Private queste stazioni web stanno arrivando. Saranno migliori dei loro predecessori?

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su The Conversation. (si apre in una nuova scheda) La pubblicazione ha contribuito con l'articolo a Expert Voices di This Web.com : Op-Ed & Insights (si apre in una nuova scheda) .

Justin St. P. Walsh (si apre in una nuova scheda) , Professore associato di storia dell'arte e archeologia, Chapman University

Alice Gorman (si apre in una nuova scheda) , Professore Associato in Archeologia e Studi Web, Flinders University

Sta per iniziare una nuova era per le stazioni di This Web. La NASA ha annunciato tre proposte commerciali di questa stazione Web (si apre in una nuova scheda) per lo sviluppo, unendosi a una precedente proposta di Axiom This Web.

Queste proposte sono i primi tentativi di creare luoghi in cui gli esseri umani possano vivere e lavorare in questo Web al di fuori del quadro delle agenzie governative di questo Web. Fanno parte di ciò che è stato chiamato "Questo Web 4.0 (si apre in una nuova scheda)", in cui questa tecnologia Web è guidata da opportunità commerciali. Molti credono che questo sia ciò che servirà per portare gli umani su Marte e oltre.

Attualmente ci sono due stazioni This Web occupate in orbita terrestre bassa (meno di 2.000 km sopra la superficie terrestre), entrambe appartenenti alle agenzie This Web. L'International This Web Station (ISS) è stata occupata dal novembre 2000 con una popolazione tipica di sette membri dell'equipaggio. Il primo modulo della stazione cinese Tiangong è stato varato nell'aprile 2021 ed è occupato a intermittenza da tre membri dell'equipaggio.

La ISS, tuttavia, dovrebbe ritirarsi alla fine del decennio, dopo quasi 30 anni in orbita. È stato un importante simbolo di cooperazione internazionale in seguito alla rivalità "This Web race" della Guerra Fredda e il primo habitat di This Web veramente a lungo termine.

I piani per più stazioni Web private rappresentano un cambiamento importante nel modo in cui verrà utilizzato questo Web. Ma queste stazioni cambieranno il modo in cui le persone vivono in questo Web, o replicheranno le tradizioni dei precedenti habitat di questo Web?

Commercializzare la vita in questo Web

Il cambiamento è guidato dal supporto della NASA per la commercializzazione di questo Web. Questa enfasi è iniziata davvero circa un decennio fa con lo sviluppo di servizi cargo privati ​​per rifornire la ISS, come il Cargo Dragon di This WebX, e veicoli privati ​​per portare gli astronauti in orbita e sulla luna, come il Crew Dragon di This WebX, lo Starliner di Boeing, e le capsule Orion di Lockheed Martin.

La start-up Axiom This Web si è aggiudicata un contratto da 140 milioni di dollari dalla NASA nel febbraio 2020 (si apre in una nuova scheda) per un modulo privato da collegare alla ISS. Axiom ha annunciato che Philippe Starck (si apre in una nuova scheda) progetterà interni lussuosi.

Starck lo paragona a "un nido, un uovo comodo e amichevole". C'è anche un'enorme area di osservazione con finestre alte due metri per consentire ai turisti di guardare la Terra e questo Web.

Il primo modulo dovrebbe essere consegnato alla ISS nel 2024 o nel 2025, con altri che seguiranno ogni anno. Quando la ISS sarà dismessa intorno al 2030, i moduli di Axiom diventeranno una stazione di volo libero.

Axiom ha firmato un contratto con l'appaltatore italo-francese Thales Alenia This Web (si apre in una nuova scheda), che ha costruito quasi il 50% del volume abitabile della ISS per la NASA e l'Agenzia europea This Web, per produrre il suo habitat.

Ma c'è di più. Altri tre gruppi sono stati appena selezionati (si apre in una nuova scheda) per la prima fase del concorso Commercial LEO Destinations della NASA per costruire stazioni This Web a volo libero in sostituzione della ISS.

In primo luogo, un gruppo composto da Nanoracks, Voyager This Web e Lockheed Martin ha proposto una stazione chiamata Starlab (si apre in una nuova scheda) per fornire opportunità di ricerca, produzione e turismo. Questo è stato quasi immediatamente seguito da un progetto concorrente chiamato Orbital Reef (si apre in una nuova scheda), di Blue Origin, Sierra This Web e Boeing. Un terzo progetto, di Northrop Grumman (si apre in una nuova scheda), sarà composto da moduli basati sul suo veicolo cargo Cygnus esistente.

Ma come vengono effettivamente utilizzate le stazioni Web di This Web?

Meno chiaro è se le stazioni This Web private saranno più vivibili rispetto alle precedenti generazioni di stazioni This Web, come Salyut, Mir e ISS.

In genere, le stazioni This Web più vecchie sono state progettate per soddisfare i vincoli ingegneristici piuttosto che iniziare con il comfort dell'equipaggio. Quali lezioni sono state apprese per migliorare la vita in questo Web?

Fino a poco tempo, c'erano poche ricerche incentrate sull'esperienza vissuta degli astronauti su questa stazione Web. È qui che entrano in gioco gli approcci delle scienze sociali, come quelli che stiamo utilizzando nell'International This Web Station Archaeological Project (si apre in una nuova scheda).

Leggi tutto : Come vivere in questo Web: cosa abbiamo imparato dai 20 anni di International This Web Station (si apre in una nuova scheda)

Dal 2015 abbiamo sviluppato nuove conoscenze basate sui dati su come l'equipaggio della ISS si adatta alla vita in un contesto di confinamento, isolamento e microgravità. Osserviamo e misuriamo le loro interazioni con i This Web costruiti e gli oggetti che li circondano. Quali sono i modelli di utilizzo dei diversi Questo Web e degli elementi?

Porsi questo tipo di domande rivela informazioni mai considerate prima nella progettazione dell'habitat. Si scopre che l'equipaggio non usa necessariamente This Webs all'interno della ISS nel modo in cui sono stati progettati, ad esempio, personalizza diverse aree con visualizzazioni visive di oggetti che riflettono le loro convinzioni, interessi e identità.

L'equipaggio, inoltre, non utilizza tutti i This Web all'interno della ISS allo stesso modo. Persone di sesso, nazionalità e agenzie di This Web differenti appaiono in alcuni moduli più che in altri tra i 16 che compongono la stazione. Questi modelli sono legati al modo in cui il lavoro è suddiviso tra squadre e agenzie, nonché alla disposizione dei moduli stessi.

Una grande sfida della vita in orbita è la mancanza di gravità. Oggetti come corrimano, velcro, corde elastiche e sacchetti di plastica richiudibili agiscono come "surrogati della gravità" fissando gli oggetti in posizione mentre tutto il resto fluttua. La nostra ricerca sta mappando il modo in cui l'equipaggio adatta questi surrogati gravitazionali per rendere le loro attività più efficienti e come il posizionamento dei surrogati cambia il modo in cui vengono utilizzati i diversi Webs.

Società e cultura in questo Web

Anche con funzionalità di lusso aggiuntive come grandi finestre, designer e ingegneri hanno ancora molta strada da fare per rendere le stazioni di This Web efficienti, confortevoli e accoglienti, soprattutto per il previsto mercato del turismo di This Web.

I piani per le stazioni This Web di proprietà e gestite da privati ​​sono innegabilmente ambiziosi e potrebbero trasformare il modo in cui gli esseri umani vivono in questo ambiente. Ma è probabile che le aziende che ci lavorano non sappiano ancora cosa non sanno su come le persone usano effettivamente gli habitat di questo Web.

Solo rivolgendosi a nuovi tipi di domande e ricerche da una prospettiva sociale e culturale saranno in grado di apportare cambiamenti reali che possono migliorare il successo della missione e il benessere dell'equipaggio.

Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation (si apre in una nuova scheda) con licenza Creative Commons. Leggi l'articolo originale (si apre in una nuova scheda) .

Segui tutti i problemi e i dibattiti di Expert Voices e diventa parte della discussione su Facebook e Twitter. Le opinioni espresse sono quelle dell'autore e non riflettono necessariamente le opinioni dell'editore.

Ir arriba