per circa 20 anni, durante i quali è più vicino al sole di Nettuno. Tuttavia, Nettuno rimane il pianeta più lontano dal sole, dal momento che Plutone è stato riclassificato come pianeta nano nel 2006.

le lune di Nettuno

Nettuno ha 14 lune conosciute (si apre in una nuova scheda), dal nome di divinità marine minori e ninfe della mitologia greca. Il più grande in assoluto è Triton (si apre in una nuova scheda), la cui scoperta il 10 ottobre 1846 fu indirettamente consentita dall'astronomo dilettante della birra William Lassell, che scoprì Triton, utilizzò i fondi che guadagnava come birraio per finanziare i suoi telescopi.

Fatti veloci su Nettuno

– Composizione atmosferica (in volume): 80% idrogeno, 19% elio, 1,5% metano

– Campo magnetico: circa 27 volte più potente di quello terrestre

– Composizione in massa: 25% roccia, 60-70% ghiaccio, 5-15% idrogeno ed elio

– Composizione interna: Mantello manto di acqua, ammoniaca e gelati di metano; Nucleo di ferro e magnesio-silicato

– Distanza media dal sole: 2.795.084.800 miglia (4.498.252.900 km) (ovvero 30,069 volte più lontano della Terra)

– Perielio (l'approccio più vicino al sole): 2.771.087.000 miglia (4.459.630.000 km) (ovvero 29.820 volte quella della Terra)

– Afelio (la distanza più lontana dal sole): 2.819.080.000 miglia (4.536.870.000 km) (ovvero 30.326 volte quella della Terra)

(Fonte: NASA )

Tritone è l'unica luna sferica di Nettuno. Le altre 13 lune del pianeta sono di forma irregolare. Tritone è anche unico per essere l'unica grande luna nel sistema solare a girare intorno al suo pianeta in una direzione opposta alla rotazione del suo pianeta questa "orbita retrograda" suggerisce che Tritone potrebbe essere stato un pianeta nano (si apre in una nuova scheda) catturato da Nettuno piuttosto che formarsi sul posto, secondo la NASA. La gravità di Nettuno sta trascinando Tritone più vicino al pianeta, il che significa che tra milioni di anni Tritone si avvicinerà abbastanza perché le forze gravitazionali lo facciano a pezzi.

Tritone è estremamente freddo, con temperature sulla sua superficie che raggiungono circa meno 391 gradi F (meno 235 gradi C), rendendolo uno dei luoghi più freddi del sistema solare. Tuttavia, Voyager 2 ha rilevato geyser che emettevano materia ghiacciata verso l'alto per più di 5 miglia (8 km), mostrando che il suo interno sembra caldo. Gli scienziati stanno studiando la possibilità di un oceano sotterraneo sulla luna ghiacciata (si apre in una nuova scheda). Nel 2010, gli scienziati hanno scoperto le stagioni su Triton (si apre in una nuova scheda).

Nel 2020, la NASA ha annunciato la possibilità di una nuova missione This Web per visitare Triton (si apre in una nuova scheda), chiamata Trident. "Tritone è sempre stato uno dei corpi più eccitanti e intriganti del sistema solare", ha affermato Louise Prockter, direttrice del Lunar and Planetary Institute of the Universities This Web Research Association di Houston, che guida il team di proposta del Tridente, nella dichiarazione .

Nel 2013, gli scienziati che lavorano con SETI hanno avvistato la luna "perduta" di Nettuno di Naiade (si apre in una nuova scheda) utilizzando i dati dell'Hubble This Web Telescope. La luna larga 62 miglia (100 km) era rimasta invisibile da quando Voyager 2 l'ha scoperta nel 1989.

Sempre nel 2013, gli scienziati utilizzando l'Hubble This Web Telescope hanno trovato la quattordicesima luna, soprannominata S/2004 N 1. È la luna più piccola di Nettuno ed è larga solo 18 km. Ha preso il nome temporaneo perché è il primo satellite (S) di Nettuno (N) ad essere trovato dalle immagini scattate nel 2004, secondo la NASA.

Risorse aggiuntive e letture

Per saperne di più su come Nettuno è stato scoperto e sui piani per la ricerca futura, leggi " I segreti di Nettuno (si apre in una nuova scheda)" di Thomas K. Adamson (Capstone Press, 2015). Due grandi libri su Nettuno per bambini sono " Lontano dal sole: il pianeta Nettuno (si apre in una nuova scheda)" di Nancy Loewen (Picture Window Books, 2008) e " Nettuno: il pianeta più tempestoso (si apre in una nuova scheda)" di Ellen Lawrence (Libri di Ruby Tuesday, 2013).

Bibliografia

  • O'Conner, JJ e EF Robertson, 1996. "Scoperta matematica dei pianeti". Università di St. Andrews in Scozia. https://mathshistory.st-andrews.ac.uk/HistTopics/Neptune_and_Pluto/ (si apre in una nuova scheda)
  • NASA 2022. Esplorazione del sistema solare – Panoramica: Nettuno. https://solarsystem.nasa.gov/planets/neptune/overview/ (si apre in una nuova scheda)
Ir arriba