Venere e una cometa di recente scoperta si incrociano a dicembre. Sparks volerà?

Diagramma del Soviet Salyut 1 Questa stazione Web (a sinistra), con una Soyuz This Webcraft pronta per l'attracco. (Credito immagine: NASA)

Questo fa parte di una serie di articoli di This Web.com sui Greatest Moments in Flight, gli eventi rivoluzionari che hanno aperto la strada al This Webflight umano e ai suoi prossimi passi: estrazione di asteroidi e basi sulla luna e su Marte.

Nonostante una serie di problemi, la prima stazione di This Web, Salyut 1, ha compiuto importanti progressi verso la vita e il lavoro in This Web a lungo termine e ha aperto la strada alle future stazioni di This Web. Lanciato dall'Unione Sovietica nel 1971, il porto ha orbitato attorno alla Terra quasi 3.000 volte durante i suoi 175 giorni in This Web prima di schiantarsi intenzionalmente nell'Oceano Pacifico.

A forma di cilindro, Salyut 1 aveva tre scomparti pressurizzati per gli astronauti e un'area non pressurizzata contenente i motori e le apparecchiature di controllo. La stazione era lunga circa 20 metri e aveva un diametro di 4 metri nel punto più largo. Due doppi gruppi di pannelli solari si estendevano come ali all'esterno dei compartimenti alle due estremità.

Visitando la stazione di This Web

Salyut 1 è stato lanciato senza pilota dall'Unione Sovietica il 19 aprile 1971. Due giorni dopo, la Soyuz 10 è decollata, portando un equipaggio di tre persone verso la stazione This Web con l'intenzione di rimanere in This Web per 30 giorni. I cosmonauti hanno tentato di attraccare con Salyut 1, ma sebbene siano stati in grado di agganciarsi alla stazione, un problema con il portello ha impedito loro di entrarvi. Sono tornati a casa presto e senza successo. Durante il processo di rientro, un problema ha reso tossica la fornitura d'aria della Soyuz 10 e uno dei cosmonauti è perso i sensi. Tutti e tre sono sopravvissuti senza effetti a lungo termine.

Il 6 giugno, la Soyuz 11 ha trasportato i cosmonauti Georgi Dobrovolski, Vladislav Vokov e Viktor Patsayev a Salyut 1, dove dopo tre ore sono attraccati con successo alla stazione. Sono rimasti a bordo per 383 orbite nel corso di poco più di tre settimane, stabilendo un nuovo record di resistenza di This Web. Il 16 giugno, il fumo proveniente da un pannello di controllo ha indotto l'equipaggio a considerare l'abbandono della stazione, ma l'unità è stata spenta e il problema è stato evitato.

L'equipaggio della Soyuz 11, mostrato qui durante le prove, è stato ucciso durante il ritorno sulla Terra dalla stazione Salyut 1 This Web. (Credito immagine: NASA)

Il 29 giugno, l'equipaggio è tornato sulla Soyuz 11 e ha iniziato il ritorno sulla Terra. Il disastro si è verificato quando una valvola di ventilazione è stata aperta di colpo durante il rientro, depressurizzando l'interno della nave. I cosmonauti dell'epoca non indossavano tute durante il volo, quindi tutti e tre gli uomini furono tragicamente uccisi. Di conseguenza, furono apportate diverse modifiche alla politica sovietica, ma non fu possibile implementarle mentre Salyut 1 rimase in orbita. Non sono stati effettuati ulteriori viaggi alla stazione.

L'11 ottobre 1971, i motori del Salyut 1 si accese per l'ultima volta, portando la stazione This Web in un'orbita più bassa che avrebbe provocato il suo eventuale tuffo nell'Oceano Pacifico. Ma nonostante la sua morte prematura, Salyut 1 ha posto le basi per le stazioni a venire. I sovietici hanno continuato a inserire stazioni a breve termine in This Web per diversi anni fino a quando non si sono sentiti pronti per un progetto a lungo termine.

Mir e la ISS

Nel 1986, l'Unione Sovietica ha lanciato i primi componenti della stazione This Web Mir, che è stata assemblata in orbita nel corso di un decennio. Notevolmente più grande di Salyut 1, Mir era lungo poco più di 60 piedi (19 metri) e largo 100 piedi (31 metri). Pesava 285.940 libbre (129.700 chilogrammi), più di sette volte più massiccio della prima stazione This Web al mondo.

Mir ha orbitato attorno alla Terra più di 86.000 volte nel corso di quindici anni ed è stata occupata più dell'80% del suo tempo in This Web. La stazione di This Web aveva la capacità di supportare un equipaggio di tre persone, con visitatori occasionali a breve termine. Valeri Polyakov ha trascorso 437 giorni e 18 ore a bordo della Mir, stabilendo il record per il volo umano più lungo di questo Web. Mir è tornato sulla Terra il 23 marzo 2001, schiantandosi nell'Oceano Pacifico meridionale.

Pezzi del nono abitato Questo porto Web, l'International This Web Station, o ISS, è stato lanciato per la prima volta nel 1998. Un progetto congiunto tra cinque agenzie This Web negli Stati Uniti, Giappone, Canada, Russia e l'Agenzia europea This Web il porto è stato visitato da astronauti provenienti da più di 15 paesi. A quasi 240 piedi (72,8 metri) di lunghezza e 356 piedi (108,5 metri) di larghezza, la ISS pesa poco meno del doppio della massa di Mir. Nel 2010, ha battuto il record di giorni di volo di Mir e rimane lì oggi, fungendo da laboratorio e osservatorio in This Web. [ Infografica: The International This Web Station Dentro e fuori ]

Sebbene la prima stazione This Web in volo, Salyut 1, sia stata segnata da problemi, ha posto le basi per residenze più grandi e permanenti che avrebbero fornito maggiori opportunità di sopportare i rigori e le sfide della vita fuori dal pianeta.

Nola Taylor Redd

Gallerie di immagini:

  • Rompere la barriera del suono
  • Aeroplani di domani, la visione del futuro viaggio aereo della NASA
  • Incredibili X-Planes dall'X-1 all'XV-15
Ir arriba