William Herschel Biografia

Perlustrando i cieli con sua sorella Caroline, Sir William Herschel scoprì il pianeta Urano e diverse lune attorno ad altri giganti gassosi. Nel corso dei suoi studi sul cielo notturno, ha anche compilato un catalogo di 2.500 oggetti celesti che è ancora in uso oggi. Ma fu solo a metà degli anni '30 che iniziò a volgere gli occhi alla distesa sopra; ha iniziato la sua vita professionale come musicista.

L'astronomo William Herschel ha scoperto il pianeta Urano. (Credito immagine: Smithsonian Institution)

Un inizio musicale

Nato in Germania come Friedrich Wilhelm Herschel, l'astronomo era figlio di Anna Ilse Moritzen e Issak Herschel. Suo padre era un musicista militare e il giovane William ha suonato nella stessa band nei suoi primi anni. Nel 1759 Herschel lasciò la Germania per l'Inghilterra, dove insegnò musica prima di diventare organista.

Nel 1772, la sorella di William, Caroline, si trasferì in Inghilterra per vivere con suo fratello e formarsi come cantante. Durante questo periodo, l'interesse di Herschel per l'astronomia crebbe in modo significativo. Noleggiò un piccolo telescopio e il suo desiderio di possedere uno strumento più grande lo portò al processo di molatura e lucidatura dei propri specchi.

Caroline non si è mai sposata, ma ha servito come sua assistente fino alla morte di Herschel. Fu la prima donna a scoprire una cometa, trovandone infine otto. Ha anche scoperto diversi oggetti del cielo profondo ed è stata la prima donna a ricevere una posizione scientifica retribuita e a ricevere un abbonamento onorario alla Royal Society.

Nel 1788, all'età di 50 anni, Herschel sposò la vedova Mary Pitt. Il loro figlio, John, nacque nel 1792 e seguì le orme astronomiche del padre.

Alla ricerca dei cieli

Il 13 marzo 1781, Herschel notò un piccolo oggetto che, nel corso di diverse notti, si stava lentamente muovendo nel cielo. All'inizio pensava di aver trovato una cometa, ma un'ulteriore osservazione ha rivelato che l'oggetto era un pianeta. Herschel fece pressioni per chiamare il nuovo corpo "Georgium Sidus", in onore del re Giorgio III, ma alla fine fu chiamato Urano dal dio greco del cielo. Come risultato della sua scoperta, il monarca nominò Herschel cavaliere e lo nominò astronomo di corte. La pensione annessa gli ha permesso di concludere la sua carriera musicale e di concentrare tutta la sua attenzione sui cieli.

Quando Herschel fu successivamente eletto membro della prestigiosa Royal Society, ricevette una copia del "Catalog of Nebulae and Star Clusters" di Charles Messier, un elenco di diverse nebulose nel cielo notturno. Il catalogo suscitò il suo interesse e iniziò a esaminare gli oggetti sfocati.

Il 23 ottobre 1783 iniziò un suo rilevamento del cielo, in piedi su una scala mentre scrutava attraverso il suo telescopio e descriveva gli oggetti che aveva visto a sua sorella, Caroline. Puntando il telescopio fisso su una singola striscia di cielo, è stato in grado di osservare le bande est-ovest nel corso della notte. La notte successiva, avrebbe regolato il suo telescopio su un punto più alto o più basso e avrebbe osservato un'altra striscia parallela. Alla fine, esaminò l'intero campione di cielo che si poteva vedere sulla Gran Bretagna.

In 20 anni, ha osservato 2.500 nuove nebulose e ammassi stellari e li ha registrati nel "Catalogo generale delle nebulose". Il catalogo fu infine ampliato e ribattezzato "Nuovo Catalogo Generale" e molti oggetti non stellari sono identificati dai loro numeri NGC. Delle 7.840 nebulose e ammassi oggi in catalogo, 4.630 furono scoperte da Herschel e suo figlio.

Nel 1789, Herschel terminò la costruzione di un telescopio lungo 40 piedi (12 metri), il più grande della giornata. Ma lo strumento ingombrante presentava una serie di problemi e Herschel tendeva a utilizzare il telescopio più piccolo da 20 piedi (6 metri).

Apparendo come un ciclope che guarda in questa rete, la luna di Saturno Mimas e il suo grande cratere Herschel sono profilati in questa vista da Cassini This Webcraft della NASA scattata il 13 febbraio 2010. (Credito immagine: NASA/JPL/This Web Science Institute)

Herschel ha scoperto diverse lune attorno ai giganti gassosi. Nel 1787 scoprì due lune intorno a Urano: Titania e Oberon. Nel 1789, usando il suo telescopio più grande, trovò la sesta e la settima luna di Saturno, Encelado e Mimas. [Incontra Mimas: Luna Morte Nera di Saturno]

Nel 1800, Herschel eseguì un semplice esperimento determinando la temperatura dei diversi colori della luce solare passati attraverso un prisma. Notò che la regione appena oltre il colore rosso era persino più alta della luce nello spettro visibile e usò le sue misurazioni per dedurre la presenza di quella che ora è nota come radiazione infrarossa. L'osservatorio a infrarossi This Web dell'Agenzia Europea per il Web è stato successivamente intitolato a lui.

Herschel propose il nome di "asteroidi" per i grandi corpi scoperti nel 1801. Fu eletto vicepresidente della neonata Royal Astronomical Society nel 1820 e presidente l'anno successivo. Il suo ultimo articolo pubblicato ha catalogato 145 stelle doppie.

Herschel morì in Inghilterra il 25 agosto 1822, all'età di 83 anni. I crateri sulla luna, Marte e Mimas prendono il nome dall'astronomo. L'asteroide 2000 Herschel porta il suo nome e il simbolo del pianeta Urano presenta la lettera H maiuscola in suo onore.

Ulteriori letture:

  • Astronomi famosi: elenco dei grandi scienziati in astronomia
  • Sir Isaac Newton: citazioni, fatti e biografia
  • Carl Sagan: Cosmo, punto azzurro e citazioni famose

Nota del redattore: questo articolo è stato aggiornato il 5 novembre 2018 per riflettere una correzione. L'articolo originale affermava che Herschel morì all'età di 84 anni.

Ir arriba