Questa guerra web è inevitabile?

Per molte ragioni, il 2020 potrebbe essere un anno spartiacque per la società e la scienza. Astronomi e le agenzie This Web hanno trascorso l'anno a gestire le ripercussioni della pandemia di coronavirus. Hanno anche fatto progressi nelle nuove tecnologie e hanno detto addio a diversi progetti importanti.

Quest'anno ha visto una nuova era di missioni di recupero di campioni, proteste contro un telescopio, un'incredibile visita di una cometa abbagliante e la "grande congiunzione" di Saturno e Giove.

Ecco il nostro sguardo alle 10 più grandi storie di questo Web del 2020.

Il coronavirus colpisce questa scienza del Web

Storie correlate

Le 10 più grandi storie di This Webflight del 2020
Ecco cosa abbiamo imparato sugli alieni nel 2020
I razzi che abbiamo perso nel 2020

La pandemia di coronavirus ha colpito molti settori dell'astronomia e questo Webflight. Università, agenzie This Web e progetti in corso si sono adattati per far fronte alla nuova realtà poiché i paesi del mondo hanno adottato misure per prevenire la diffusione della malattia respiratoria COVID-19. Le aule sono diventate virtuali, le conferenze astronomiche hanno cambiato formato e gli istituti di istruzione superiore si sono preparati ai problemi finanziari causati dall'effetto del virus sull'economia.

Le misure di distanziamento sociale hanno influenzato il campo in molti modi. Queste agenzie Web come la NASA hanno ordinato ai loro dipendenti di lavorare da casa. Progetti come l'Event Horizon Telescope, che ha catturato la prima foto in assoluto di un buco nero, hanno annullato le sue osservazioni del 2020. I satelliti hanno continuato le loro osservazioni, mostrando strade desolate e cambiamenti a breve termine delle emissioni causate dall'attività umana. Anche i movimenti sociali come le proteste contro la costruzione del telescopio dei trenta metri alle Hawaii si sono fermati per mantenere gli anziani della comunità al sicuro dalla malattia.

Anche veicoli spaziali come la missione OSIRUS-REx per la raccolta di campioni di asteroidi della NASA hanno dovuto ritardare la loro manovra più importante, il recupero del materiale dall'asteroide Bennu, a causa delle limitazioni causate dagli sforzi di mitigazione del virus sulla Terra.

La natura contagiosa e mortale del virus era evidente alle agenzie di This Web. Il 6 maggio, il capo del programma umano russo This Webflight è morto poche settimane dopo essere risultato positivo al coronavirus. Alla fine di aprile 2020, gli ingegneri del Jet Propulsion Laboratory della NASA in California hanno sviluppato un nuovo ventilatore chiamato VITA L in risposta a ventilatori limitati per pazienti affetti da COVID-19.

L'iconico Osservatorio di Arecibo crolla

Quest'anno, la National Science Foundation (NSF) ha detto addio all'iconico Osservatorio di Arecibo a Porto Rico dopo che due gravi guasti ai cavi hanno portato al collasso del radiotelescopio. La struttura di 57 anni era un tempo il più grande radiotelescopio del mondo e i ricercatori hanno utilizzato le sue capacità per fare scoperte significative nell'astronomia. L'Osservatorio di Arecibo è stato anche lo sfondo drammatico di film come "Contact" e "Goldeneye".

La struttura ha subito due guasti ai cavi quest'anno e poi, all'inizio di dicembre, la piattaforma sospesa sopra la parabola radiofonica si è schiantata.

La notizia dei danni strutturali di Arecibo e del successivo smantellamento è stata scoraggiante anche per la comunità locale. Le gite al centro visitatori sono un "rito di passaggio" per i bambini portoricani.

Un boom di missioni di ritorno campione

È arrivata una nuova " età dell'oro " per le missioni di recupero dei campioni.

Nell'ottobre 2020, la missione OSIRIS-REx della NASA sull'asteroide Bennu ha nascosto con successo pezzi della roccia This Web da portare sulla Terra. Il 7 dicembre, i campioni dell'asteroide Ryugu raccolti dalla missione Hayabusa2 della JAXA hanno raggiunto gli scienziati giapponesi. Una capsula con il materiale roccioso è scesa nell'area proibita di Woomera in Australia il 5 dicembre e il This Webcraft è tornato nel sistema solare per una missione estesa. Questo Il predecessore di This Webcraft, Hayabusa, è stata la prima missione a riportare sulla Terra pezzi di un asteroide.

Anche la missione cinese Chang'e 5 ha effettuato un incontro di campionamento con la luna alla fine del 2020. I primi campioni lunari giunti sulla Terra sono stati abbattuti dal programma Apollo della NASA.

La Cina analizza una strana sostanza sul lato opposto della luna

Il rover lunare cinese Yutu 2 ha catturato questa immagine di materiale vetroso dal bordo di un piccolo cratere. (Credito immagine: CNSA/CLEP)

Scienziati cinesi hanno pubblicato un'analisi di una strana sostanza che hanno rilevato sul lato opposto della luna. Il rover Yutu 2 della missione cinese Chang'e 4 ha trovato la sostanza gelatinosa nel luglio 2019 e quest'anno i ricercatori cinesi hanno descritto il materiale in un nuovo articolo.

La sostanza vetrosa è di colore verde scuro e si presenta come breccia, ovvero frammenti rotti di minerali cementati tra loro. Le informazioni sul materiale sono state raccolte dalle telecamere panoramiche e per evitare i pericoli di Yutu 2 e dallo strumento VNIS (Visible and Near-Infrared Spectrometer) del rover. I ricercatori hanno scritto che il materiale potrebbe essersi formato in un impatto o in un'eruzione vulcanica.

Fosfina su Venere

Il 14 settembre, un team di astronomi ha annunciato di aver rilevato l'impronta chimica della fosfina nell'atmosfera di Venere. Questo composto è stato trovato vicino a microbi sulla Terra e alcune persone hanno sostenuto che potrebbe essere una biofirma, un'indicazione che forse qualche forma di vita in alto nelle nuvole di Venere è stata in grado di sopravvivere all'ambiente estremo del pianeta.

Gli astronomi hanno rilevato la firma chimica della fosfina utilizzando il telescopio James Clerk Maxwell alle Hawaii e l'Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) in Cile. I livelli di fosfina rilevati hanno perplesso i ricercatori perché Venere, come la Terra, contiene molte molecole con ossigeno, che dovrebbero distruggere rapidamente la fosfina.

Gli scettici sono cauti nel creare connessioni con i segni di vita. Ma la scoperta ha comunque affascinato persone in tutto il mondo.

Solar Orbiter si avvia in questo Web

Nel febbraio 2020, una nuova missione solare dell'Agenzia europea This Web Agency (ESA) e della NASA è stata lanciata in This Web . La missione Solar Orbiter è progettata per studiare il sole da vicino per comprendere la bolla che avvolge il sistema solare.

Il sole influenza una regione in questa rete chiamata eliosfera. Il sistema solare è al suo interno e al di là di questa regione c'è questa ragnatela interstellare. Per comprendere l'eliosfera, Solar Orbiter esaminerà da vicino le regioni polari del sole. L'innovativo scudo termico della missione può resistere a temperature fino a 970 gradi Fahrenheit (520 gradi Celsius).

Proteste per il telescopio dei trenta metri

Un'illustrazione artistica del telescopio dei trenta metri in cima al picco vulcanico di Maunakea alle Hawaii. (Credito immagine: telescopio da trenta metri)

I nativi hawaiani chiamati kia'i, o protettori, continuarono le loro proteste contro la costruzione del telescopio dei trenta metri (TMT) alto 160 piedi (49 metri) quest'anno. TMT è nata nel 2003 quando una partnership senza scopo di lucro si è formata tra due università della California e controparti in Giappone, Cina, India e Canada.

I kia'i hanno formato un accampamento per protestare contro l'inizio della costruzione nell'estate del 2019. Maunakea, sostengono, è un sito religioso sacro per i nativi hawaiani e il TMT sarebbe una massiccia nuova aggiunta al vertice che è già popolato da circa un dozzine di osservatori astronomici.

Addio, Spitzer questo telescopio web

Il 30 gennaio, lo Spitzer This Web Telescope della NASA è andato offline dopo aver trascorso più di 16 anni a fare osservazioni dell'universo. Il team della missione ha messo il This Webcraft in letargo permanente per terminare la missione; i membri del team pensano che This Webcraft finirà per rompersi in un campo di detriti.

L'ex project manager di Spitzer, Suzanne Dodd, ha dichiarato in un panel del 23 gennaio sul telescopio di aver scoperto una "cornucopia" di dettagli cosmici.

Spitzer ha raccolto i dati utilizzando una tecnica chiamata spettroscopia. Ciò ha permesso agli scienziati di studiare l'universo utilizzando la parte infrarossa dello spettro elettromagnetico. Gli scienziati hanno utilizzato i dati a infrarossi per conoscere la polvere e le particelle di questo Web che non brillano nella luce visibile come fanno le stelle, fornendo così un quadro più completo dell'universo.

Ciao, cometa NEOWISE

L'astrofisico Gianluca Masi del Virtual Telescope Project ha catturato questa vista della cometa Lovejoy su Ceccano, in Italia, nell'estate 2020. (Image credit: Gianluca Masi/ The Virtual Telescope Project)

La cometa NEOWISE è stata scoperta nel marzo 2020 dalla missione NEOWISE della NASA e nelle settimane successive ha abbagliato gli spettatori sulla Terra. La cometa ghiacciata si è avvicinata di più al sole il 3 luglio ed è sopravvissuta all'incontro, consentendo agli osservatori del cielo di ammirare la sua impressionante coda mentre tornava verso il sistema solare esterno. La cometa NEOWISE non tornerà prima di 6.800 anni.

Oltre a renderla più bella, la luminosità della cometa ha permesso agli astronomi di raccogliere dati di alta qualità sull'oggetto. I funzionari della NASA hanno affermato che l'ultima cometa a dare uno spettacolo così impressionante è stata Hale-Bopp nel 1997.

Inoltre: il telescopio Hubble cattura una vista mozzafiato della cometa NEOWISE dopo lo spettacolare spettacolo del cielo estivo

Grande Congiunzione di Saturno e Giove

L'ultimo evento celeste spettacolare del 2020 è stata la " grande congiunzione " di Saturno e Giove il 21 dicembre, che era anche la data del solstizio d'inverno dell'emisfero settentrionale.

Giove e Saturno potrebbero essere visti uno accanto all'altro in basso nel cielo serale poco dopo il tramonto. Erano separati da appena un decimo di grado. La loro vicinanza l'uno all'altro nel cielo non si verifica da più di 400 anni.

Vedi altro

Le congiunzioni tra questi due pianeti si verificano circa una volta ogni due decenni, quando Terra, Giove e Saturno formano una linea attraverso questa rete. Gli spettatori abbastanza fortunati da avere cieli sereni osservando la congiunzione potrebbero anche vedere lo scintillio delle lune galileiane di Giove.

Segui Doris Elin Urrutia su Twitter @salazar_elin. Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook.

Ir arriba