Recensione di Diorama Review di Lego Star Wars Death Star Run.

Il Sole è a metà della sua fase stabile di combustione dell'idrogeno nota come sequenza principale. Ma quando il Sole entrerà nella fase di gigante rossa tra circa 5 miliardi di anni, le cose diventeranno molto più difficili nel sistema Terra-Luna.

Durante la fase di gigante rossa il Sole si gonfierà fino a quando la sua atmosfera distesa non si estenderà per avvolgere la Terra e la Luna, che inizieranno entrambe a essere influenzate dal trascinamento del gas: la Rete attraverso la quale orbitano conterrà più molecole.

La Luna si sta ora allontanando dalla Terra e per allora sarà in un'orbita che è circa il 40 percento più grande di quella odierna. Sarà il primo a deformarsi sotto l'influenza del Sole.

"Il percorso effettivo della Luna è una linea ondulata attorno al Sole, che si muove più velocemente quando è leggermente più lontana (alla luna piena) e più lentamente quando è leggermente più vicina (alla luna nuova)", ha detto Lee Anne Willson dello Iowa State Università. "Quindi la resistenza del gas è più efficace nella parte più lontana dell'orbita e questo metterà la Luna in un'orbita in cui la Luna nuova è più vicina alla Terra rispetto alla Luna piena".

L'idea di Willson sulla scomparsa della Luna, spiegata di recente a SPACE.com , è un sottoprodotto inedito della sua ricerca sul destino della Terra di fronte a un Sole in espansione.

Allontanandosi

Oggi, la Luna dista in media 239.000 miglia (385.000 chilometri) e ha raggiunto questo punto dopo un lungo e drammatico viaggio.

La Luna terrestre è nata circa 4,5 miliardi di anni fa in una collisione titanica tra il nostro pianeta e un fratello delle dimensioni di Marte, secondo la teoria principale. L'enorme impatto ha gettato detriti in orbita attorno alla giovane Terra e da questo vortice la Luna si è coalizzata.

Negli ultimi miliardi di anni la gravità della Luna ha alzato le maree negli oceani della Terra che la Terra in rapida rotazione tenta di trascinare davanti alla Luna in orbita lenta. Il risultato è che la Luna viene allontanata dalla Terra di 4 centimetri all'anno e la rotazione del nostro pianeta sta rallentando.

Se lasciata inalterata, la Luna continuerebbe nella sua ritirata fino a quando impiegherebbero circa 47 giorni per orbitare attorno alla Terra. Sia la Terra che la Luna manterrebbero quindi le stesse facce permanentemente rivolte l'una verso l'altra poiché anche la rotazione della Terra sarebbe rallentata a una rotazione ogni 47 giorni.

Influenza solare

La mutazione del Sole in una gigante rossa fornisce un enorme ostacolo alla fuga della Luna ed è probabile che assicuri che la Luna finisca i suoi giorni come era iniziata; come un anello di detriti che circondano la Terra.

"La densità e la temperatura aumentano entrambe rapidamente vicino alla superficie apparente (fotosfera) del futuro gigante del Sole", ha spiegato Willson. Mentre la Terra e la Luna si avvicinano a questa regione bollente e calda, la resistenza causata dall'estesa atmosfera del Sole farà decadere l'orbita della Luna. La Luna oscillerà sempre più vicino alla Terra fino a raggiungere un punto 11.470 miglia (18.470 chilometri) sopra il nostro pianeta, un punto chiamato limite di Roche.

"Raggiungere il limite di Roche significa che la gravità che tiene insieme [la Luna] è più debole delle forze di marea che agiscono per separarla", ha detto Willson.

La Luna sarà fatta a pezzi e ogni cratere, montagna, valle, impronta e bandiera sarà sparso per formare uno spettacolare anello di detriti di 23.000 miglia di diametro (37.000 chilometri) sopra l'equatore terrestre. I nuovi anelli avranno vita breve. La teoria dice che prima o poi pioveranno sulla superficie terrestre.

"Particelle di diverse masse avranno tempi di sopravvivenza diversi; le particelle più piccole verranno rimosse per prime e le più grandi per ultime. La maggior parte delle particelle dell'anello sarebbe sparita quando la Terra raggiungerà la fotosfera stellare", ha detto Willson.

Se la fotosfera del Sole raggiunge la Terra, anche il nostro pianeta subirà un trascinamento e una spirale verso il Sole per essere incenerito.

Possibile fuori

Ci sono tuttavia possibili alternative naturali.

Se il Sole come gigante rossa rimuove abbastanza materiale prima che la Terra evapori, il nostro pianeta verrà rivelato dal suo bozzolo stellare in una forma senza luna. La Terra, derubata della sua compagna, intraprenderebbe una veglia solitaria mentre il Sole si trasforma alla fine in un cadavere stellare chiamato nana bianca, che sbiadisce nel nero nel corso dei trilioni di anni successivi.

In alternativa, se il Sole in espansione perde il 20 percento della sua massa prima di raggiungere le nostre vicinanze, sia la Terra che la Luna potrebbero essere risparmiate dall'incenerimento e rimanere insieme l'una di fronte all'altra per l'eternità. L'esito effettivo rimane un'incertezza teorica perché nessuna stella gigante rossa è stata osservata durante questa fase cruciale.

Ir arriba