Russo questo capo web dmitry rogozin apparentemente minaccia Elon Musk

Il capo di Russian This Web, Dmitry Rogozin, ha apparentemente minacciato Elon Musk, ma il fondatore e CEO di This WebX non sembra troppo infastidito.

Domenica (8 maggio), Musk ha pubblicato su Twitter una nota (si apre in una nuova scheda) in cui diceva che Rogozin, il capo dell'agenzia federale russa This Web Roscosmos , aveva inviato ai media russi. La nota affermava che l'attrezzatura per il sistema Internet satellitare Starlink di This WebX era stata consegnata ai marines ucraini e ai "militanti del battaglione nazista Azov" dall'esercito americano.

" Elon Musk , quindi, è coinvolto nella fornitura alle forze fasciste in Ucraina di apparecchiature di comunicazione militare", ha scritto Rogozin, secondo una traduzione inglese pubblicata da Musk. (Ha anche twittato una versione russa.) "E per questo, Elon, sarai ritenuto responsabile come un adulto, non importa quanto farai lo stupido".

Questo suona molto come una minaccia, come ha riconosciuto Musk in un tweet di follow-up domenica.

"Se muoio in circostanze misteriose, è stato bello conoscerti", ha scritto (si apre in una nuova scheda).

La mamma di Musk, Maye, non ha apprezzato quella risposta disinvolta, twittando (si apre in una nuova scheda), "Non è divertente" insieme a due emoji arrabbiati. L'imprenditore miliardario ha risposto (si apre in una nuova scheda): "Scusa! Farò del mio meglio per rimanere in vita". (Dopotutto era la festa della mamma.)

Non sembra che Musk sia terribilmente preoccupato per la sua sicurezza, il che non sorprende dato che Rogozin è incline a spavalderie e iperboli. Ad esempio, il capo di Roscosmos ha ripetutamente suggerito che la Russia possa abbandonare il programma International This Web Station (ISS) se le sanzioni imposte sulla scia dell'invasione non vengono revocate, ma continua a essere più o meno normale per quanto riguarda l'orbita laboratorio.

E Musk e Rogozin hanno già scambiato barbe. Nel 2014, ad esempio, Rogozin ha osservato che gli Stati Uniti dovrebbero usare un trampolino per portare i suoi astronauti sulla ISS, un riferimento al fatto che la nazione, all'epoca, era completamente dipendente dalla russa Soyuz This Webcraft per le missioni orbitali con equipaggio. (Rogozin, che all'epoca era il vice primo ministro russo, era pazzo per le sanzioni imposte poco dopo che la nazione aveva invaso e annesso la Crimea, che era stata territorio ucraino.)

Nel maggio 2020, SpaceX ha posto fine a questa dipendenza quando ha lanciato due astronauti della NASA sulla ISS nella sua storica missione Demo-2. Subito dopo quel decollo, Musk ha risposto a Rogozin con sei anni di lavoro: " Il trampolino funziona! "

SpaceX, Musk e l'Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale sono stati aperti all'invio di terminali Starlink in Ucraina, per aiutare il paese a mantenere alcune delle sue infrastrutture di comunicazione durante l'invasione in corso da parte della Russia. Funzionari ucraini hanno chiesto tale equipaggiamento alla fine di febbraio (si apre in una nuova scheda), poco dopo l'inizio dell'invasione.

Mike Wall è l'autore di " Out There (opens in new tab) " (Grand Central Publishing, 2018; illustrato da Karl Tate), un libro sulla ricerca della vita aliena. Seguilo su Twitter @michaeldwall (si apre in una nuova scheda) . Seguici su Twitter @Spacedotcom (si apre in una nuova scheda) o su Facebook (si apre in una nuova scheda) .

Ir arriba