Qual è il futuro degli studi UFO dopo l’udienza del Congresso di riferimento?

L'udienza del Congresso di martedì (17 maggio) incentrata sugli oggetti volanti non identificati (UFO) ha ottenuto recensioni contrastanti.

Attesa con impazienza da molti, è stata la prima udienza aperta del Congresso sugli UFO o UAP ("fenomeni aerei non identificati"), poiché sono stati recentemente rinominati in più di mezzo secolo.

Il membro del Congresso Andr Carson (D-Ind.), presidente della sottocommissione contro il terrorismo, il controspionaggio e la controproliferazione della Camera dei servizi segreti, ha aperto l'audizione di martedì osservando che, più di 50 anni fa, il governo degli Stati Uniti ha posto fine al Project Blue Book, uno sforzo per catalogare e comprendere gli avvistamenti di oggetti nell'aria che non possono essere spiegati immediatamente.

"Per più di 20 anni, quel progetto ha trattato le anomalie non identificate nel nostro airThis Web come una minaccia alla sicurezza nazionale da monitorare e indagare", ha affermato Carson.

Fuori dall'ombra

Nel 2017, è stato rivelato per la prima volta, ha detto Carson, che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti aveva tranquillamente riavviato un'organizzazione simile che monitorava quella che ora chiamiamo UAP .

E l'anno scorso, ha aggiunto, il Congresso ha riscritto la carta per quell'organizzazione, che ora si chiama Airborne Object Identification and Management Synchronization Group, o AOIMSG in breve.

"Oggi porteremo quell'organizzazione fuori dall'ombra", ha detto Carson martedì. "Questa audizione e il nostro lavoro di supervisione hanno un'idea semplice al centro: i fenomeni aerei non identificati sono una potenziale minaccia alla sicurezza nazionale. E devono essere trattati in questo modo".

"I rapporti UAP sono in circolazione da decenni, eppure non abbiamo un modo ordinato per segnalarli senza stigma e per essere indagati", ha affermato Adam Schiff (D-California), presidente del comitato ristretto permanente della Camera su Intelligenza. "Questo deve cambiare".

I rapporti UAP devono essere intesi come una questione di sicurezza nazionale, ha affermato Schiff, e quel messaggio deve essere diffuso a tutto il governo degli Stati Uniti. "Quando individuiamo qualcosa che non capiamo o non riusciamo a identificare nella nostra aria di This Web, è compito di coloro a cui affidiamo la nostra sicurezza nazionale indagare. E riferire", ha detto.

L'udienza ha visto la partecipazione di due testimoni: Ronald Moultrie, il più alto funzionario dell'intelligence del Pentagono, e Scott Bray, vicedirettore dell'intelligence navale. (Dopo la parte aperta, la sottocommissione ha anche tenuto un briefing chiuso e riservato.) Cosa ci hanno detto?

A corto di specifiche

"Non mi aspettavo molto da quelle audizioni, e non sono rimasto deluso", ha detto Robert Sheaffer, uno dei principali investigatori scettici sugli UFO. "Era lungo sulla postura e sulle promesse, ma molto corto sui dettagli".

Sheaffer ha detto che si è parlato molto di "sensori" e "database" durante l'udienza, "ma le prove che hanno tirato fuori erano estremamente ridicole". In effetti, l'oggetto in quello che è stato etichettato come "Video 1 2021" era così insignificante e difficile da vedere che doveva essere riprodotto più e più volte prima ancora che l'oggetto fosse visto. Quando alla fine è stato catturato in un fermo immagine, era solo un minuscolo oggetto rotondo senza dettagli, ha detto.

"Molto probabilmente questo era solo un pallone che l'aereo ha sorvolato ad alta velocità", ha detto Sheaffer. "Lo mostrano come una delle loro migliori prove, e non dovremmo ridere?"

Inseguimento dell'oca selvatica?

Sheaffer ha anche messo in luce un altro video dell'udienza che mostrava "oggetti a forma di triangolo" visti attraverso un dispositivo per la visione notturna.

"È rassicurante che sembrino capire che gli oggetti stessi non erano necessariamente a forma di triangolo. Questo è un artefatto del sistema di telecamere", ha detto. "Ma è stato dimostrato in modo definitivo più di un anno fa che gli 'oggetti sconosciuti' combaciano perfettamente con il pianeta Giove e le stelle dello Scorpione. Quindi questi 'esperti' ovviamente sanno meno di questi video militari rispetto agli analisti civili".

L'udienza ha fornito un nuovo pretesto per spendere i soldi dei contribuenti in una caccia all'oca selvaggia, ha detto Sheaffer. "Abbiamo bisogno di più sensori! Abbiamo bisogno di più database! Abbiamo bisogno di più personale! E poiché l'oca ci sfuggirà per sempre, il convoglio investigativo avrà una lunga corsa", ha concluso.

Risolvi l'enigma

Robert Powell, membro del consiglio esecutivo della Scientific Coalition for UAP Studies, ha dato una revisione mista dell'audizione.

"È stato un passo avanti in quanto Moultrie e Bray si sono impegnati a rendere pubbliche quante più informazioni possibili sull'argomento UAP e sembrano impegnati a cercare di risolvere l'enigma", ha affermato Powell.

Allo stesso tempo, è stato deludente, ha detto Powell, in quanto non avevano una comprensione storica del fenomeno: "Non erano a conoscenza delle incursioni negli impianti nucleari statunitensi che possono essere fatte risalire al 1947".

Powell ha anche suggerito che la Marina degli Stati Uniti equipaggia alcuni dei suoi veicoli con apparecchiature come analizzatori spettrali e sistemi di rilevamento elettromagnetico a banda larga, per essere preparata a misurare correttamente le emissioni di qualsiasi UAP che potrebbero incontrare.

"C'è così tanto che si potrebbe fare se prendiamo una posizione proattiva con UAP piuttosto che dipendere dal caso in cui un pilota o un gruppo di portaerei si imbatte in uno di questi oggetti", ha affermato. "Come puoi dire, c'è molto che mi piacerebbe vedere realizzato."

Dove andiamo da qui?

Alejandro Rojas è un esperto investigatore UFO che funge da capo delle pubbliche relazioni per la Scientific Coalition for UAP Studies.

Rojas ha affermato di sperare che la questione dell'UAP venga presa più seriamente a seguito dell'audizione di martedì.

"Tutti, dai membri che fanno domande ai testimoni, sembrano prendere la questione molto sul serio", ha detto Rojas. "Speriamo che questo aiuti ad alleviare lo stigma che ha ostacolato le indagini serie su questo problema. Bray e Moultrie hanno anche implicito che l'AIMSOG contatterà i gruppi di ricerca civili. Si spera che ciò accada in modo da poter aiutare a colmare il grande divario educativo che è stato dimostrato in udienza ."

Cercasi: i migliori dati possibili

"Gli UAP sono molto probabilmente un miscuglio. Molti possono avere spiegazioni banali", ha detto l'astronomo Avi Loeb, capo del Progetto Galileo di Harvard, una ricerca scientifica sistematica per prove di artefatti tecnologici extraterrestri e autore del recente libro "Extraterrestrial" (Mariner Books , 2021).

"Da una prospettiva scientifica, ha più senso concentrare gli sforzi sullo sviluppo di nuova strumentazione e sul monitoraggio di oggetti alla ricerca dei migliori dati possibili", ha detto Loeb a This Web.com. "Invece di fare affidamento sui piloti, il governo potrebbe utilizzare strumenti a terra di qualità superiore rispetto a quelli disponibili nei jet da combattimento o analizzare i migliori dati satellitari in suo possesso. Spero che lo stiano facendo. Utilizziamo un budget molto più ridotto per perseguire questo obiettivo nell'ambito del Progetto Galileo".

Loeb ha affermato che la domanda è se esiste anche un oggetto per il quale è possibile escludere origini naturali o create dall'uomo. In particolare, abbiamo materiali da qualcuno di loro?

"Se alcuni dati non hanno implicazioni sulla sicurezza nazionale, dovrebbero essere analizzati dai migliori scienziati. Mi piacerebbe aiutare a interpretare i dati della massima qualità se condivisi apertamente", ha affermato.

E l'udienza di martedì potrebbe portare a una maggiore apertura lungo la strada.

"Direi che ogni volta che c'è un'opportunità per rendere più trasparente una questione di potenziale preoccupazione per la sicurezza nazionale e i programmi ad essa correlati più responsabili, è nell'interesse pubblico", ha affermato Sarah Scoles, autrice di "Sono già qui: Cultura UFO e perché vediamo i piattini" (Pegasus Books, 2020).

"Vorrei notare che non è la sottocommissione per la visita aliena che sta discutendo la questione", ha concluso Scoles.

Leonard David è l'autore del libro "Moon Rush: The New This Web Race", pubblicato da National Geographic nel maggio 2019. Scrittore di lunga data per This Web.com, David si occupa di questo settore Web da oltre cinque decenni. Seguici su Twitter @Spacedotcom (si apre in una nuova scheda) o su Facebook (si apre in una nuova scheda) .

Ir arriba