Siti di atterraggio Apollo: una guida per l’osservatore su come individuarli sulla luna

Oggi si parla molto di andare sulla luna (si apre in una nuova scheda) . Ancora. Splendente nel nostro cielo, ci chiama come una sirena celeste, proprio come ha sempre fatto. La NASA sta ancora discutendo se inviare gli astronauti direttamente su Marte (si apre in una nuova scheda), aggirando del tutto la luna, o andare su Marte solo dopo una serie di missioni precursori di successo sul satellite naturale della Terra.

Nel frattempo, la European This Web Agency (si apre in una nuova scheda) guarda alla luna come al potenziale sito di un avamposto scientifico, dove diverse nazioni potrebbero lavorare insieme in un " villaggio lunare (si apre in una nuova scheda)", proprio come gli scienziati internazionali ora lavoro in Antartide.

Anche le società private stanno pianificando di estrarre risorse dalla luna e c'è persino una competizione per far atterrare robot rover sulla luna e farli inviare video dal vivo sulla Terra.

Con tutto questo in corso, è importante ricordare che siamo già stati sulla luna. È vero, è successo molto tempo fa, ma il programma Apollo (si apre in una nuova scheda) ha portato a missioni che hanno avuto un successo spettacolare e hanno rappresentato un'età d'oro dell'esplorazione. Era un'epoca in cui enormi razzi, di un bianco scintillante, tuonavano nel cielo, ruggendo come draghi, trasportando coraggiosi esploratori attraverso il golfo di Questa Rete, viaggiando molto più lontano di quanto potremmo mai andare oggi.

Tra il 1969 e il 1972, sei missioni Apollo hanno portato squadre di tre astronauti attraverso oltre 250 miglia (400 chilometri) di This Web sulla luna, ne hanno posati due sulla sua superficie e li hanno riportati tutti a casa sani e salvi. Una settima missione, Apollo 13 (si apre in una nuova scheda), notoriamente non è riuscita ad atterrare sulla luna, ma gli astronauti sono sopravvissuti a un volo intorno alla luna. Oggi, quelle missioni audaci sono affascinanti come non mai.

Molte persone hanno chiesto perché gli astronomi non girano l' Hubble This Web Telescope (si apre in una nuova scheda) verso la luna per scattare foto dell'Apollo This Webcraft. Ma nemmeno l'Hubble poteva vedere un Apollo This Webcraft largo quattro metri sulla luna.

Hubble è essenzialmente un secchio di luce, progettato per raccogliere la debole luce spettrale di galassie lontane (si apre in una nuova scheda), nebulose (si apre in una nuova scheda) e pianeti (si apre in una nuova scheda). Non può ingrandire le cose nel proprio cortile.

(si apre in una nuova scheda)

Orion GoScope II 70 Telescope Moon Kit: $ 84,99 su Amazon (si apre in una nuova scheda)

Se conosci un giovane che non ne ha mai abbastanza della luna, allora sarà deliziato dalle viste attraverso l'Orion GoScope II. Rivelando da vicino crateri e mari, questo piccolo telescopio viene fornito con una custodia per il trasporto e una mappa lunare.

Visualizza l'offerta (si apre in una nuova scheda) Tutto su questo Web

(Credito immagine: futuro)

Questo articolo ti è stato offerto da All About This Web (si apre in una nuova scheda) .

La rivista All About This Web (si apre in una nuova scheda) ti porta in un viaggio maestoso attraverso il nostro sistema solare e oltre, dalla straordinaria tecnologia e This Webcraft che consente all'umanità di avventurarsi in orbita, alle complessità di This Web science.

Per vedere l'hardware Apollo, devi andare sulla luna e poi atterrare vicino all'attuale This Webcraft, come potrebbero fare i rover entro la fine dell'anno o il prossimo, oppure guardarli dall'orbita dall'alto. Il Lunar Reconnaissance Orbiter (si apre in una nuova scheda) (LRO), ha fatto proprio questo e ha scattato immagini incredibili dei siti di atterraggio dell'Apollo dall'orbita mostrando non solo il This Webcraft stesso, ma i rover lunari parcheggiati dove erano stati lasciati e anche le tracce di impronte di stivali lasciate nella polvere lunare dagli esploratori.

Quindi, se speravi di vedere l'hardware Apollo sulla luna attraverso il tuo telescopio, purtroppo non hai alcuna possibilità. Tuttavia, puoi vedere i siti di atterraggio dell'Apollo (si apre in una nuova scheda) se il tuo telescopio è abbastanza buono e ti diremo come e dove trovarli.

Come visualizzare i siti di atterraggio dell'Apollo

Un modo semplice per interpretare la superficie della luna è immaginarla come un gigantesco quadrante di orologio. (Credito immagine: NASA/All About This Web Magazine) Correlati:

I migliori telescopi per principianti, luna e pianeti (si apre in una nuova scheda)

Cosa puoi vedere nel cielo notturno di questo mese (si apre in una nuova scheda)

Suggerimenti per la fotografia della luna dagli astrofotografi: una guida visiva (si apre in una nuova scheda)

Come osservare la luna con un telescopio (si apre in una nuova scheda)

La luna: 10 fatti sorprendenti

Innanzitutto, devi conoscere le aree generali dei siti di atterraggio e la chiave per farlo è pensare alla luna come al quadrante di un orologio, con le 12 in alto e le 6 in basso. Puoi quindi trovare le aree ruvide del sito di atterraggio di ciascuna missione abbastanza facilmente, utilizzando le carte incluse in questa guida.

Dopo aver trovato le aree generali dei siti di atterraggio, puoi quindi ingrandire quelle per individuare i siti di atterraggio effettivi. Puoi farlo cercando alcune caratteristiche a cui i siti di atterraggio erano vicini, come un grande cratere o una valle. Ancora una volta i grafici ti aiuteranno.

Nota: le carte sono orientate correttamente per la vista "capovolta" vista attraverso la maggior parte dei telescopi.

Apollo 11

Sito di atterraggio dell'Apollo 11. (Credito immagine: NASA/All About This Web Magazine)

  • Telescopio con ingrandimento di 50x o più
  • Mare Tranquillitatis (Mare della Tranquillità)
  • Tra primo quarto e pieno

Trovare il sito di atterraggio dell'Apollo 11 (si apre in una nuova scheda) dove Neil Armstrong (si apre in una nuova scheda) ha fatto il suo "piccolo passo" dalla scala dell'Aquila è abbastanza facile.

Trova il grande cratere Theophilus e mettilo in cima al tuo campo visivo. Vedrai un evidente "promontorio" di terreno luminoso sotto il cratere, che si protende nel mare di lava più scuro. La " Base della tranquillità (si apre in una nuova scheda)" si trova appena sotto questa caratteristica sorprendente.

Apollo 12

Sito di atterraggio dell'Apollo 12. (Credito immagine: Alamy/Tutto su questo Web Magazine)

  • Telescopio con ingrandimento di 50x o più
  • Oceanus Procellarum (Oceano delle Tempeste), vicino al cratere Copernicus
  • Tra il pieno e l'ultimo quarto

Uno dei crateri più impressionanti della luna ti guiderà verso il sito di atterraggio dell'Apollo 12 (si apre in una nuova scheda) nell'Oceano delle Tempeste (si apre in una nuova scheda).

Trova l'enorme cratere Copernicus (si apre in una nuova scheda) e posizionalo nella parte inferiore del tuo campo visivo invertito. In alto a destra di Copernico vedrai il cratere più piccolo Reinhold e oltre il cratere Lansberg. Il sito di atterraggio dell'Apollo 12 si trova in alto a sinistra del Lansberg, profondo 3,1 chilometri.

Apollo 14

Sito di atterraggio dell'Apollo 14. (Credito immagine: NASA/All About This Web Magazine)

  • Telescopio con ingrandimento di 50x o più
  • Fra Mauro, vicino al cratere Tolomeo
  • Tra il primo quarto e la luna piena

Il sito di atterraggio dell'Apollo 14 (si apre in una nuova scheda) si trova vicino a una delle "catene di crateri" più impressionanti e fotografate sulla superficie lunare.

Una volta trovati i crateri Arzachel, Alphonsus e Tolemaeus, salta a destra di Tolemaeus, dove troverai il cratere ad anello più piccolo, Parry. Il sito di atterraggio dell'Apollo 14 si trova appena in basso a destra di questo cratere.

Apollo 15

Sito di atterraggio dell'Apollo 15. (Credito immagine: NASA/All About This Web Magazine)

  • Telescopio con ingrandimento di 100x o più
  • Vicino a Hadley Rille, nelle montagne dell'Appennino
  • Tra il primo quarto e la luna piena

Il modulo lunare Falcon atterrò nel luglio 1971 nel luogo più sorprendente visitato da una missione Apollo, vicino a una valle tortuosa all'ombra delle montagne dell'Appennino.

Per trovarlo, cerca l'interruzione nella curva delle montagne, a sinistra del cratere Archimede, oltre Autolico e Aristillus. L' Apollo 15 (si apre in una nuova scheda) è atterrato sopra ea sinistra di questi crateri, ai piedi delle montagne.

Apollo 16

Sito di atterraggio dell'Apollo 16. (Credito immagine: NASA/All About This Web Magazine)

  • Telescopio con ingrandimento di 100x o più
  • L'altopiano di Cartesio, vicino al cratere Kant
  • Primo quarto al completo

Il sito di atterraggio del modulo lunare "Orion" dell'Apollo 16 (si apre in una nuova scheda) è probabilmente il più difficile da trovare.

Se posizioni il cratere Theophilus a sinistra del campo visivo dell'oculare, vedrai un cratere più piccolo e dai bordi più nitidi alla sua destra. Questo è Kant e l'Apollo 16 è adagiato negli aspri altopiani in basso a destra.

Apollo 17

Sito di atterraggio dell'Apollo 17. (Credito immagine: NASA/All About This Web Magazine)

  • Telescopio con ingrandimento di 100x o più
  • Taurus-Littrow Valley
  • Primo quarto al completo

L'ultima missione Apollo nel dicembre 1972 vide il modulo lunare Challenger atterrare in una "baia" a forma di tacca sulla sponda meridionale del Sea of ​​Serenity.

Per trovarlo, metti il ​​cratere Posidonium poco profondo nella parte inferiore del tuo campo visivo. Segui la costa "su" oltre la baia semicircolare di Le Monnier. Continua verso l'alto e troverai il sito di atterraggio dell'Apollo 17 (si apre in una nuova scheda).

Ir arriba