Star Trek: Picard “Stagione 2 Episodio 4” reintroduce “un personaggio preferito

Avvertimento: spoiler in vista per "Star Trek: Picard" stagione 2, episodio 4

La seconda stagione di "Star Trek: Picard" su Paramount Plus (si apre in una nuova scheda) continua ad affascinare e la puntata di questa settimana non ha fatto eccezione.

La Sirena si è schiantata contro i vigneti di Chteau Picard a La Barre, nella Francia orientale; La dottoressa Agnes Jurati (Alison Pill) e Jean Luc Picard (Patrick Stewart) sono con la testa disincarnata salvata dalla regina Borg (Annie Wersching) mentre Cristbal Rios (Santiago Cabrera) è ora sotto la custodia dell'Immigration and Customs Enforcement. Nel frattempo, Sette di Nove (Jeri Ryan) e Raffi Musiker (Michelle Hurd) stanno cercando di localizzare Rios. Infine, il povero Elnor (Evan Evagora) è ancora morto.

Picard e Jurati entrano nel castello e ci viene offerto un nuovo capitolo della storia della famiglia Picard. Gli autori hanno trovato l'opportunità di infilare molti nuovi dettagli carini dell'importantissima residenza della famiglia Picard. Il vigneto e i terreni circostanti sono infatti deserti e fatiscenti poiché Jean-Luc spiega che il sito fu utilizzato durante la seconda guerra mondiale come posto di comando regionale per l'esercito tedesco, ma da allora è rimasto vuoto. Apparentemente, tuttavia, è rimasto in famiglia, il che spiegherebbe come un immobile così straordinario possa essere ancora vuoto al giorno d'oggi. (A proposito, se hai bisogno di recuperare il ritardo sulla stagione 1, dai un'occhiata alla nostra guida allo streaming di Star Trek: Picard.)

  • Vuoi provare Paramount Plus? Ecco una prova gratuita di un mese (si apre in una nuova scheda)
  • Abbonati a Paramount Plus per $ 5,99 al mese (si apre in una nuova scheda)

Questo è solo uno, ben scritto, parte di un viaggio molto più interessante nel passato di Picard e negli elementi precedentemente sconosciuti del suo personaggio. Finora, sta rendendo questa seconda stagione molto più divertente del precedente tentativo. È interessante notare che anche Lea Thompson (si apre in una nuova scheda) ha diretto questo episodio in aggiunta alla puntata della scorsa settimana.

"Picard" abbraccia il suo deliberato omaggio a "The Voyage Home" con questa scena iconica del film del 1986 (Image credit: Paramount Plus)

In una bella scena, Agnes continua inconsciamente a selezionare il numero 15 in ogni occasione e sia lei che Picard deducono che hanno solo tre giorni prima che si verifichi l'evento che cambia il futuro, dal momento che sono arrivati ​​​​il 12 aprile. Ci sono solo 10 episodi nella stagione 2, proprio come la prima stagione, quindi tre giorni di avventura ed eccitazione sono sufficienti per completare altri sei episodi..? Quanta parte della storia rimanente sarà ambientata nel passato..? Chissà, o osa sognare.

Immediatamente dopo il ritorno dopo i titoli di testa, l'episodio rende omaggio all'influenza di "Star Trek IV: The Voyage Home" avendo lo stesso odioso punk rocker Mohawk tinto di zenzero su un autobus che suona musica ad alto volume, suonato ancora una volta da Kirk R. Thatcher che, 36 anni prima, era un produttore associato di "The Voyage Home". Secondo IMDb (si apre in una nuova scheda), la scena è stata scritta da Nicholas Meyer per far rivivere una scena che è stata cancellata dal suo film "Time After Time" in cui HG Wells incontrava un adolescente con la musica a tutto volume da un boom box. L'idea di far dare a Spock il nervosismo vulcaniano è stata ispirata da Leonard Nimoy che aveva incontrato un individuo altrettanto scortese a New York City.

Thatcher ha chiesto a Nimoy di interpretare il ruolo poiché aveva esperienza con la moda punk e ha adattato il suo guardaroba di conseguenza. Ha espresso dispiacere per la musica scelta per il suo boom box e ha chiesto di comporre ed eseguire una canzone che secondo lui sarebbe stata più rappresentativa del suo personaggio. Il risultato fu l'ormai famoso "Ti odio". Il punk fa un altro cameo, ancora più breve, in "Spider-Man: Homecoming" in piedi accanto a un venditore di hot dog. Il punk sta ancora portando un boom box e Thatcher ha rivelato (si apre in una nuova scheda) il nome del suo personaggio è "Krash".

D'oh! Vieni Jean-Luc, tutti sapevano che sarebbe stato Guinan, come hai fatto a non vederlo arrivare? (Credito immagine: Paramount Plus) Storie correlate

Kirk vs Picard: chi è il miglior capitano di Star Trek?

Potremmo davvero costruire la USS Enterprise di Star Trek?

Film di Star Trek, classificati dal peggiore al migliore

Il discorso per questo episodio che probabilmente ha avuto luogo a Spago in una soleggiata ora di pranzo tra lo showrunner e alcuni power-dressers della Paramount è stato "il meglio di TNG incontra Voyage Home" e questo è un bel modo per rendere omaggio a quell'epico film del 1986 ( secondo chi scrive, il secondo miglior film di "Star Trek" dopo "L'ira di Khan").

La cosa interessante è che invece di salvare le balene, questa stagione contiene un elemento politico inconfondibile, che riflette ciò che deve essere salvato in questo decennio.

Ora armato delle coordinate dell'"osservatore", Picard crede che sia meglio teletrasportarsi lì e tentare di stabilire un contatto lasciando Jurati da solo con la Regina Borg e permettendo all'inevitabile battaglia di ingegni di iniziare.

Le coordinate portano Picard in un vicolo di Los Angeles e al bar 10 Forward, dove come previsto incontra Guinan. Ma c'è una svolta che non vedevamo arrivare… è il giovane Guinan, interpretato da Ito Aghayere, piuttosto che Whoopi Goldberg. E grazie a The Maker, i produttori hanno scelto di non seguire il percorso meno vecchio della CGI alla Luke Skywalker, ma hanno scelto invece di spendere le folli somme di denaro che sarebbero costate per qualcos'altro.

Guinan con atteggiamento, chi l'avrebbe mai detto. Ito Aghayere fa sua la parte e speriamo di vederne di più (Image credit: Paramount Plus)

È positivo che la riunione dello spettatore-Guinan non sia stata protratta per diversi episodi e mentre l'idea di un El-Aurian (quasi) senza età era divertente, questo apre alcune possibilità molto interessanti. Si presume quindi che questo sarebbe il luogo in cui incontra Picard per la prima volta, prima della loro lunga relazione a bordo della USS Enterprise-D tra circa 341 anni e prima del viaggio di ritorno al 1893 nell'episodio in due parti di "The Next Generation" "Time's Arrow" ( S05, E26 e S06, E01). Tuttavia, le sorprese non finiscono qui. (In effetti, gli eventi di "Time's Arrow" non saranno accaduti (si apre in una nuova scheda) perché Picard et al sono tornati dall'alt-futuro. Pensa a "Ritorno al futuro parte II.")

Aghayere offre uno spettacolo di dinamite; il dialogo è esplicativo come dovrebbe essere senza sembrare che tu abbia appena ordinato del formaggio extra. È un set efficace che è solido come qualsiasi scena con Catherine Hicks e questo è, senza dubbio, il messaggio più importante che sia mai apparso in "Star Trek" dai tempi di "The Voyage Home".

"Questo posto è una pentola a pressione", dice, descrivendo l'attuale situazione sulla Terra. "Sai che stanno effettivamente uccidendo il pianeta?" Chiede retoricamente mentre Picard osserva. "La verità è qualunque cosa tu voglia che sia. I fatti non sono nemmeno più fatti. Alcune persone hanno risorse sufficienti per risolvere tutti i problemi per il resto, ma non lo faranno. Perché la loro più grande paura è avere meno." Le lacrime le rigano le guance. "Hanno una pallina nell'intera galassia… e tutto ciò che questa specie vuole fare è combattere."

Sono 106 miglia da Rios, abbiamo il pieno di benzina, un phaser manuale, è giorno… e non abbiamo occhiali da sole (Image credit: Paramount Plus)

Picard risponde con calma che l'umanità alla fine avrà il suo momento tranne, ovviamente, che nella storia di "Star Trek", purtroppo dobbiamo ancora superare la terza guerra mondiale (e un bilancio delle vittime globale di oltre 600 milioni) prima che la nostra salvezza inizi nel 2063 con primo contatto con i Vulcaniani. Che è un po' una seccatura. La sequenza temporale si è divisa perché Guinan ha fatto o non ha fatto qualcosa?

Curiosità: questo episodio è disseminato di uova di Pasqua "Star Trek" e Jrg Hillebrand con gli occhi d'aquila ha notato che (si apre in una nuova scheda) la targa sul pickup di Guinan è S02 E01, che è il primo episodio di "The Next Generation" in cui è apparsa in "The Child".

Nel frattempo Raffi e Sette finiscono in un inseguimento in auto decente attraverso il centro di Los Angeles nel tentativo simultaneo di evitare le autorità e raggiungere Rios. Quand'è stata l'ultima volta che "Star Trek" ha caratterizzato un buon inseguimento in macchina?! E no, "Star Trek: Nemesis" non conta. Dal momento che la tecnologia delle riprese è migliorata così tanto nel corso degli anni, insieme alla CGI, lo standard delle sequenze di inseguimenti in macchina cinematografici di buona qualità è aumentato. Il magnifico film del 1998 "Ronin" con Robert De Niro, Jean Reno e Natascha McElhone ha stabilito lo standard come il meglio che può essere un inseguimento in auto suburbano, senza l'uso della CGI ("Matrix: Reloaded" per esempio) e mentre questo episodio è lontano da quella scala, non è terribile.

Cosa ci fa Laris qui? Sebbene sia un'idea interessante, temiamo complicazioni inutili indotte da cameo (Credito immagine: Paramount Plus)

Ogni filone della storia di questo episodio è interessante e niente di più dell'incarcerazione di Rios. C'è un momento molto meta in cui "Star Trek" mostra un secondo o due di autocoscienza.

"Che lavoro fa?" Il disinteressato ufficiale dell'ICE gli chiede attraverso il filo di acciaio inossidabile incrociato della sua gabbia.

"Capitano", risponde Rios dopo aver finalmente deciso di intraprendere questa particolare strada. "Dell'USS Stargazer. Non lo sapresti", aggiunge. "È un'astronave dell'anno 2400", continua mentre inizia ad assaporare l'ironia. "Sono in missione per esplorare strani nuovi mondi, cercare nuova vita e civiltà", continua, trattenendo a malapena il respiro. "Ma invece sono bloccato in un passato particolarmente primitivo senza offesa cercando di correggere la sequenza temporale così posso, sai [fischia, imitando il movimento di uscire ] Con chi, chiedi? Un gruppo disordinato di disadattati tra cui uno cibernetico regina che sono abbastanza certo è lì solo per spazzare via tutta l'umanità con la sua vecchia coorte, un vecchio ammiraglio burbero che, se ho capito bene, ora è un robot in carne e ossa. II, sai, posso" non essere sicuro, perché nessuno può spiegarmelo!" raschia con abbastanza aria rimasta nei polmoni alla fine per una risatina sfacciata.

Brillante.

Q, entità fastidiosa, che diavolo stai combinando adesso? Sembra una toppa di missione sul suo camice (Image credit: Paramount Plus)

Rios viene caricato su un autobus della prigione per essere trasportato al confine tra Stati Uniti e Messico, mentre Raffi e Seven sono stati teletrasportati dalla loro auto della polizia rubata in un luogo lungo il percorso degli autobus con l'obiettivo di intercettarlo. Ma c'è ancora un po' di sinistra nel thread della storia di Picard e Guinan.

Si scopre che non è la "osservatrice". Quindi, lo porta a Echo Park Lake a Los Angeles da qualcuno che può quindi guidarlo dall'osservatore. In un'eccitante sequenza di utilizzo di civili temporaneamente posseduti per guidarlo, si ritrova presto faccia a faccia con un sosia non romulano identico a Laris (Orla Brady).

Ma… nella stanza degli sceneggiatori c'è un'ultima suspense lasciata da una buccia di banana avanzata dal pranzo da lanciarci prima dei titoli di coda… e passiamo a Q (John de Lancie) che indossa un camice da laboratorio con una patch di missione di qualche tipo su di esso seduto su un tetto che cerca di causare ancora più caos, ma misteriosamente fallendo nel suo tentativo. Tira i titoli di coda.

Così finisce un'altra divertente puntata di "Star Trek: Picard" e spero vivamente che questo livello elettrizzante e di alto livello continui per il resto di questa seconda stagione. Gli eventi degli ultimi minuti sollevano ogni sorta di domande

Voto: 8/10

I primi quattro episodi di "Star Trek: Picard" sono ora disponibili per la visione su Paramount Plus (si apre in una nuova scheda) e la prima stagione di "Strange New Worlds" inizia il 5 maggio. La stagione 4 di "Star Trek: Discovery" è disponibile per la visione ora su Paramount Plus negli Stati Uniti e CTV Sci-Fi o Crave TV in Canada. I paesi al di fuori del Nord America possono guardare sul canale Pluto TV Sci-Fi.

Se vuoi trovare più programmi e film di Star Trek sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito, dai un'occhiata alla nostra guida allo streaming principale di Star Trek (si apre in una nuova scheda). E se stai cercando qualcosa per il Trekkie nella tua vita, la nostra guida ai regali e alle offerte di Star Trek (si apre in una nuova scheda) ha ciò di cui hai bisogno.

Segui Scott Snowden su Twitter . Seguici su Twitter @Spacedotcom e su Facebook .

Ir arriba