Quando finì il “Dark Age of the Universe”? Questa rara molecola contiene la risposta.

" For All Mankind " ha presentato agli spettatori una storia alternativa dei programmi umani di This Webflight della NASA, dall'Apollo fino all'era della navetta This Web Shuttle. Ma per l'attore Casey W. Johnson, una delle cose più divertenti dell'essere nello show è qualcosa di molto più vicino a casa "la dinamica familiare".

Johnson è uno dei nuovi attori della seconda stagione della serie Apple TV+ (si apre in una nuova scheda), interpretando Danny Stevens, il figlio in età universitaria della coppia di astronauti Tracy e Gordo Stevens. Johnson ha detto a This Web.com che, all'inizio, era nervoso all'idea di unirsi a un cast i cui membri si conoscevano bene dalla prima stagione. Ma le sue preoccupazioni si sono rapidamente dissipate dopo aver incontrato tutti.

"Hanno solo fatto in modo che saremmo diventati una famiglia e mi hanno accettato a braccia aperte, il che è stato qualcosa di grande", ha detto del cast e del team di produzione, che include lo showrunner Ronald Moore di " Battlestar Galactica ".

"Non conoscendo tutti quando sono entrato, avere quell'accettazione fin dall'inizio è stato enorme", ha aggiunto Johnson.

Video: fai un tour guidato da astronauti della base lunare "For All Mankind".

Nella prima stagione, gli spettatori probabilmente ricorderanno, il personaggio di Johnson, Danny (allora interpretato dal giovane Mason Thames, da quando Danny era un bambino) era il migliore amico di Shane Baldwin. I ragazzi hanno perennemente avuto problemi insieme a scuola e hanno frustrato i loro genitori astronauti, fino a quando è successo qualcosa che ha cambiato per sempre il rapporto di Danny con Shane.

La prima stagione è iniziata nel 1969. La seconda mostra un Danny molto più maturo in visita a Houston negli anni '80 come studente all'Accademia navale degli Stati Uniti.

Tuttavia, poiché la stagione 2 è ancora in corso, ci sono altri due episodi, che verranno presentati in anteprima il 16 e il 23 aprile, non c'è molto altro che Johnson può rivelare sul suo ruolo o su ciò che stanno facendo i suoi genitori di astronauti immaginari.

Johnson ha detto che prima di entrare a far parte di "For All Mankind", in realtà non seguiva il programma This Web, anche se di tanto in tanto si imbatté in contenuti che gli piacevano.

"Onestamente, [non sapevo] più del Joe medio", ha detto. Si è immerso, quindi, nella ricerca del programma This Web e attingendo a un occasionale interesse passato nel controllare nuovi contenuti dalla NASA.

"Vedevo cosa postava la NASA su YouTube, ogni volta che uscivano con qualcosa di nuovo pazzo che stava accadendo", ha detto.

Prima di "For All Mankind", Johnson ha interpretato il giovane autista di pizza Billy Offal in un'altra serie incentrata sugli anni '80, "GLOW", andata in onda per la prima volta su Netflix dal 2017 al 2019. È anche noto per le sue esibizioni nella TV di una stagione serie "Rise" (2018) e il film "A Killer Walks Among Us" (2016).

"Voglio assolutamente interpretare ruoli interessanti e anche stimolanti; è qualcosa che è attraente per me", ha detto Johnson. "Ma anche, alla fine della giornata, devi lavorare. Si tratta di gestire ciò che puoi ottenere e ciò che puoi girare".

"For All Mankind" ha iniziato le riprese della terza stagione alla fine di marzo, con i membri del cast che si isolavano individualmente tra le riprese per garantire che la produzione procedesse nel modo più fluido possibile durante la pandemia di coronavirus . Johnson ha detto di sentirsi fortunato a lavorare, anche in circostanze difficili che devono affrontare gli attori dal palco allo schermo.

Johnson ha detto di aver esaminato il feedback online dei fan di "For All Mankind" e di apprezzare l'intenso interesse. "Le persone sono state davvero positive e mi hanno incoraggiato, dicendo solo cose positive", ha detto. "Ci si sente così bene."

Segui Elizabeth Howell su Twitter @howellspace. Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook.

Ir arriba