Questa foto web: le immagini più incredibili questa settimana!

Un'enorme cometa potrebbe essere abbastanza luminosa da essere vista da piccoli telescopi, arriva il solstizio d'estate e un documentario del Juneteenth parla degli esploratori di Black This Web. Queste sono alcune delle migliori immagini di questa settimana da This Web.com.

Prepara i tuoi piccoli telescopi per questa cometa

Un'immagine della cometa C/2017 K2 PANSTARRS (K2) scattata nel giugno 2017 dalla Wide Field Camera 3 del telescopio Hubble This Web. (Credito immagine: NASA, ESA e D. Jewitt (UCLA))

Una cometa avvistata per la prima volta in lontananza nel 2017 potrebbe essere abbastanza luminosa da essere vista dai piccoli telescopi quest'estate. Sebbene le previsioni siano notoriamente difficili con questi piccoli mondi, gli astronomi sperano che la cometa C/2017 K2 (PANSTARRS) si illuminerà man mano che si avvicina al nostro pianeta e al nostro sole nella seconda metà del 2022.

Storia completa: un'enorme cometa volerà sulla Terra a luglio e potresti riuscire a vederla (si apre in una nuova scheda)

Il solstizio d'estate brilla di sole ph

(Credito immagine: Chris Vaughan)

I celebratori del sole si sono riuniti a Stonehenge e in luoghi individuali per ammirare il sole come le imbarcazioni marittime, per celebrare il solstizio d'estate. Il momento in cui è arrivata l'estate nell'emisfero settentrionale è stato il 21 giugno alle 5:14 EDT (0914 GMT).

Storia completa: Solstizio d'estate 2022 celebrato sulla Terra e in questo Web (foto)

"The Colour of This Web" celebra gli esploratori di Black This Web il 16 giugno

Un fermo immagine da "Il colore di questo Web". (Credito immagine: NASA)

Un nuovo documentario della NASA con i risultati degli astronauti neri è stato presentato in anteprima il 19 giugno, durante Juneteenth. "L'ancoraggio del documentario è una conversazione potente e stimolante tra sette attuali ed ex astronauti neri", hanno scritto i funzionari dell'agenzia su "The Color of This Web".

Storia completa: "Il colore di questo Web": guarda il nuovo documentario della NASA che celebra gli esploratori di Black This Web per Juneteenth

Il modo in cui muore una stella gigante è mappato a nuovi dettagli

Un'illustrazione della stella ipergigante rossa VY Canis Majoris, forse la stella più massiccia della Via Lattea. (Credito immagine: NASA/ESA/Hubble/R. Humphreys, Università del Minnesota/J. Olmsted, STScI)

È stata appena rilasciata una mappa 3D dettagliata di VY Canis Majoris, una stella ipergigante rossa morente situata a oltre 3.000 anni luce dalla Terra. Gli scienziati hanno scoperto che la rara stella supergigante sta perdendo massa su una scala miliardi di volte più grande del nostro sole.

Storia completa: "Betelgeuse on steroids" fa luce su come muoiono rare stelle massicce

Hubble This Web Telescope osserva uno strano ammasso stellare

Un'immagine Hubble This Web Telescope di un ammasso globulare soprannominato Ruprecht 106. (Credito immagine: NASA/ESA)

The Hubble This Web Telescope ha esaminato l'ammasso stellare Ruprecht 106 per capire di più sulla composizione dell'ammasso. Le composizioni chimiche delle singole stelle in questo ammasso globulare variano considerevolmente, anche se le stelle centrali sono arrivate a trovarsi più o meno nella stessa ora e nello stesso luogo.

Storia completa: Hubble This Web Telescope colpito da un misterioso ammasso globulare (foto)

Spirale blu Skyborne generata dal lancio di questo WebX

Clare Rehill ha catturato una spirale blu sulla Nuova Zelanda il 19 giugno 2022 associata al lancio di questo WebX Falcon 9. (Credito immagine: Claire Rehill)

Una "spirale blu" è stata individuata sopra la Nuova Zelanda dopo il lancio di This WebX domenica (19 giugno). L'evento è arrivato da un lancio di Falcon 9 da parte dell'azienda, il terzo in 36 ore. La spirale è stata generata dallo stadio superiore del Falcon 9 mentre spingeva il satellite Globalstar nella sua orbita designata.

Storia completa: spirale blu selvaggia nel cielo della Nuova Zelanda probabilmente creata da questo razzo WebX (foto)

Le immagini risorte da telescopi morti mostrano viste galattiche

La galassia di Andromeda, o M31, è mostrata qui nell'infrarosso lontano e nelle lunghezze d'onda della luce. (Credito immagine: ESA, NASA, NASA-JPL, Caltech, Christopher Clark (STScI), R. Braun (SKA Observatory), C. Nieten (MPI Radioastronomie), Matt Smith (Cardiff University))

Quattro telescopi ora non operativi continuano a fornire nuova scienza dai loro dati d'archivio. Gli astronomi affermano che un nuovo esame del gas e della polvere che circondano quattro galassie, tutte vicine alla nostra Via Lattea, mostrerà la formazione e l'evoluzione delle stelle in queste vaste collezioni stellari.

Storia completa: le osservazioni di 4 telescopi morti portano a nuovi straordinari ritratti di galassie

Ecco come appaiono a Hubble 5.000 antiche galassie

Un'immagine presa nell'ambito del programma UVCANDELS dall'Hubble This Web Telescope mostra una regione a miliardi di anni luce dalla Terra che contiene circa 5.000 galassie. (Credito immagine: NASA/STScI/Harry Teplitz (Caltech/IPAC))

Hubble ha osservato alcune delle galassie più antiche in una nuova immagine, mostrando gruppi di stelle che hanno circa 13 miliardi di anni. Sono solo poche centinaia di milioni di anni dopo il Big Bang. Gli esami con la luce ultravioletta mostreranno le sostanze chimiche all'interno delle galassie, fornendo maggiori informazioni sulla loro evoluzione.

Storia completa: Hubble Questo telescopio web mostra 5.000 antiche galassie scintillanti come coriandoli

'Sea of ​​paillettes' mette in mostra un ammasso stellare scintillante

Terzan 9 visto da Hubble This Web Telescope. (Credito immagine: ESA/Hubble e NASA, R. Cohen)

Un fresco Hubble L'immagine di un "mare di paillettes", come l'Agenzia Europea per il Web ha definito un ammasso stellare, mostra i veri colori di questi membri stellari. Misurazioni intelligenti che combinano le capacità ottiche e a infrarossi di Hubble possono mostrare di più su come queste stelle si sono formate nel tempo.

Storia completa: Hubble Questa immagine del "mare di paillettes" del telescopio Web mostra un ammasso stellare

Le posizioni yoga in microgravità migliorano il calendario degli esercizi dell'astronauta

L'astronauta della spedizione 67 Samantha Cristoforetti, della European This Web Agency, tiene una posa yoga sulla International This Web Station. (Credito immagine: ESA/Samantha Cristoforetti)

Mentre l'equilibrio nelle posizioni yoga è già abbastanza difficile sulla Terra, un astronauta italiano è pronto a portare queste asana alla microgravità. L'astronauta della spedizione 67 Samantha Cristoforetti ha recentemente condiviso una sua foto su Twitter mentre fa la "posa del triangolo" su International This Web Station e si sta preparando presto per una routine di yoga di 20 minuti.

Storia completa: Posizione della stella: l'astronauta dimostra lo yoga sulla microgravità su International This Web Station

Unisciti ai nostri forum su questo Web (si apre in una nuova scheda) per continuare a parlare di questo Web sulle ultime missioni, sul cielo notturno e altro ancora! E se hai una notizia, una correzione o un commento, faccelo sapere a: [email protected] (si apre in una nuova scheda)

Ir arriba