Splendide foto di Marte di Curiosity Rover Show Climate Shift

Un venerabile rover del Pianeta Rosso potrebbe individuare i segni del clima marziano che si sta prosciugando nei tempi antichi.

La missione Curiosity della NASA di lunga data, che quest'agosto raggiungerà il suo decimo anniversario della Terra sul Pianeta Rosso, si sta facendo strada sulle pendici del Monte Sharp (Aeolis Mons) per tracciare il cambiamento climatico di Marte nel corso degli eoni. Per circa l'ultimo anno del suo girovagare, Curiosity ha notato che l'argilla ricca d'acqua lascia il posto a una zona di transizione piena di solfato salato. Gli scienziati attualmente ritengono che quelle caratteristiche segnino il punto in cui i ruscelli si sono prosciugati e si sono formate le dune di sabbia, secondo una dichiarazione della NASA (si apre in una nuova scheda).

Ciò significa che i depositi lacustri che popolavano i pendii più bassi non sono così comuni come Curiosity raggiunge più in alto sulla montagna. "Invece, vediamo molte prove di climi più secchi, come dune secche che occasionalmente erano circondate da ruscelli", ha affermato Ashwin Vasavada, scienziato del progetto Curiosity presso il JPL, nella dichiarazione.

Oltre a più solfato, le caratteristiche geologiche stanno catturando l'attenzione degli scienziati. Stanno vedendo sedimenti probabilmente depositati in pile di "strati traballanti", incluso uno soprannominato "The Prow" dai membri del team.

La regione ha una storia complessa, inclusa una storia di origine secca come un'area piena di dune di sabbia e alcune zone che sembrano aver avuto sedimenti trasportati dall'acqua, ha affermato JPL.

"A rendere la storia più ricca e allo stesso tempo più complicata è la consapevolezza che ci sono stati più periodi in cui le acque sotterranee sono defluite e defluite nel tempo, lasciando un miscuglio di pezzi di un puzzle che gli scienziati di Curiosity possono assemblare in una sequenza temporale precisa", hanno aggiunto i funzionari nella dichiarazione.

Il rover Curiosity Mars della NASA ha catturato questa vista di rocce stratificate e traballanti che si ritiene si siano formate in un antico letto di un torrente o in un piccolo stagno il 2 giugno 2022. (Credito immagine: NASA/JPL-Caltech/MSSS)

Mentre il rover funziona ancora bene, il JPL ha notato che mostra inevitabili segni dell'età, in particolare i buchi sulle ruote in alluminio che hanno navigato nel terreno marziano negli anni da quando Curiosity è atterrato il 5 agosto 2012.

La ruota centrale sinistra, come mostrato nelle immagini scattate il 2 giugno di quest'anno, presenta danni e spazi vuoti più estesi alle costole (battistrada). Il JPL ha affermato che è improbabile che i grouser si disintegrino completamente, ma i test a terra osservati mostrano che, nel peggiore dei casi, il rover può guidare sui cerchioni delle sue ruote se necessario.

Il rover Curiosity ha fotografato strati rocciosi il 19 maggio 2022. (Credito immagine: NASA/JPL-Caltech/MSSS)

Curiosity ha avuto anche un breve incidente in modalità provvisoria il 7 giugno dopo un inaspettato picco di temperatura su una scatola di controllo dello strumento. Il rover è uscito dalla modalità provvisoria due giorni terrestri dopo e i membri del team stanno indagando sulla causa.

"Sospettano che la modalità provvisoria sia stata attivata dopo che un sensore di temperatura ha fornito una misurazione imprecisa e non vi è alcun segno che influirà in modo significativo sulle operazioni del rover poiché i sensori di temperatura di backup possono garantire che l'elettronica all'interno del corpo del rover non si surriscaldi troppo", ha affermato JPL.

Segui Elizabeth Howell su Twitter @howellspace . Seguici su Twitter @ Spacedotcom o Facebook.

Ir arriba