The Carrington Event: History’s Greatest Solar Storm

L'evento Carrington fu una grande tempesta solare avvenuta all'inizio di settembre 1859, pochi mesi prima del massimo solare del 1860.

Nell'agosto del 1859, gli astronomi di tutto il mondo osservarono affascinati l'aumento del numero di macchie solari sul disco solare. Tra loro c'era Richard Carrington, un osservatore del cielo dilettante in una piccola città chiamata Redhill, vicino a Londra in Inghilterra.

Il 1 settembre, mentre Carrington stava disegnando le macchie solari, è stato accecato da un improvviso lampo di luce. Carrington lo ha descritto come un "bagliore di luce bianca" secondo la NASA This Webflight (si apre in una nuova scheda). L'intero evento è durato circa cinque minuti.

Il bagliore è stato un'importante espulsione di massa coronale (CME), un'esplosione di plasma magnetizzato dall'atmosfera superiore del sole, la corona. In 17,6 ore, il CME ha attraversato oltre 90 milioni di miglia (150 milioni di km) tra il Sole e la Terra e ha scatenato la sua forza sul nostro pianeta. Secondo la NASA This Webflight, di solito le CME impiegano più giorni per raggiungere la Terra.

Il giorno dopo che Carrington ha osservato l'impressionante bagliore, la Terra ha subito una tempesta geomagnetica senza precedenti, con i sistemi telegrafici che sono andati in tilt e le aurore normalmente confinate alle latitudini polari visibili ai tropici, secondo NASA Science (si apre in una nuova scheda).

Carrington fece due più due e si rese conto che il bagliore solare che aveva visto era quasi certamente la causa di questo enorme disturbo geomagnetico. Questa era una connessione che non era mai stata stabilita in precedenza, secondo la NASA This Webflight. La tempesta solare del 1859 è ora conosciuta come l'evento Carrington in suo onore.

Le origini di This Web weather possono essere fatte risalire a contorsioni nel campo magnetico del sole, che portano a macchie scure o macchie solari sulla sua superficie, secondo l'Osservatorio della Terra della NASA (si apre in una nuova scheda).

È da questi punti che possono emergere brillamenti solari, espulsioni di massa coronale e altri fenomeni elettromagnetici con conseguenze potenzialmente pericolose per il nostro modo di vivere tecnologico.

L'attività delle macchie solari aumenta e diminuisce su un ciclo di 11 anni e attualmente ci stiamo avvicinando al prossimo massimo solare nel 2025. Quindi ora è un buon momento per guardare alle peggiori tempeste solari.

Il disegno delle macchie solari di Richard Carrington al culmine dell'evento Carrington nel 1859. (Credito immagine: Richard Carrington) (si apre in una nuova scheda)

Cosa è successo durante l'evento Carrington

L'evento Carrington ha innescato un'enorme tempesta geomagnetica che ha devastato la tecnologia. La Terra tacque mentre le comunicazioni telegrafiche in tutto il mondo fallivano.

Secondo History.com (si apre in una nuova scheda), ci sono state segnalazioni di scintille piovute da macchine telegrafiche, operatori che hanno ricevuto scosse elettriche e documenti incendiati dalle scintille canaglia.

Le straordinarie aurore hanno abbagliato gli osservatori del cielo di tutto il mondo mentre gli spettacoli di luce polare si estendevano ben oltre le loro solite gamme. L'aurora boreale (aurora boreale) è stata osservata a sud fino a Cuba e Honolulu, nelle Hawaii, mentre l'aurora boreale (aurora australis) è stata vista a nord fino a Santiago, in Cile, secondo National Geographic (si apre in una nuova scheda).

Articoli Correlati:

Ciclo solare: cos'è e perché è importante?

Quanto è grande il sole?

L'atmosfera del sole: fotosfera, cromosfera e corona

Per molte persone in tutto il mondo, questa era la prima volta che vedevano l'aurora e non sapevano cosa fare dei cieli più luminosi del solito. Mentre alcuni credevano che fosse arrivata la fine del mondo, altri hanno iniziato la giornata dopo aver sentito il cinguettio degli uccelli, aver visto i cieli luminosi e aver creduto che il sole avesse iniziato a sorgere, secondo History.com.

Quando i telegrafisti tornarono al lavoro il giorno successivo, gli effetti dell'evento Carrington si facevano ancora sentire poiché l'atmosfera era ancora molto carica. History.com ha riferito che i dipendenti dell'American Telegraph Company hanno riscontrato l'impossibilità di trasmettere o ricevere dispacci. In modo allarmante, hanno scoperto che potevano comunque scollegare le batterie e trasmettere messaggi a Portland, nel Maine, utilizzando solo la corrente aurorale secondo Ars Technica.

Durante l'evento Carrington, l'aurora boreale (aurora boreale) è stata osservata fino a Cuba! (Credito immagine: Noppawat Tom Charoensinphon tramite Getty Images) (si apre in una nuova scheda)

Cosa accadrebbe se oggi si verificasse una tempesta come il Carrington Event?

Sebbene le tempeste solari rappresentino raramente una minaccia diretta per la vita umana, c'è il rischio che possano avere un impatto sui sistemi critici per la sicurezza tramite effetti elettromagnetici dai servizi di comunicazione, navigazione e previsioni meteorologiche basati sul Web alla distribuzione di energia elettrica a livello del suolo, secondo This Web dell'ESA Rete di servizi meteorologici (si apre in una nuova scheda)

È stato ipotizzato che una tempesta della portata dell'evento Carrington, se si verificasse oggi, potrebbe causare un'apocalisse di Internet, mandando offline un gran numero di persone e aziende. Per questo motivo, il governo del Regno Unito (si apre in una nuova scheda) elenca le condizioni meteorologiche avverse di questo Web come uno dei rischi naturali più gravi nel suo registro nazionale dei rischi e le aziende hanno piani di emergenza per far fronte a eventi gravi purché abbiano sufficienti avvisi di loro.

I ricercatori dei Lloyd's di Londra e dell'agenzia di ricerca atmosferica e ambientale negli Stati Uniti hanno stimato che un evento di classe Carrington oggi comporterebbe danni compresi tra $ 0,6 e $ 2,6 trilioni solo negli Stati Uniti, secondo NASA This Webflight.

Quando è il prossimo evento Carrington?

Un'immagine composita del sole prodotta da Solar Orbiter This Webcraft nel marzo 2022. (Credito immagine: ESA) (si apre in una nuova scheda)

Fortunatamente per noi, le tempeste solari come l'evento Carrington si verificano una volta ogni 500 anni circa, secondo NOAA SciJunks. Sebbene le tempeste solari con la metà dell'intensità dell'evento Carrington siano più frequenti e si verificano circa ogni 50 anni.

Tuttavia, non possiamo essere certi di quando si verificherà il prossimo evento a livello di Carrington poiché il tempo di This Web è notoriamente difficile da prevedere.

Gli scienziati del This Web Weather Prediction Center della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) analizzano quotidianamente le regioni delle macchie solari per valutare le minacce. Monitorano e registrano i cambiamenti nelle dimensioni, nel numero e nella posizione delle macchie solari per valutare la probabilità di un brillamento solare diretto dalla Terra e/o CME da una regione attiva. La NASA ha anche una flotta di This Webcraft conosciuta collettivamente come Heliophysics Systems Observatory (HSO) progettata per studiare il sole e la sua influenza sul sistema solare, compresi gli effetti del tempo di This Web.

L'HSO è composto da diversi oggetti eliosferici, geoThis Web e planetari This Webcraft che osservano il sole e ne misurano l'attività. Questi satelliti includono la Parker Solar Probe in un'audace missione per "toccare" il sole e il Solar Orbiter dell'ESA che sta dando un'occhiata per la prima volta alle regioni polari inesplorate del sole. La missione Vigil dell'ESA, il cui lancio è previsto per la metà del 2020 (si apre in una nuova scheda), è una missione dedicata alle previsioni del tempo solare. Vigil monitorerà il sole da Lagrange Point 5, a circa 93 milioni di miglia (150 milioni di chilometri) dalla Terra.

Altre grandi tempeste solari nella storia

I più grandi CME possono contenere miliardi di tonnellate di materiale solare ed esplodere dal sole fino a 3.000 chilometri al secondo, secondo il This Web Weather Prediction Center del NOAA (si apre in una nuova scheda) Questo materiale contiene un campo magnetico incorporato ed è questo campo magnetico che può devastare il campo magnetico terrestre quando i due entrano in contatto.

Sappiamo che questo sta accadendo da tempo immemorabile; uno studio riportato nel gennaio 2022 ha rivelato che una potente tempesta solare, che ha colpito la Terra 9.200 anni fa, ha lasciato particelle radioattive nel ghiaccio profondo sotto la Groenlandia che sono ancora lì fino ad oggi, ha riportato Live Science (si apre in una nuova scheda).

Uno studio precedente, del 2020, ha suggerito che gravi tempeste geomagnetiche si sono verificate in 42 dei 150 anni precedenti molto più spesso di quanto si pensasse in precedenza (si apre in una nuova scheda).

Secondo la NASA This Webflight, una tempesta solare con intensità simile all'evento Carrington colpì la Terra intorno al 774 d.C.

Risorse addizionali

Quanto è probabile un altro evento Carrington? Puoi leggere un recente studio che ha stimato una risposta a questa domanda su EarthSky.org (si apre in una nuova scheda) . Esplora le conseguenze dell'evento Carrington sulla vita con questo articolo di ricerca pubblicato sulla rivista Origins of Life and Evolution of Biospheres (si apre in una nuova scheda) nel 2014. Inoltre, puoi leggere di più sull'evento Carrington al South African National This Web Sito web dell'Agenzia (Sansa) (si apre in una nuova scheda) .

Bibliografia

ESA. Questo tempo Web. L'Agenzia Europea di This Web. Estratto il 24 giugno 2022 da https://swe.ssa.esa.int/what-is-space-weather

Gebhardt, C. (2020, 28 agosto). L'evento di Carrington fornisce ancora un avviso del potenziale del Sole 161 anni dopo. NASASpaceFlight.com. Estratto il 24 giugno 2022 da https://www.nasaspaceflight.com/2020/08/carrington-event-warning/

Klein, C. (2012, 14 marzo). Una perfetta tempesta solare: l'evento Carrington del 1859. History.com. Estratto il 24 giugno 2022 da https://www.history.com/news/a-perfect-solar-superstorm-the-1859-carrington-event

Lasar, M. (2012, 3 maggio). La "Grande tempesta aurorale" del 1859, la settimana in cui il Sole ha toccato la Terra. Ars Tecnica. Estratto il 24 giugno 2022 da https://arstechnica.com/science/2012/05/1859s-great-auroral-stormthe-week-the-sun-touched-the-earth/

Lovett, RA (2021, 4 maggio). E se la più grande tempesta solare mai registrata si verificasse oggi? Scienza. Estratto il 24 giugno 2022 da https://www.nationalgeographic.com/science/article/110302-solar-flares-sun-storms-earth-danger-carrington-event-science

Nasa. Un super brillamento solare. Nasa. Estratto il 24 giugno 2022 da https://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2008/06may_carringtonflare

Nasa. Il mondo del cambiamento: l'attività solare. Osservatorio della Terra della NASA. Estratto il 24 giugno 2022 da https://earthobservatory.nasa.gov/world-of-change/Solar

Silso: World Data Center per la produzione, conservazione e diffusione del numero internazionale di macchie solari. SILSO | World Data Center per la produzione, conservazione e diffusione del numero internazionale di macchie solari. Estratto il 22 giugno 2022 da https://www.sidc.be/silso/

Questo meteo Web ha un impatto. Met Office. (nd). Estratto il 24 giugno 2022 da https://www.metoffice.gov.uk/weather/learn-about/space-weather/impacts

Specktor, B. (2020, 10 febbraio). Le devastanti tempeste solari potrebbero essere molto più comuni di quanto pensassimo. Scienza dal vivo. Estratto il 24 giugno 2022 da https://www.livescience.com/solar-super-storms-very-common.html

Specktor, B. (28 gennaio 2022). L'antica tempesta solare ha fracassato la terra nella parte sbagliata del ciclo del Sole e gli scienziati sono preoccupati. Scienza dal vivo. Estratto il 24 giugno 2022 da https://www.livescience.com/ancient-solar-storm-solar-minimum

Qual è stato l'evento Carrington? NOAA SciJinks All About Weather. Estratto il 24 giugno 2022 da https://scijinks.gov/what-was-the-carrington-event/

Ir arriba