SpaceX Drone Ship si trasferisce in California per gli atterraggi del razzo della West Coast

Uno scienziato dell'Ohio afferma di aver trovato prove fotografiche della vita "simile a un insetto e a un rettile" su Marte (si apre in una nuova scheda). Ma, come sempre, non sono gli alieni, dicono altri ricercatori.

William Romoser, un professore emerito specializzato in arbovirologia (lo studio dei virus trasmessi dagli artropodi) ed entomologia all'Università dell'Ohio, ha raccolto fotografie dai rover marziani della NASA che secondo lui sono prove della vita su Marte. "C'è stata ed è ancora vita su Marte", ha detto Romoser in una nota (si apre in una nuova scheda).

Ma le prove di Romoser per questa presunta vita marziana provengono solo dalla sua interpretazione di queste fotografie. Come afferma nei risultati che ha presentato (si apre in una nuova scheda) il 19 novembre al meeting nazionale della Entomological Society of America, le immagini mostrano le forme di forme di vita che assomigliano a rettili e insetti simili a api. Secondo la dichiarazione, queste osservazioni riguardano sia creature fossili che viventi sulla superficie di Marte.

Video: insetti su Marte? Il professore lo suggerisce dopo aver studiato le foto della Rover
Correlati: 5 audaci affermazioni di vita aliena (si apre in una nuova scheda)

Il professor William Romoser dell'Università dell'Ohio ha etichettato questa immagine, scattata da un rover su Marte. Suggerisce che questa sia una forma di vita su Marte, ma altri scienziati affermano che questa non è la scoperta della vita aliena. (Credito immagine: William Romoser)

"C'è un'apparente diversità tra la fauna simile a un insetto marziano che mostra molte caratteristiche simili agli insetti terrestri che sono interpretati come gruppi avanzati, ad esempio la presenza di ali, la flessione delle ali, il volo / volo agile e gli elementi delle gambe variamente strutturati", Romoser detto sulle presunte forme di vita.

Il professor William Romoser ha recentemente suggerito che le immagini scattate dai rover su Marte mostrano la prova della vita su Marte. Finora scienziati esperti hanno confutato questa affermazione. (Credito immagine: analisi di William Romoser)

Vedere cose su Marte

Tutto su questo Web

Hai bisogno di più Questo Web?

La nostra pubblicazione sorella All About This Web magazine ti porta in un viaggio maestoso attraverso il nostro Sistema Solare e oltre, dalla straordinaria tecnologia e This Webcraft che consente all'umanità di avventurarsi in orbita, alle complessità di This Web science.

Risparmia fino al 61% su 13 numeri dell'anno!

Visualizza offerta (si apre in una nuova scheda)

Ora, se guardi davvero queste immagini e hai già letto che qualcun altro pensa che assomiglino a insetti e rettili, potresti pensare che assomiglino anche a insetti e rettili. Ma, secondo David Maddison, professore nel dipartimento di biologia integrativa dell'Oregon State University, questa "prova" è probabilmente solo un esempio di pareidolia (si apre in una nuova scheda), un fenomeno in cui le persone vedono schemi in dati casuali.

"Io, personalmente, ho la pareidolia per quanto riguarda gli insetti, in particolare i coleotteri", ha detto Maddison a This Web.com in una e-mail. "Ho lavorato sui coleotteri per decenni; ho collezionato molte migliaia di coleotteri in tutto il mondo. Nel corso degli anni ho costruito nel mio cervello un sistema di riconoscimento dei modelli per individuare i coleotteri".

Un confronto fatto dal professor William Romoser tra un'immagine catturata da un rover su Marte e un serpente qui sulla Terra. Suggerisce che questa sia una forma di vita su Marte, ma scienziati esperti concordano sul fatto che questa non è la scoperta della vita aliena. (Il "serpente reale orientale", tra l'altro, è chiaramente una vipera, probabilmente un serpente a sonagli.) (Credito immagine: William Romoser)

"Tuttavia", ha aggiunto Maddison, "c'è un tasso di falsi positivi che 'vedo' coleotteri dove non ce ne sono, cosa che mi rendo conto quando indago ulteriormente. I falsi positivi sono solitamente piuttosto bassi verso la fine di una gita, poiché io riqualificare il mio cervello, ma in alcune circostanze, ad esempio, a causa della mancanza di scarafaggi nell'ambiente, il tasso di falsi positivi è più alto, poiché i miei occhi non vengono naturalmente attratti dai veri scarafaggi, ma si attaccano a qualsiasi macchia simile a uno scarabeo sia fuori nel paesaggio.

"Non credo che ci siano insetti su Marte. Le fotografie che sono in quel comunicato stampa che hai inviato non sono del tutto convincenti, poiché rientrano nella gamma prevista per miliardi di oggetti non insetti fotografati con una risoluzione bassa su un Marscape", ha detto Maddison . "È molto più parsimonioso presumere che le macchie siano semplicemente rocce. Come è stato detto, 'affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie'; quelle immagini sono molto, molto meno che straordinarie".

E indicare semplicemente forme suggestive nelle foto della NASA potrebbe non essere il modo migliore per trarre conclusioni nella ricerca della vita oltre la Terra.

"Penso che sia davvero facile trovare schemi nelle immagini, specialmente quando sono fuori contesto", ha detto a This Web.com Nina Lanza, una scienziata planetaria del Los Alamos National Laboratory. "Sono piccoli clip di immagini più grandi e non c'è una barra della scala su di loro… puoi immaginare molte forme diverse lì dentro. Non è un buon modo per fare questo tipo di valutazione".

Mettere le cose in prospettiva

I ricercatori continuano a studiare in modo approfondito (si apre in una nuova scheda) il paesaggio, il suolo, la storia e l'atmosfera di Marte. E, mentre gli scienziati cercano attivamente segni di vita (si apre in una nuova scheda), compilando dati che un giorno potrebbero servire come prove della vita passata o presente su Marte o oltre, non esiste alcuna prova concreta (si apre in una nuova scheda) di qualsiasi vita -forme su Marte (o altrove oltre la Terra).

"È proprio così. Non siamo ancora stati in grado di fare questa dichiarazione, ma stiamo cercando", ha detto Lanza. "Siamo altrettanto eccitati, vogliamo farlo anche noi! Te lo diremo non appena troveremo la vita".

Per quanto riguarda il lavoro di Romoser e l'affermazione che esiste la prova della vita su Marte, i funzionari della NASA hanno risposto a This Web.com con la seguente dichiarazione:

"L'opinione generale collettiva della grande maggioranza della comunità scientifica è che le condizioni attuali sulla superficie di Marte non sono adatte all'acqua liquida o alla vita complessa. Come parte dei suoi obiettivi di astrobiologia, uno degli obiettivi chiave della NASA è la ricerca della vita in l'universo e il rover Mars 2020, che verrà lanciato la prossima estate, è il nostro prossimo passo nell'esplorazione del potenziale della vita passata sul Pianeta Rosso.

"Anche se dobbiamo ancora trovare segni di vita extraterrestre (si apre in una nuova scheda), la NASA sta esplorando il sistema solare e oltre per aiutarci a rispondere a domande fondamentali, incluso se siamo soli nell'universo. Dallo studio dell'acqua su Marte, al sondaggio promettente "mondi oceanici", come Encelado, Europa e Titano, alla ricerca di firme biologiche nelle atmosfere dei pianeti al di fuori del nostro sistema solare, le missioni scientifiche della NASA stanno lavorando insieme con l'obiettivo di trovare segni inconfondibili di vita oltre la Terra".

Il danno che possono causare affermazioni dubbie

Per scienziati come Lanza e Maddison, il fatto che questa affermazione non sia veramente "prova" della vita su Marte è ovvio. Ma per l'occhio inesperto, per la persona che potrebbe avere solo il tempo di sfogliare i titoli dei giornali durante il tragitto casa-lavoro, affermazioni esagerate come questa (si apre in una nuova scheda) possono essere dannose.

"Quando abbiamo questo tipo di titolo sensazionalista, è davvero difficile per il pubblico sapere se questo sia vero o meno", ha detto Lanza. "Sembra legittimo, viene dall'Università dell'Ohio, queste sono vere istituzioni e quindi quando troviamo effettivamente qualcosa su Marte e oltre, se lo facciamo, avrà un impatto minore le persone continueranno a sentire" abbiamo già trovato la vita su Marte.'"

"Toglie l'eccitazione dalle nostre vere scoperte", ha aggiunto.

Nota del redattore: a seguito della pubblicazione del lavoro di Romoser, il comunicato stampa dello studio è stato ritirato.

"Volevo farti sapere che il membro della facoltà non desidera più interagire con i media in merito a questa ricerca, quindi abbiamo deciso di rimuovere la storia dal nostro sito Web e da EurekAlert", ha detto Jim Sabin, il responsabile delle relazioni con i media presso la Ohio University. Web.com in una e-mail.

  • The Search for Life on Mars (una linea temporale fotografica) (si apre in una nuova scheda)
  • L'antico Marte avrebbe potuto sostenere la vita (foto)
  • I 6 posti più probabili per trovare la vita aliena

Segui Chelsea Gohd su Twitter @chelsea_gohd . Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook .

Hai bisogno di più Questo Web? Iscriviti al nostro titolo gemello "All About This Web" Magazine (si apre in una nuova scheda) per le ultime fantastiche notizie dall'ultima frontiera! (Credito immagine: All About This Web) (si apre in una nuova scheda)

Ir arriba