Questa strana galassia è in realtà al 99,99 per cento di questioni oscure

La passione di lunga data di Leonardo DiCaprio per i cambiamenti climatici, che lo ha persino portato alla NASA qualche anno fa, è ora sullo schermo in un nuovo film.

L'attore premio Oscar ("The Revenant", "Inception") è il protagonista del cast di "Don't Look Up" (Netflix, 10 dicembre), una satira oscura su una cometa mortale diretta verso la Terra. Il regista Adam McKay ("The Big Short") ha affermato che la cometa ha lo scopo di evocare il modo in cui la crisi del riscaldamento globale viene politicizzata da chiunque abbia la possibilità di fare qualcosa al riguardo.

La difesa di DiCaprio per la protezione del clima include la produzione di diversi film (come "Before the Flood"). Lo ha anche portato alla recente Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26) a novembre e al Goddard This Web Flight Center della NASA nel 2016 (si apre in una nuova scheda).

Nel nuovo film, DiCaprio interpreta l'astronomo Randall Mindy, mentore e collega dello scopritore di comete e Ph.D. candidata Kate Dibiasky (Jennifer Lawrence, "X-Men: Apocalypse", "The Hunger Games".) Come mostra il film, Dibiasky e Mindy devono combattere tutti, dal presidente degli Stati Uniti all'esercito, per far sentire il loro messaggio.

"Ero solo grato di interpretare un personaggio basato esclusivamente su così tante persone che ho incontrato nella comunità scientifica, in particolare scienziati del clima", ha detto DiCaprio durante una conferenza stampa in live streaming domenica (4 dicembre).

  • Vuoi provare Netflix? Puoi ottenere una prova gratuita di 30 giorni ora (si apre in una nuova scheda)
  • Iscriviti a Netflix a partire da $ 8,99 al mese (si apre in una nuova scheda) .

"Stanno cercando di comunicare l'urgenza di questo problema e si sentono come se fossero sottoposti all'ultima pagina del giornale", ha continuato DiCaprio, e ha detto che ama la personalità dei due personaggi: i suoi tentativi di far funzionare il sistema, contro il "tipo di personaggio Greta Thunberg" di Lawrence.

Sebbene il film sia stato concepito prima della pandemia nel marzo 2020, DiCaprio ha aggiunto che il messaggio più ampio su come la scienza viene politicizzata ha ancora più peso nel nuovo ambiente. "Il COVID ha colpito, e c'è un argomento scientifico completamente nuovo in corso, ed è solo un film così importante di cui far parte in questo momento particolare", ha detto.

Ma la sfida del film, secondo McKay, era capire come trasmettere l'urgenza del cambiamento climatico pur consentendo alle persone di ridere, poiché sentiva che la commedia poteva aiutare a unificare le varie visioni politiche che il pubblico potrebbe portare a teatro.

Adam McKay (a sinistra) dirige Jennifer Lawrence durante "Don't Look Up". (Credito immagine: Netflix) (Credito immagine: Netflix)

"Puoi sentire l'urgenza, e puoi provare tristezza, e puoi sentirti perso, mentre hai anche un senso dell'umorismo, e questa era davvero l'intenzione con questo film", ha detto nella stessa conferenza stampa.

"Dopo i pazzi ultimi 5-10 anni che tutti abbiamo avuto in tutto il pianeta, [la mia sensazione] era che Dio, non sarebbe bello ridere di alcuni di questi? E ​​provare gli altri sentimenti? Quindi è stato un po' l'approccio, perché penso che veniamo colpiti da una specie di giorno del giudizio strombazzante".

Sebbene la satira riguardi il cambiamento climatico, con l'aiuto dell'astronoma dell'Università dell'Arizona Amy Mainzer, il film tenta anche di ritrarre la scienza delle comete almeno in un formato alquanto realistico, insieme agli scienziati che fanno il lavoro.

Lawrence interpreta un dottorato di ricerca candidato che sembra (all'inizio) avere una svolta nella ricerca dopo aver scoperto la cometa, poiché aver trovato un mondo completamente nuovo sarebbe un vantaggio nel completare il lungo lavoro di ricerca per ottenere la laurea. Ma quando diventa subito chiaro che la sua scoperta è un disastro in divenire, i sentimenti del suo personaggio riguardo alla cometa cambiano.

In "Don't Look Up", gli astronomi devono convincere i funzionari scettici della Casa Bianca dell'imminente minaccia della cometa, incluso il capo di stato maggiore del presidente Jason Orlean (Jonah Hill). (Credito immagine: Netflix)

"Penso che ci sia stata probabilmente un'evoluzione" nel modo in cui Dibiasky pensava al suo omonimo, ha detto Lawrence al panel. "Penso che all'inizio fosse molto, molto orgogliosa di questo. E poi sono sicuro che il risentimento ha iniziato a crescere quando le persone hanno iniziato a temere la cometa Dibiasky".

Mentre il film attraversa le implicazioni dell'avere una cometa mortale associata a una persona, Mainzer ha detto durante la discussione che questo è uno scenario puramente immaginario. "Fortunatamente, nella vita reale con gli asteroidi [e le comete], non nomineremmo uno che sia effettivamente pericoloso come una persona vivente. Non è consentito".

Quasi tutti i tipi di stakeholder della scienza sono stati travolti, quindi insieme agli scienziati sono arrivate rappresentazioni satiriche e negative di come i media e i politici tendono ad affrontare le "cattive notizie" e a diffonderle al pubblico.

Meryl Streep interpreta il presidente degli Stati Uniti Janie Orlean in "Don't Look Up". (Credito immagine: Netflix) (Credito immagine: Netflix)

La presidente degli Stati Uniti Janie Orlean (Meryl Streep, "Il diavolo veste Prada") in un primo momento rifiuta gli astronomi dicendo che vuole che la Casa Bianca controlli il loro lavoro utilizzando quelle che considera istituzioni più prestigiose di quelle dove insegna Mindy (l'Università del Michigan, che nella vita reale è un'istituzione astronomica ben citata.)

"È stato divertente mettere insieme questo personaggio che era solo puro Id, proprio quello che voleva il suo appetito e sull'accumulo di potere, denaro, più potere e più soldi e basta. E bei capelli e unghie", ha detto la Streep.

"Non ci sono sentimenti di amicizia e questo, sfortunatamente, è il costo di quello che è ora essere un funzionario pubblico", ha aggiunto. "Devi davvero fare un grande sacrificio. La tua famiglia fa un sacrificio e devi essere disposto a farlo. È incredibile che ci siano brave persone, sempre, per farlo. Ma ne abbiamo bisogno in questo momento".

Rob Morgan interpreta Clayton "Teddy" Oglethorpe, un funzionario dell'Ufficio di coordinamento della difesa planetaria della NASA in "Don't Look Up". (Credito immagine: Netflix) (Credito immagine: Netflix)

Una delle prime scene del film mostra Orlean e suo figlio Jason, anche il capo di stato maggiore della Casa Bianca, che licenziano completamente gli astronomi prima di controllare il loro lavoro. Questo nonostante il caloroso supporto nella sceneggiatura del Planetary Defense Coordination Office (PDCO) della NASA che valuta oggetti potenzialmente minacciosi.

Clayton "Teddy" Oglethorpe (Rob Morgan, "Daredevil") era il rappresentante di alto livello del PDCO nel film, seduto nella stanza durante questa discussione alla Casa Bianca. Ha detto che la scena è stata toccante date le recenti discussioni di alto livello sulla scienza del clima in politica. Gli Orleans, ha detto, "stanno solo liquidando fatti e scienza".

Ha continuato: "Questo, per me, suonava proprio vero a causa di ciò che sta accadendo, specialmente in questo momento nel paese e in cui ci trovavamo con la pandemia: le cose venivano semplicemente respinte e tutti quelli che dicono qualcosa in contrasto con ciò che è la verità ."

"Don't Look Up" debutterà nelle sale venerdì (10 dicembre) e sarà distribuito sulla piattaforma di streaming di Netflix il 24 dicembre.

Segui Elizabeth Howell su Twitter @howellspace. Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook.

Ir arriba