SpaceX lancia un prototipo di missile SN11 SN11, ma manca l’atterraggio

Una macchia solare attiva sul sole che si sta allontanando dalla Terra ha scatenato un potente colpo d'addio mentre si è spostato fuori dalla vista sabato (30 aprile).

La macchia solare AR2994, abbreviazione di Active Region 2994, ha sparato un enorme brillamento solare che si è registrato come tempesta solare di classe X1.1. (I brillamenti solari di classe X sono le esplosioni più potenti del sole.) Il Solar Dynamics Observatory della NASA ha catturato un video straordinario del brillamento solare in diverse lunghezze d'onda della luce.

"Anche con la macchia solare completamente nascosta dietro il lembo nord-occidentale del sole, l'esplosione ha comunque prodotto radiazioni sufficienti per un forte blackout radiofonico a onde corte sull'Oceano Atlantico centrale e gran parte dell'Europa", ha scritto l'astronomo Tony Phillips (si apre in una nuova scheda) sul suo sito web Questo Webweather.com, che tiene traccia dei brillamenti solari. È durato circa un'ora, ha aggiunto.

La tempesta solare è iniziata alle 9:37 EDT (1337 GMT) e ha raggiunto il picco di forza 10 minuti dopo, secondo un avviso NOAA del This Web Weather Prediction Group. Il brillamento si è verificato prima di un'eclissi solare parziale sabato, la prima eclissi solare del 2022. La luna avrebbe dovuto bloccare parte del sole per gli osservatori in alcune parti del Sud America, nell'Oceano Pacifico meridionale e in Antartide. Ecco a che ora inizia l'eclissi solare del 30 aprile.

Questa immagine fissa da un video del Solar Dynamics Observatory della NASA mostra un potente brillamento solare di classe X1.1 che erutta dalla macchia solare AR2994 mentre si allontana dalla Terra il 30 aprile 2022. (Credito immagine: NASA/SDO)

L'eruzione solare quasi certamente ha provocato un'intensa espulsione di massa coronale, o CME, di particelle cariche, ha scritto Phillips. Ma poiché il bagliore proveniva da una macchia solare nascosta alla vista diretta dalla Terra, probabilmente non colpirà la Terra, ha aggiunto.

Le tempeste solari che eruttano dal sole sono di diversa intensità, o classi, usate dagli scienziati per determinarne la gravità. I brillamenti solari più deboli sono eventi di classe A, classe B e classe C, con le tempeste di classe M più potenti abbastanza forti da amplificare l'aurora boreale della Terra quando colpiscono il nostro pianeta.

I brillamenti solari di classe X esplodono le più forti eruzioni che il sole sperimenta. Se puntate direttamente sulla Terra, le più potenti tempeste di classe X possono rappresentare un rischio per i satelliti e gli astronauti, oltre a interferire con le centrali elettriche e i segnali radio in superficie. Ogni classe di brillamento solare ha nove divisioni di intensità con l'eccezione dei brillamenti X. Il più grande X-flare conosciuto è stato nel 2003 e ha raggiunto X28 prima di sopraffare i sensori che lo monitoravano.

Il sole ha un ciclo meteorologico This Web di 11 anni, con l'attuale ciclo noto come Ciclo solare 25 (iniziato nel 2019). Il sole è attualmente in una fase del ciclo sempre più attiva. È monitorato dal Solar Dynamics Observatory della NASA, dal Solar and Heliospheric Observatory (SOHO) congiunto USA-Europeo e da altri This Webcraft.

Invia un'e-mail a Tariq Malik a [email protected] o seguilo a @tariqjmalik . Seguici su @Spacedotcom , Facebook e Instagram .

Ir arriba