Star Trek: la stagione 2 di Picard esplode sui nostri schermi con un primo episodio fenomenale

Attenzione: spoiler in vista per "Star Trek: Picard" Stagione 2, episodio 1

Sono passate solo due settimane meno di due anni dall'ultima volta che abbiamo visto Jean-Luc Picard in azione nella serie Paramount Plus (si apre in una nuova scheda) "Star Trek: Picard (si apre in una nuova scheda)" e la prima stagione ci ha regalato molto di cui parlare, in parte bene e in parte male. La storia della salvezza del drone Borg è stata sensazionale, fino a quando Hugh (Jonathan Del Arco) non è stato giustiziato senza tante cerimonie a due terzi della prima stagione. Cristbal Rios (Santiago Cabrera) ruba ogni singola scena in cui si trova e l'intero ologramma è stato un colpo da maestro. Inoltre, abbiamo appreso che Riker (Jonathan Frakes) non sa fare la pizza, abbiamo visto Seven of Nine (Jeri Ryan) cercare vendetta e Soji (Isa Briones) affrontare un cubo di Rubik romulano.

E poi c'è stato il finale di stagione. Sicuramente sei rimasto scioccato e, dopo, probabilmente ti sei sentito più che un po' deluso, forse anche arrabbiato, ma quasi sicuramente chiedendoti quanto vengono pagati i produttori di questo show. Inutile dire che era assurdo e scritto male. Dopo aver finito di contare quante volte il generale Oh ha detto: "Preparati a sparare", senza effettivamente sparare, abbiamo dovuto guardare mentre la coscienza di Jean-Luc Picard veniva scaricata in un corpo sintetico. (Ti senti perso? Se hai bisogno di un aggiornamento sulla stagione 1, dai un'occhiata alla nostra guida allo streaming di Star Trek: Picard per recuperare il ritardo.)

  • Vuoi provare Paramount Plus? Ecco una prova gratuita di un mese (si apre in una nuova scheda)
  • Abbonati a Paramount Plus per $ 5,99 al mese (si apre in una nuova scheda)

Questo ci ha fatto pensare che ogni singolo elemento di Jean-Luc sia potenzialmente potenziato: super velocità, super forza, super intelligenza, ma no, la ridicola soluzione alla situazione assurda in cui si sono messi gli showrunner è stata "Sapevo che non l'avresti fatto voglio adattarmi a qualcosa di nuovo, non dopo 94 anni nello stesso corpo", dice Soong, spiegando convenientemente quell'enorme problema.

The Sunstone Vineyards and Winery, situato nella Santa Ynez Valley, funge anche da vigneto Picard (Image credit: Paramount Plus)

Ma si scopre che sceneggiatori, registi, produttori esecutivi e showrunner hanno scelto di non portare avanti questa particolare trama e ringraziare The Maker, per prendere in prestito una frase da Londo Mollari. Quindi, già, sembra che questa nuova stagione di "Picard" abbia del potenziale. E come probabilmente saprai ormai, questo primo episodio va molto oltre. È come se tutto ciò che era orribile fosse stato veramente guardato, pensato e di conseguenza modificato, rimosso o riscritto. Questo primo episodio della seconda stagione di "Picard" è lassù con alcuni dei migliori "Trek" realizzati per la televisione.

L'approccio completamente diverso è evidente entro i primi secondi; invece una sognante sequenza di apertura con Data e Picard che giocano a carte a bordo della USS Enterprise-D, ci tuffiamo direttamente, all'inferno per la pelle, in una situazione di allerta rossa chiaramente l'equipaggio di un'astronave ancora sconosciuta deve respingere un mortale incursione. L'intero "Come è arrivato tutto a questo, chiedi?" about-to-die-flashback potrebbe essere considerato un cliché borderline, dipende molto da come viene gestito e questo viene gestito davvero molto bene.

Dal primo piano dell'icona di allerta rossa immediatamente riconoscibile ai pochi secondi ispirati di calma, paura e anticipazione di tre ufficiali della Flotta Stellare che guidano il turboascensore verso la prima linea, che in questo caso è il ponte, dove una rapida uscita è seguita da una lotta disperata prima che vengano storditi da una raffica di disgregatori è il più lontano possibile dall'episodio di apertura della scorsa stagione.

Trova qualcuno che ti guardi nello stesso modo in cui Laris (Orla Brady) guarda Jean-Luc (Patrick Stewart) (Image credit: Paramount Plus) Trektastic Stories

Film di Star Trek in ordine cronologico

Kirk vs Picard: chi è il miglior capitano di Star Trek?

Film di Star Trek, classificati dal peggiore al migliore

Presto vediamo che una regina Borg dall'aspetto insolito è responsabile e solo Picard (Patrick Stewart), Rios, Seven e la dottoressa Agnes Jurati (Alison Pill) rimangono in vita sul ponte. Naturalmente Picard prende l'unica opzione rimasta e ordina l'autodistruzione. È un'emozionante scena pre-crediti e che a sua volta è seguita dalla sequenza dei titoli di coda in cui sia il punteggio che la grafica sono stati leggermente modificati rispetto alla scorsa stagione.

Per tutta la prima stagione, Chteau Picard è sempre stato fotografato magnificamente e questa seconda stagione non è diversa. Jean-Luc sta supervisionando la raccolta delle uve insieme a Laris (Orla Brady), che torna dalla scorsa stagione. Il suo ex partner, Zhaban (Jamie McShane) non è però tornato e apprendiamo che dopo la sua ultima apparizione, quando il team di spec ops di Tal Shiar ha assalito il castello in "The End is the Beginning" (S01, E03) è morto. Tra questi eventi e l'etichetta del vino nuovo, è chiaro che sono passati circa 18 mesi dalla fine della prima stagione. Laris nel frattempo è stato attratto da Picard; una sensazione che non ricambia.

Questa è davvero la nostra unica lamentela su questo episodio ed è minore perché sembra che stia leggermente stonando. Inutile dire che questo corteggiamento incompleto provoca una certa tensione tra i due. Siamo anche disposti a guardare oltre il ricordo simbolico della tecnologia del 25° secolo mentre vediamo che l'uva non viene più raccolta dalla vite, ma viene travasata . Attraverso un flashback, ci vengono presentate scene dell'infanzia di Jean-Luc e di sua madre, Yvette (Madeline Wise). Evidentemente, "Oliver Twist" era di gran moda in termini di moda per bambini all'inizio del 24esimo secolo. Non sappiamo molto dei genitori di Jean-Luc, ma è chiaro che la vita era tutt'altro che rosea crescendo nella famiglia Picard.

Guardando a nord oltre il Golden Gate fino a Horseshoe Bay. Non c'è bisogno di difese contro le inondazioni nel 25° secolo (Image credit: Paramount Plus)

Yvette Gessard-Picard è stata menzionata di tanto in tanto in "Star Trek", ma solo nell'episodio "The Next Generation" "Where No One Has Gone Before" (S01, E06) è stata interpretata da un attore (Herta Ware in quello esempio). Nel frattempo, nel profondo di questa Rete, la USS Avalon rileva una strana anomalia spaziale. Sì, un altro.

Passiamo al giorno successivo all'Accademia della Flotta Stellare come Picard, pronuncia un discorso emozionante ai giovani cadetti e dà il benvenuto a Elnor (Evan Evagora), il primo cadetto completamente Romulano ad iscriversi all'Accademia. Ci sono stati altri cadetti della Flotta Stellare che avevano eredità romulana, il tenente Saavik è stato scritto come metà romulano/metà vulcaniano nel romanzo "L'ira di Khan" e il membro dell'equipaggio Tarses era un ufficiale della Flotta Stellare metà umano/metà romulano che ha servito a bordo della USS Enterprise-D vista in "The Drumhead" (S04, E21).

Successivamente vedremo cosa ha combinato Seven e non delude. Naturalmente, è nel profondo di questa ragnatela e in una rissa, ma questa volta è con i pirati a bordo della Sirena, ma con l'assistenza di Emmet, uno degli ologrammi di Rios, è in grado di eliminarli. È allora che Emmets riferisce di aver rilevato una distorsione spaziale con fluttuazioni del tachione e un grande picco nella radiazione di Hawking.

Il ritorno dell'USS Stargazer è gradito, ma avrebbe potuto essere più una sorpresa (Image credit: Paramount Plus)

Sul pianeta Raritan IV nel Quadrante Beta, Soji è a una funzione diplomatica insieme a Jurati, che è un po' ubriaco, ma durante una breve conversazione con uno sconosciuto casuale e principalmente attraverso il potere dell'esposizione, spiega utilmente che ' Sono stata scagionata dall'omicidio del suo precedente fidanzato per psicosi indotta dagli alieni. Quindi questo è chiarito. Lasciandosi alle spalle Soji, Jurati si teletrasporta a bordo di un'astronave al comando del Capitano Cristbal Rios, che è stato chiaramente convinto a ricongiungersi alla Flotta Stellare nel tempo trascorso tra il finale della prima stagione e adesso. Ma non solo, ma mentre la telecamera riprende l'esterno della nave, vediamo che si tratta della USS Stargazer!

Star Trek Captain Couture: i 15 abiti TNG più memorabili di Picard

Prima della messa in onda ufficiale, i membri dei media hanno avuto la possibilità di guardare questo inizio di stagione in anticipo, quindi il fatto che fosse lo Stargazer è stata una completa sorpresa ed è stato glorioso! Purtroppo, nella promozione di questo episodio, le immagini dello Stargazer sono state ufficialmente rilasciate, quindi la sorpresa non è stata nemmeno lontanamente d'impatto, il che è un peccato. E un'occasione sprecata.

Una precedente nave della Flotta Stellare di classe Constellation chiamata USS Stargazer è stato il primo vero comando di Jean-Luc Picard e ha un posto di rilievo nella sua storia e in "The Next Generation". Per fortuna, questa nuova nave del 25° secolo non ha lo stesso numero di registro con una lettera aggiunta (sai, come è successo alla USS Discovery) no, questa è la NCC 82893. Possiamo vedere nella sala di osservazione i modelli di tre navi: lo Stargazer di classe Radiant, lo Stargazer di classe Constellation di Picard e la nave di classe Sagan di Rios.

Questa è l'astronave su cui voglio lavorare. Cristbal Rios (Santiago Cabrera) è un capitano di nave stellare naturale (Image credit: Paramount Plus)

Di ritorno alla Flotta Stellare, abbiamo la possibilità di incontrare Raffi Musiker (Michelle Hurd) mentre Elnor si dirige verso la sua astronave assegnata, la USS Excelsior. Lei e Picard parlano e lui cade casualmente in un nemmeno sottile ritorno al passato che sta considerando un aggiornamento allo scenario di Kobayashi Maru, ora è stato nominato cancelliere dell'Accademia della Flotta Stellare. Tuttavia, c'è un momento toccante in cui Picard parla un po' dell'ambasciatore Spock mentre fa a Elnor un regalo di addio e alcune preziose parole di consiglio mentre se ne va.

Nel frattempo, l'attuale Stargazer arriva all'anomalia. Seven arriva poco dopo a La Sirena e ci sono alcune battute divertenti su chi appartiene effettivamente la nave ora, a quel punto c'è un'enorme esplosione di suoni statici sul canale di comunicazione e anche mentre è ancora ubriaco, Jurati è in grado di capire la causa non è una lingua, ma diverse, tutte implorando aiuto, tutte dicendo la stessa cosa: "Aiutaci, Picard".

Jean-Luc si reca a Los Angeles, entrando in un bar all'indirizzo numero 10, Forward Avenue, Historic District. E chi altro potrebbe occuparsi del bar in "Star Trek"..? È Guinan (Whoopi Goldberg) che riprende il ruolo di "The Next Generation". È una bella scena e adoro il modo in cui Jean-Luc va in giro regalando a tutti i suoi amici bottiglie di vino davvero buone della sua vigna. Dovremmo essere tutti così fortunati ad avere amici così. In cambio, gli fa un discorso di incoraggiamento su relazioni e priorità e su tutte le cose su cui i baristi sono bravi a dare consigli. (All'interno del bar, ci sono tutti i tipi di riferimenti a "Star Trek" precedenti, dalle bottiglie di alcolici sul bar alle insegne al neon sul muro.)

Picard torna al vigneto e trova già l'ammiraglio della flotta Sally Whitley (April Grace). Lei informa sulla situazione e lui parte con la navetta per incontrarsi con lo Stargazer, con grande disappunto di Laris. Una volta che tutti i convenevoli sono stati eliminati e la band è quasi tornata insieme, tentano di aprire le comunicazioni con qualsiasi cosa si trovi dall'altra parte della spaccatura in This Web. All'improvviso emerge una nave ed è chiaro che è di origine Borg.

Un'impressionante flotta di astronavi della Federazione ora circonda l'anomalia e molta più attenzione è stata dedicata a questo, facendo impazzire i nerd di This Webship, come me. Soprattutto se pensi alla flotta di centinaia di astronavi identiche che si sono radunate sul pianeta Coppelius nel finale della prima stagione. La regina si teletrasporta a bordo e inizia a prendere il controllo dello Stargazer e Picard ancora una volta, ordina l'autodistruzione.

Naturalmente è allora che inaspettatamente si ritrova ancora vivo e in un luogo familiare e diverso allo stesso tempo. È tornato allo Chteau Picardand e anche Q (John de Lancie). "Mon capitaine, quanto mi sei mancato", fa le fusa. "Benvenuti alla fine della strada non presa."

Nuova Q. L'irritante entità onnipotente deve avere accesso a una crema rivitalizzante piuttosto efficace (Image credit: Paramount Plus)

Ci sono uova di Pasqua in abbondanza in questo episodio anche in aggiunta a quelle che abbiamo menzionato: la fibbia della cintura di Seven presenta l'emblema dei Fenris Rangers, compare una vecchia bottiglia di Chateau La Barre con un'etichetta familiare, più un certo numero di astronavi della Flotta Stellare , inclusa la classe Akira USS Thunderchild (a sua volta un riferimento a "La guerra dei mondi") più quattro del gioco "Star Trek Online" (classe Ross, classe Sutherland, classe Gagarin e incrociatore leggero avanzato classe Reliant) sono ora ufficialmente introdotto al canone. In effetti, un piccolo numero di appassionati di tutto ciò che riguarda la Flotta Stellare ha analizzato in modo impressionante questo episodio e insieme allo scenografo di "Star Trek: Picard" Dave Blass, ha messo insieme un elenco di tutte le navi stellari della Federazione che ingaggiano la nave Borg.

Questo non è solo uno dei migliori episodi di "Star Trek: Picard" ma è anche uno dei migliori episodi di "Star Trek" sicuramente degno di essere inserito nella top 20 (non dimenticare, ci sono molti episodi di " Star Trek"). I punti deboli della scorsa serie sono stati chiaramente affrontati e riordinati, pronti ad andare avanti. La fotografia è eccezionale ed è ben diretta, chiudendo l'episodio magnificamente con l'attacco allo Stargazer. A parte il deaging di John de Lancie e l'interesse amoroso con Laris, questo è praticamente impeccabile e un esempio piacevole e gradito di ciò che rende "Star Trek" così grande.

Voto: 8/10

Il primo episodio di "Star Trek: Picard" è ora disponibile per la visione su Paramount Plus (si apre in una nuova scheda) e la prima stagione di "Strange New Worlds" inizia il 5 maggio. I primi 11 episodi della quarta stagione di "Star Trek" : Discovery" sono ora disponibili per la visione su Paramount Plus negli Stati Uniti e CTV Sci-Fi o Crave TV in Canada. I paesi al di fuori del Nord America possono guardare sul canale Pluto TV Sci-Fi.

Segui Scott Snowden su Twitter . Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook .

Ir arriba