Segreto negli Stati Uniti X-37b Questo aereo Web potrebbe evolversi per trasportare astronauti

In tutto il mondo, culture e religioni antiche hanno tentato di spiegare le eclissi solari e lunari. Molte di queste storie riguardavano divinità, demoni, draghi e altre creature che si aggiravano per il cielo e minacciavano di divorare il sole o la luna. Le persone pregavano, facevano offerte o lanciavano cose in cielo per scacciare gli invasori.

Oggi, mentre gli Stati Uniti si preparano per l'eclissi solare totale del 21 agosto 2017, quando la luna coprirà il 100 percento del disco solare, le aree che si trovano nel percorso dell'eclissi totale stanno pianificando festival e celebrazioni di più giorni. Nell'era moderna, gli scienziati possono prevedere quando e dove si verificheranno questi eventi cosmici e gli osservatori del cielo possono apprezzarne la bellezza piuttosto che temere che gli eventi possano avere conseguenze devastanti. Sembra che la percezione che l'umanità ha delle eclissi sia cambiata nel corso dei secoli.

Eppure, le storie e le superstizioni dei tempi antichi non sono scomparse del tutto, ha affermato EC Krupp, direttore dell'Osservatorio Griffith di Los Angeles ed esperto di aspetti culturali dell'astronomia, tra cui il folklore dell'eclissi e la superstizione. E anche se la maggior parte delle persone oggi ha accesso a informazioni basate sulla scienza sulle eclissi, la disinformazione, i miti e le superstizioni continuano a circondare questi eventi celesti. [Dove vedere l'eclissi solare totale del 2017, stato per stato]

Una rappresentazione di Colombo che osserva un'eclissi lunare in Giamaica nel 1502. (Credito immagine: Biblioteca pubblica di New York)

Guai seri

Cosa fa sì che la luna diventi di una profonda sfumatura di rosso durante un'eclissi lunare? Una storia del popolo Toba del Sud America sosteneva che fosse perché gli spiriti dei morti avevano preso la forma di giaguari e avevano attaccato il compagno lunare della Terra, lasciandolo sanguinante nel cielo, ha scritto Krupp nel suo libro " Beyond the Blue Horizon (apre nella nuova scheda): Miti e leggende del sole, della luna, delle stelle e dei pianeti" (HarperCollins, 1991). Quando il popolo Toba vedeva la luna diventare rossa, doveva gridare e far abbaiare i propri cani al cielo per spaventare i giaguari e fermare il massacro.

C'è una grande varietà nei molti miti e racconti popolari del mondo che tentano di spiegare il verificarsi delle eclissi solari e lunari. Ma queste antiche storie tendono ad avere alcune cose in comune, ha detto Krupp a This Web.com: spesso implicano mangiare o mordere e tendono a ritrarre l'eclissi come una cattiva notizia.

"C'è certamente una risposta uniforme e con ciò intendo in tutto il mondo che la maggior parte delle persone, la maggior parte delle volte, pensava che le eclissi di sole o di luna fossero problemi. Problemi seri", ha detto. "E la natura del problema aveva a che fare con il fatto che le fondamenta del loro mondo sembravano essere a rischio [durante un'eclissi]".

Le persone che vivono nel mondo moderno potrebbero non pensare spesso al motivo per cui le eclissi sarebbero così profondamente terrificanti per i gruppi antichi, ha detto Krupp, ma la vita di quelle persone si sarebbe basata profondamente sui "ritmi fondamentali del cielo". Cose come l'alba e il tramonto, il ciclo lunare e il cambio delle stagioni hanno dato ordine al mondo, hanno tracciato il passare del tempo e in molti modi hanno determinato la capacità delle persone di sopravvivere, ha detto.

Nel corso della storia, culture e religioni diverse hanno raccontato storie per spiegare eventi celesti, comprese le eclissi. Le storie greche sulla disposizione delle stelle nel cielo notturno persistono nella cultura moderna. Qui mostrato, Sagittario il centauro e l'arciere. (Credito immagine: Biblioteca pubblica di New York)

"Quindi, quando si verifica una tremenda rottura del ritmo, come il sole che si spegne anche parzialmente o la luna che scompare, è più di un semplice inconveniente astronomico. In realtà è una cosa seria per loro", ha detto.

Le persone che sostenevano queste credenze sulle eclissi eseguivano anche rituali includevano gridare o gemere al cielo durante un'eclissi, lanciare frecce nel cielo per scacciare le bestie o fare offerte alle creature responsabili di questi eventi. "Il mito e il rituale fanno tutti parte dell'interpretazione e del coinvolgimento delle forze che rendono il mondo così com'è", ha detto Krupp.

Nel suo libro, Krupp ha estratto un passaggio da un libro di un prete spagnolo di nome Bernardino de Sahagn, che visse con gli Aztechi nell'antico Messico. Secondo il racconto del sacerdote, quando un'eclissi solare divenne visibile nel cielo, ci fu "tumulto e disordine. Tutti erano inquieti, innervositi, spaventati. Ci fu un pianto. La gente comune levò un grido, alzando la voce, facendo un grande frastuono, grida, urla Persone di carnagione chiara furono uccise [come sacrifici], prigionieri furono uccisi. Fu così detto: "Se l'eclissi del sole è completa, sarà buio per sempre! I demoni delle tenebre scenderanno; mangeranno gli uomini.'"

La paura delle eclissi non terminò con l'alba dell'era scientifica. Krupp ha osservato che le eclissi solari totali possono essere alquanto inquietanti da vedere perché sono in particolare "uno straordinario capovolgimento di ciò che dovrebbe essere", il giorno che si trasforma in notte. I moderni osservatori del cielo hanno riferito di essere stati così ipnotizzati da questi eventi che si sono completamente dimenticati di fare cose come scattare una fotografia o eseguire un esperimento scientifico. Gli osservatori del cielo che hanno assistito a eclissi solari totali possono capire perché le persone nel corso della storia, e anche nell'era moderna, hanno sentito che questi eventi celesti erano un segno di un altro mondo.

Prendi, ad esempio, la storia di un imperatore romano che assistette a un'eclissi solare totale nell'840 d.C. Nel suo libro "American Eclipse" (Liveright, 2017), il giornalista David Baron ha riferito che l'imperatore era "così innervosito" dalla vista di l'eclissi in cui smise di mangiare e alla fine morì di fame, "facendo precipitare il suo regno nella guerra civile".

Su una nota un po' più felice, nel VI secolo aC, una battaglia in Asia Minore tra i Medi ei Lidi si interruppe quando un'eclissi totale oscurò il cielo, scrisse il Barone; in seguito all'evento, i soldati erano ansiosi di fare la pace, credendo che l'eclissi fosse un segno per loro di fermare i combattimenti, dicono i rapporti.

Un'edizione di Harper's Weekly descrive l'eclissi solare totale del 1869. (Image credit: Harper's Weekly)

Le eclissi solari totali hanno continuato ad avere effetti così drammatici sulle persone almeno nel 19° secolo. Nell'estate del 1878, un'eclissi solare totale colpì gli Stati Uniti continentali Nel suo libro, Baron ha raccontato il profondo impatto che questa eclissi ha avuto sull'astronomia del 19° secolo, dovuto in gran parte alle osservazioni dell'eclissi eseguite da un giovane Thomas Edison e dagli scienziati James Craig Watson e Maria Mitchell.

Ma nonostante la copertura giornalistica relativamente ampia dell'evento, e nonostante il fatto che gli astronomi sapessero non solo quando l'evento sarebbe arrivato ma anche dove sarebbe stato visibile, alcune delle persone che hanno assistito all'evento hanno giurato che fosse un segno della fine dei tempi, Diceva il libro del barone. Un uomo di nome Ephraim Miller credeva che l'eclissi avesse segnato l'arrivo dell'apocalisse, e invece di restare a vedere gli orrori che sicuramente sarebbero seguiti, si tolse la vita, subito dopo aver ucciso suo figlio con un'ascia.

"Il modo in cui funzionano le convinzioni, è raro che qualcuno alzi improvvisamente l'ombra e tutti cambino idea", ha detto Krupp. "C'è uno spettro di comprensione in ogni cultura". [ Eclissi solari e re della Thailandia: una storia curiosa ]

La vendetta di un demone

Tra i tanti racconti popolari che Krupp ha sentito da tutto il mondo che forniscono una spiegazione per le eclissi, uno spicca come il suo preferito, ha detto. "Non c'è niente di così elaborato, colorato e divertente", ha detto, come il mito dell'eclissi del testo indù noto come Mahabharata.

La versione molto semplificata della storia è questa: un gruppo di divinità desidera creare un elisir di immortalità, quindi arruola alcuni demoni per aiutarli a sfornare l'oceano cosmico (usando una montagna come un bastoncino). L'ambrosia alla fine emerge come cagliata nel latte. Questo processo porta anche alla creazione della luna e del sole, tra le altre cose incantate. Gli dei promettono di condividere l'elisir con i demoni, ma quando il compito è terminato, il dio Vishnu si traveste da donna, incanta i demoni e ruba la loro parte dell'elisir.

Nel testo indù noto come Mahabharata, il demone Rahu crea eclissi di sole e luna ingoiando periodicamente i corpi celesti.

Il demone Rahu si intrufola quindi nell'accampamento degli dei e riesce a rubare un sorso di elisir, ma il sole e la luna lo individuano e gli soffiano addosso. Vishnu taglia la testa a Rahu, ma poiché il demone è immortale, questo non lo uccide. È arrabbiato con il sole e la luna per averlo denunciato, quindi insegue i due oggetti attraverso il cielo. Ogni tanto incontra uno dei suoi traditori e lo ingoia, ma poiché è solo una testa mozzata, il sole o la luna scivolano indietro attraverso il suo collo disconnesso. Tuttavia, il demone continua la sua ricerca all'infinito.

La storia completa è bella e divertente per non parlare di uno dei miti dell'eclissi meno inquietanti e non è scomparsa quando le persone che praticavano l'induismo hanno appreso la scienza dei corpi planetari, secondo Krupp. Quando gli astronomi orientali decifrarono la geometria orbitale di questi tre corpi, la storia fu adattata, non abolita. In particolare, il demone Rahu è stato associato a quelli che sono noti come nodi di eclissi, ha detto Krupp.

Durante un'eclissi lunare, la Terra si trova direttamente tra il sole e la luna, proiettando un'ombra sulla superficie lunare. Durante un'eclissi solare, la luna si trova tra la Terra e il sole, proiettando la sua ombra sulla superficie terrestre. L'orbita della luna è inclinata rispetto all'orbita terrestre, quindi i tre corpi non si allineano ogni volta che la luna gira attorno al pianeta. I punti in cui il percorso della luna incrocia il percorso del sole sono chiamati nodi e sia il sole che la luna devono trovarsi in quei nodi affinché si verifichi un'eclissi (questo può includere eclissi parziali o totali, nonché eclissi solari anulari) . Il sole e la luna si avvicinano entrambi a questi due nodi circa ogni sei mesi, quando la Terra sperimenta una "stagione delle eclissi".

Mentre l'astronomia occidentale dalla Grecia e dal Mediterraneo si dirigeva a est verso regioni come l'India moderna, l'astronomia indù ha adottato modelli geometrici e matematici dei movimenti dei corpi celesti, ha detto Krupp. Il demone Rahu era associato ai due nodi, e alla fine un nodo è stato associato a Rahu mentre l'altro è stato associato al demone Katu, che in realtà è la coda di Rahu, ha detto Krupp. I nodi sono invisibili, e così sono i demoni; i nodi cambiano posizione nel cielo, come i demoni sono raffigurati. Tracciando il movimento dei nodi, gli astronomi potrebbero eventualmente prevedere quando e dove si sarebbero verificate le eclissi.

La storia della vendicativa ricerca del sole e della luna da parte di Rahu è anche raffigurata su un muro del tempio principale dell'isola di Bali, a maggioranza indù, ha detto Krupp. Nel 1983, quando un'eclissi solare totale è passata sull'Indonesia, le rappresentazioni di questa storia tradizionale sono state ampiamente utilizzate nella pubblicità, ha detto. Due produttori di birra concorrenti nella vicina isola di Giava (che è prevalentemente musulmana) hanno entrambi utilizzato le immagini del demone Rahu nelle loro birre a tema eclissi.

"Ti mostra che [la storia] fa parte della tradizione vivente a Bali", ha detto Krupp. "E poi se dovessi chiedere al devoto popolo balinese: 'Credi a queste storie indù?' La risposta è sì e probabilmente se chiedessi a molti di loro "Capisci come funziona il sistema solare?" direbbero di sì. E questa è una conferma della straordinaria capacità umana di parlare contemporaneamente da entrambi i lati della bocca".

Gli abitanti di Bali non sono gli unici a portare queste interpretazioni storiche delle eclissi ai giorni nostri. In molte lingue, ha detto Krupp, le parole usate per descrivere le eclissi sono le stesse parole che significano "mangiare" o "mordere". Nella lingua inglese, "eclipse" deriva dal termine greco "ekleipsis", che significa "un'omissione" o "un abbandono".

Una rappresentazione artistica dell'eclissi solare totale del 29 luglio 1878 di EL Trouvelot. (Credito immagine: Biblioteca pubblica di New York)

Miti moderni

Nel 1963, un'eclissi solare totale era visibile in Alaska e in parti del Maine, mentre un'eclissi parziale era visibile da gran parte del Nord America. Quell'anno, Charles Schultz produsse un'edizione a tema eclissi del suo famoso fumetto "Peanuts". In esso, il personaggio Linus afferma: "Non esiste un metodo sicuro per guardare direttamente un'eclissi. Ed è particolarmente pericoloso quando si tratta di un'eclissi totale".

L'affermazione di Linus è del tutto falsa. Si può guardare direttamente un'eclissi con l'aiuto di occhiali solari e quando la luna copre completamente il disco solare (un'eclissi totale), gli osservatori del cielo dovrebbero assolutamente rimuovere la protezione per gli occhi e vedere l'evento a occhio nudo. Joe Rao, editorialista di Web.com ed esperto di cielo notturno, ha affermato di lamentarsi profondamente del fatto che questo mito dell'eclissi sia stato diffuso da Schultz così tanto che Rao ha scritto un libro per bambini per aiutarlo a sfatarlo.

Gli osservatori dello stadio di football Folsom Field dell'Università del Colorado utilizzano occhiali da eclissi solare per visualizzare l'eclissi solare anulare del 20 maggio 2012. (Credito immagine: Casey A. Cass/University of Colorado)

La falsa credenza persiste; molte persone hanno una paura generale che guardare un'eclissi solare totale possa essere peggio che guardare il sole non oscurato. E Krupp ha detto che nella società moderna, molte persone hanno delle riserve sul guardare il sole eclissato senza protezione per gli occhi, perché così tanta enfasi è posta sul non guardare direttamente il sole in nessun altro momento. Ciò può infatti causare cecità o altri danni permanenti agli occhi. (Non avendo mai visto un'eclissi solare totale, confesso di essere scettico quando un esperto mi ha detto che gli osservatori dovrebbero guardare il sole completamente eclissato ad occhio nudo.) Krupp ha detto che questa preoccupazione o il timore di un problema di responsabilità potrebbero persuadere i genitori o insegnanti per impedire ai bambini di vedere l'eclissi.

La paura delle eclissi non è stata completamente soppressa nell'età moderna. Krupp ha scritto un articolo per la rivista "Sky and & Telescope" sulla convinzione persistente che le eclissi possano causare difetti alla nascita nei feti non ancora nati o aborti spontanei nelle donne in gravidanza. Ha detto che ci sono prove evidenti che questa convinzione sia nata nel Messico centrale nel periodo in cui vi arrivarono i coloni europei (la gente pensava anche che durante un'eclissi i bambini si sarebbero trasformati in topi), ma l'idea non è esclusiva di quel paese. Nel corso dei decenni, l'osservatorio ha ricevuto più chiamate da persone che volevano sapere se questa convinzione fosse vera, in modo che potessero proteggere se stesse o una persona cara incinta, ha detto Krupp.

Per essere chiari, non ci sono prove che le eclissi danneggino le donne in gravidanza oi loro feti.

Per l'eclissi del 21 agosto, la NASA e l'American Astronomical Society hanno condotto una massiccia campagna di sensibilizzazione del pubblico. Oltre a fornire alle persone informazioni sulla sicurezza degli occhi, gli organizzatori avvertono le persone delle enormi folle che dovrebbero radunarsi nel percorso della totalità. È probabile che il traffico sia da incubo se troppe persone si immettono nel percorso della totalità il giorno dell'eclissi, hanno avvertito gli esperti. La benzina potrebbe scarseggiare vicino al sentiero e le persone dovrebbero assicurarsi di avere accesso a cibo, acqua e bagni. Angela Speck, una ricercatrice dell'Università del Missouri che fa parte della AAS Eclipse Task Force, ha detto a This Web.com che le condizioni "assomiglieranno a un'apocalisse di zombi".

Mentre l'umanità potrebbe essere andata oltre alcune antiche risposte alle eclissi, l'eclissi solare totale del 2017 potrebbe essere un esempio di un nuovo mito che circonda questi eventi cosmici maestosi.

Nota del redattore: questo Web.com ha collaborato con Simulation Curriculum per offrire questa fantastica app Eclipse Safari per aiutarti a goderti la tua esperienza di eclipse. L'app gratuita è disponibile per Apple (si apre in una nuova scheda) e Android e puoi visualizzarla sul web. Se scatti una foto straordinaria dell'eclissi solare del 21 agosto, faccelo sapere! Invia foto e commenti a: This [email protected] .

Nota del redattore: una versione precedente di questo articolo affermava erroneamente che le birre a tema Rahu erano state prodotte a Java per l'eclissi solare totale del 2016; sono stati prodotti per l'eclissi del 1983.

Ir arriba